Ignora comandi barra multifunzione
Torna a contenuto principale
Ministero della Difesa
Aeronautica Militare
Skip Navigation Links Vetrine > Aviazione Militare e Meteorologia
Aviazione Militare e Meteorologia
15/09/2022
Ufficio Pubblica Informazione

L'Ufficio Generale per l'Aviazione Militare e Meteorologia (AVIAMM) è nato per supportare il Capo di Stato Maggiore dell'Aeronautica nella sua funzione di Autorità per l'Aviazione Militare nell'ambito della regolamentazione, certificazione e sorveglianza degli aspetti inerenti le attività direttamente connesse con l'esercizio del volo militare. L'AVIAMM collabora anche con le altre Forze Armate per condividere le esigenze relative all'attività di volo di queste ultime, per poi essere sostenute in maniera unitaria e rispettosa delle regolamentazioni nazionali ed internazionali nei rapporti con gli interlocutori civili, principalmente ENAC, autorità per l'aviazione civile ed ENAV S.p.A. principale fornitore civile dei servizi della navigazione aerea.

L'AVIAMM è il portavoce delle istanze militari nazionali presso la European Defence Agency (EDA) dove avviene il confronto e l'armonizzazione tra le esigenze di sviluppo commerciale all'interno del Cielo Unico Europeo e le esigenze invece legate ai compiti istituzionali delle componenti responsabili della difesa e sicurezza degli Stati membri.

Sul versante NATO, l'AVIAMM è rappresentante nazionale presso l'Aviation Committee (AVC), collegio che ha il ruolo di senior advisor nei confronti del Consiglio Atlantico sugli aspetti relativi alla safety e security nel campo dell'aviazione.
Nel mese di maggio 2022, l’AVIAMM ha organizzato con successo, insieme alla NATO, la riunione dell’Aviation Committee a Roma, mettendo intorno al tavolo gli attori militari e civili più rilevanti a livello globale.

In campo nazionale, l'Ufficio Generale rappresenta un punto di riferimento per tutte le agenzie e le istituzioni che abbiano la necessità di impiegare mezzi aerei, sia pilotati che non pilotati, e concorre nell'ambito degli accordi interagenziali AM-ENAC e AM-ENAV rispettivamente:

  • alla definizione dei principi per la gestione strategica dello spazio aereo e per l'armonizzazione della regolamentazione sulla gestione del traffico aereo;
  • all'armonizzazione della regolamentazione sulla fornitura dei Servizi di Navigazione Aerea (SNA), a salvaguardia delle prioritarie esigenze di difesa e sicurezza nazionale.

L'Ufficio Generale per l'Aviazione Militare e Meteorologia è, inoltre, l'ente della Forza Armata che regolamenta i servizi della navigazione aerea (controllo del traffico aereo, servizi di comunicazione, navigazione e sorveglianza, servizio di informazioni aeronautiche militari e di meteorologia aeronautica), erogati negli spazi aerei gestiti dall'Aeronautica Militare, a favore sia di utenti militari sia civili. È competente nel definire i criteri generali per l'addestramento del personale controllore del traffico aereo, di difesa aerea, meteo e tecnico impiegato nei sistemi a supporto dei servizi di navigazione aerea, nonché in materia di licenze del personale navigante e controllore del traffico aereo. Le regole del volo operativo, applicate dalle componenti militari di tutte le Forze Armate, sono stabilite con una direttiva emanata dall'AVIAMM.

L'Ufficio Generale svolge anche attività di certificazione e sorveglianza dei Servizi di Navigazione Aerea (SNA) erogati dalla Forza Armata, finalizzata alla verifica degli standard richiesti per il mantenimento del necessario livello di sicurezza a favore degli utenti civili e militari che ne usufruiscono.

In campo meteorologico e climatologico, l'Ente definisce la policy di Forza Armata, partecipa agli incontri nazionali e internazionali e designa il rappresentante nazionale in seno alla World Meteorological Organization (con decreto di nomina emanato dal Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionalee nelle altre organizzazioni internazionali che operano nel settore. Inoltre, fornisce il supporto meteorologico alle altre Forze Armate sia sul territorio nazionale che per operazioni fuori dai confini nazionali. L'AVIAMM collabora con l'Agenzia ItaliaMeteo ed esprime il rappresentante della Difesa nel Comitato nazionale di indirizzo per la meteorologia e climatologia e segue gli aspetti operativi dell'impatto dei cambiamenti climatici su difesa e sicurezza, anche in riferimento agli sviluppi in ambito NATO. L'Ufficio Generale fornisce le informazioni di Space Weather, ossia l'impatto dell'attività solare sulle attività umane, nonché il monitoraggio della tecnologia satellitare e ground based, con particolare riguardo per quella di interesse dell'attività di volo, secondo la normativa internazionale.

AVIAMM è attualmente impegnato, insieme agli attori militari e civili nazionali ed internazionali competenti, nella definizione del quadro normativo e regolamentare relativo all'UTM (Unmanned Traffic Management), strumento per la gestione del traffico non pilotato negli strati bassi dello spazio aereo (U-Space), nonché di quello che si svolge e si svilupperà sempre di più nelle fasce più alte di esso (HAO – Higher Airspace Operations) e fino alle attività spaziali (volo suborbitale). Il principio guida in queste attività è quello del riconoscimento del fatto che la disponibilità di un ambiente safe and secure, reso possibile da chi come l’Aeronautica Militare si occupa di sicurezza e difesa, è prerequisito per consentire qualsiasi sviluppo privato e commerciale.

In questo quadro, nel campo delle operazioni spaziali e delle competenze di carattere militare, AVIAMM è inoltre impegnato nella definizione dello strumento dello Space Traffic Management.

ALTRE DALLA CATEGORIA

Questo sito utilizza cookie tecnici e analitici, anche di terze parti, per migliorare i servizi.

Se vuoi saperne di più clicca qui. Continuando la navigazione accetterai automaticamente l’utilizzo dei cookie.