Ignora comandi barra multifunzione
Torna a contenuto principale
Ministero della Difesa
Aeronautica Militare
Skip Navigation Links Storia > Museo Storico > Breguet Atlantic Br.1150
Breguet Atlantic Br.1150
Breguet Br.1150 Atlantic

​Prodotto in Francia, è un biturboelica da pattugliamento marittimo "ognitempo". Il primo dei 18 Atlantic acquisiti dall'Aeronautica Militare entrò in servizio nel 1972, dapprima a fianco e poi, dal 1978, in sostituzione dei gloriosi Grumman S-2F, con analoghi compiti di antisommergibile. Ha svolto tale ruolo più che egregiamente durante l’intero periodo della Guerra Fredda, quando la presenza di mezzi navali sovietici nel Mediterraneo era particolarmente intensa. In tempi più recenti, i Breguet Atlantic sono stati protagonisti della sorveglianza marittima durante le operazioni Mare Nostrum e Mare Sicuro, stabilendo record di permanenza in volo senza rifornimento e partecipando a numerosissime missioni di supporto. Caratterizzato da una elevata autonomia e ampio raggio d'azione, operava con un equipaggio misto (Aeronautica a Marina Militare), composto da 10-13 tra piloti e specialisti, valido esempio di sinergia tra Forze Armate. Dopo 45 anni di attività al servizio delle Istituzioni e con le sue ben oltre 250 mila ore di volo alle spalle senza alcuna perdita, il BR-1150 ha passato il testimone al Leonardo P-72A, effettuando l'ultima attività di volo il 22 novembre 2017. L'Atlantic ha lasciato un segno indelebile nella Forza Armata e nei cuouri dei fortunati che vi hanno potuto operare, sia per la sua capacità operativa, sia per l'affidabilità e la sicurezza dimostrata negli anni. Le due principali basi d’impiego furono il 30° Stormo di Cagliari Elmas e il 41° Stormo di Sigonella.

​L’esemplare esposto, MM 40118, fu consegnato il 28 aprile 1973 al 30° Stormo A/S di Cagliari Elmas, assumendo come codice fusoliera 30/03. A seguito della chiusura dello stormo, dal 1° agosto 2002 fu assegnato al 41° Stormo A/S di Sigonella da cui ha anche effettuato l'ultimo volo operativo. Trasferito a Pratica di Mare per la successiva musealizzazione, è stato smontato ed alleggerito delle sue componenti esterne ed interne. La fusoliera è stata trasferita a Vigna di Valle via aria, con un trasporto speciale effettuato con elicottero Sikorsky S-64 Skycrane dei Vigili del Fuoco. Sulla scia di quanto dimostrato in tutta la sua vita operativa, anche il suo trasporto ha rappresentato un valido esempio di sinergia tra varie realtà, quali l'Aeronautica Militare, la Protezione Civile, il Dipartimento dei Vigili del Fuoco, ed enti di controllo dello spazio aereo. L’Atlantic è stato poi completamente rimontato a Vigna di Valle proprio dal personale che ne curava l’efficienza ed infine esposto al pubblico.

Questo sito utilizza cookie tecnici e analitici, anche di terze parti, per migliorare i servizi.

Se vuoi saperne di più clicca qui. Continuando la navigazione accetterai automaticamente l’utilizzo dei cookie.