Ignora comandi barra multifunzione
Torna a contenuto principale
Ministero della Difesa
Aeronautica Militare
R.A.M.I. DI GEILENKIRCHEN

Missione

La Rappresentanza Aeronautica Militare Italiana (RAMI) di Geilenkirchen (GK), ha sede presso il NATO Airborne Early Warning & Control Force (NAEW&CF) in Germania. 

La RAMI, inserita nell'ambito del programma internazionale AWACS (Airborne Warning and Control System), volto ad incrementare la capacità di Difesa Aerea dell'Alleanza Atlantica, svolge la funzione di elemento nazionale che, nel contesto del Paese estero ospitante, segue le attività di cooperazione, regolate da appositi accordi internazionali, per la ricerca di sinergie nella gestione di sistemi complessi al fine di condividere risorse logistiche, tecnologiche, industriali.  

La RAMI, inoltre, realizza un fondamentale e costante collegamento con le Autorità Militari e civili in Italia ed in loco, con le Autorità diplomatiche e politiche italiane e tedesche in Germania e fornisce, in qualità di National Support Unit (NSU), il necessario supporto tecnico-logistico-amministrativo al personale italiano di stanza a GK. 

Quale elemento di raccordo e proiezione delle esigenze nazionali in campo estero, la RAMI presta supporto anche al personale italiano in servizio presso il Joint Air Power Competence Centre (JAPCC) di Kalkar (Germania) e si occupa di tutte le attività di training e di mantenimento delle qualifiche/abilitazioni addestrative ed operative previste. 

Sotto il profilo gerarchico militare la RAMI è posta alle dipendenze della Brigata Controllo Aerospazio (BCA) di Poggio Renatico; tuttavia mantiene un collegamento tecnico con l'Addetto Militare Italiano presso l'Ambasciata di Berlino per gli aspetti protocollari e di Rappresentanza.

 

Storia

La Rappresentanza dell'Aeronautica Militare Italiana presso la Base Aerea di Geilenkirchen venne istituita, con il Foglio d'ordini N. 27 del 20 Settembre 1981, nell'ambito del programma multinazionale NATO Airborne Early Warning (NAEW). 

Tale programma NAEW nasce con lo scopo di soddisfare l'esigenza operativa dell'Alleanza Atlantica di incrementare la propria capacità di Difesa Aerea attraverso la piattaforma radar aviotrasportata E3A – AWACS, la cui principale peculiarità è la configurazione di unità di volo multinazionale, dotata di equipaggi costituiti da personale proveniente dai 17 Paesi aderenti all'Accordo. 

La missione del NAEW è quella di fornire aerei ed equipaggi addestrati per l'impiego di un sistema di sorveglianza e controllo, su scala mondiale. In tale contesto, l'Italia mantiene la posizione di forza quale terzo Paese contributore (dopo USA e Germania).

 

Questo sito utilizza cookie tecnici e analitici, anche di terze parti, per migliorare i servizi.

Se vuoi saperne di più clicca qui. Continuando la navigazione accetterai automaticamente l’utilizzo dei cookie.