Ignora comandi barra multifunzione
Torna a contenuto principale
Ministero della Difesa
Aeronautica Militare
Messaggio del Gen. Lupoli

Carissimi Tutti,

a un mese circa dall'assunzione dell'incarico di Capo del Corpo del Genio Aeronautico, per il quale esprimo ancora la massima riconoscenza e ringrazio il Signor Capo di Stato Maggiore dell'Aeronautica, Gen. S.A. Luca Goretti, e tramite Lui la Forza Armata per la grandissima fiducia accordatami, desidero condividere alcuni pemsieri con tutti Voi, donne e uomini del Corpo, di ogni grado, ruolo e specialità.

L'Aeronautica Militare è l'Arma che ha da sempre la peculiarità di distinguersi e connotarsi per l'etrema sofisticazione dei mezzi a disposizione e per l'elevatissima professionalità del proprio personale: il tutto costituisce un connubio inscindibile.

Nel mondo delle oramai cinque dimensioni Voi, donne e uomini del Corpo del Genio Aeronautico potete essere giustamente fieri di rappresentare delle eccellenze poliedriche e altamente specializzate, incarnando l'emblema di una storia professionale scritta nel tempo, di pari passo con le altre straordinarie componenti professionali dell'Aeronautica Militare.

I tempi attuali, non è un mistero, sono sempre più difficili, le incertezze, criticità e difficoltà di questi giorni sono davanti gli occhi di tutti, unitamente ai significativi processi di riorganizzazione che stanno continuando ad interessare il Paese, la Difesa e anche il mondo industriale.

In questo mondo che cambia noi, personale del Genio, siamo chiamati a fornire un contributo essenziale in termini di plasiticità intesa come capacità di trasformarsi preservando la propria identità e peculiarità. La plasticità si declina, in primis, nella capacità di com'prendere le attuali criticità, di sapersi adattare al processo evolutivo in corso ed essere ancor più parte attiva, proattiva, nel proporre processi efficaci, soluzioni innovative, avanzate e allineate con i tempi attuali e gli scenari futuri a supporto dell'operatività.

Nel contempo maggiore rapidità nella risposta ed altissima efficacia, managerialità, ulteriore impulso all'applicazione delle moderne tecnologie a supporto dei processi nei diversi campi di specializzazione, consapevole e pieno esercizio del nostro fondamentale ruolo è quello che dovremo continuare ad esprimere, in piena sinergia con i mondi accademico ed industriale che, nel pieno rispetto dei ruoli, si auspica siano essi stessi e sempre più catalizzatori della suddetta e oramai inarrestabile evoluzione.

In sintesi, donne e uomini del Corpo del Genio Aeronautico, pienamente integrati in AM, nel campo Interforze e nel esterno alla Difesa, abbiamo ancor più essere, nei nostri importantissimi campi di specializzazione, ideatori e promotori di un nuovo modo di fare e fornire capacità tecnico e manageriale, che possa garantire alla Forza Armata, alla Difesa e al Paese l'operatività auspicata e nel contempo contribuisca a mantenere alto un modello di riferimento competitivo e vincente, espressione di eccellenza ed efficienza.

Il giorno dell'insediamento ho assicurato che avremmo garantito tutto il nostro massimo ed incondizionato impegno, al fine di raggiungere gli obiettivi assegnati per il bene superiore della Forza Armata.A voi tutti, personale del Genio, l'augurio che anche questo nuovo ciclo posso far segnare il raggiumento di nuovi, ambiziosissimi risultati che diano a Tutti la giusta motivazione, certo che saprete assicurarmi tutto il vostro massimo supporto. In questo continueremo ad essere un pilastro dell'Aeronautica ed un motivo di orgoglio per la Difesa e il Paese.

Grazie e buon lavoro insieme!

Vivia il Corpo del Genio Aeronautico e i suoi oramai 99 anni  di vita, l'Aeronautica Militare e, soprattutto, viva la nostra amata Italia.



Generale Ispettore Capo Giuseppe LUPOLI                                 



 

Questo sito utilizza cookie tecnici e analitici, anche di terze parti, per migliorare i servizi.

Se vuoi saperne di più clicca qui. Continuando la navigazione accetterai automaticamente l’utilizzo dei cookie.