Ignora comandi barra multifunzione
Torna a contenuto principale
Ministero della Difesa
Aeronautica Militare
Il Comandante
Il Generale di S.A. Silvano ”Fritz” Frigerio dal 12 gennaio 2022 è Comandante delle Scuole e 3ª Regione Aerea dell’Aeronautica Militare.

Quale Comandante delle Scuole egli è responsabile della selezione e reclutamento, della formazione e dell’addestramento del personale da immettere in Forza Armata, mentre, in qualità di Comandante della 3ª R.A. egli assicura le funzioni territoriali della Forza Armata e di collegamento con le  amministrazioni locali nell’area di competenza, garantendo altresì l’espletamento delle attività presidiarie nei riguardi degli enti governativi. Dal CSAM/3ª R.A. dipendono 4 Stormi e 5 Reparti (di cui 4 all’estero) con oltre 100 aeromobili da addestramento, 8 Istituti di formazione e diverse articolazioni per un totale di oltre 5.000 militari e dipendenti civili. 
Prima di assumere l’attuale posizione, da luglio 2020 il Gen. Frigerio ha ricoperto l’incarico di Vice Comandante del Comando Operativo di Vertice  Interforze (COVI) – ente interforze che assicura la pianificazione, il coordinamento e la direzione delle operazioni militari in Italia e all’estero - assumendone il Comando da ottobre a fine 2021.

Il Generale Frigerio è nato a Lecco il 3 novembre 1963 e ha frequentato l’Accademia Aeronautica (dal 1982 al 1986) con il Corso “Borea IV”. Dopo aver conseguito il Brevetto di Pilota Militare, nel 1988 è stato assegnato al 5° Stormo di Rimini, ove ha espletato l’incarico di Comandante della 244^ Squadriglia del 102° Gruppo di Volo, quale Pilota Combat Ready DCA NATO. Nel 1993, a seguito del transito del 102° Gruppo dal velivolo F-104 al Tornado, è stato trasferito al 6° Stormo di Ghedi ove, conseguita la qualifica di Istruttore di Tattiche operative, ha assolto gli incarichi di Capo Sezione Operazioni, di Capo Ufficio Operazioni di Stormo e di Comandante del 102° Gruppo. Dal 1995 al 2000 ha partecipato a tutte le operazioni aeree NATO sui cieli dei Balcani, effettuando oltre 170 ore di volo di guerra.

Nel 2001, promosso Colonnello, è stato assegnato alla Divisione Formazione Ufficiali di Pozzuoli ove dal 2003 al 2005 è stato Comandante dei Corsi e Direttore Studi dell’Accademia Aeronautica, acquisendo una considerevole esperienza nella formazione dei giovani Ufficiali. Dal settembre 2005 a settembre 2007 ha comandato il 6° Stormo Cacciabombardieri di Ghedi. 

In seguito, è stato assegnato allo SMA 3° Reparto-Pianificazione dello Strumento Aerospaziale, dapprima, quale Capo del 2° Uff.-Capacità Operative, responsabile del processo di generazione delle forze aeree e, successivamente, quale Capo del 1° Uff.- Pianificazione Generale e Trasformazione, responsabile della definizione della struttura della F.A. nel lungo termine (elaborazione dello studio “Aeronautica Militare 2025”), della pianificazione delle future capacità aerospaziali e del contributo al NATO Planning Process. Inoltre, è stato presidente del Gruppo di Lavoro costituito con gli Stati Uniti (IT-US WG), finalizzato al rischieramento di un Gruppo di volo UAV Global Hawk USA presso la base di Sigonella. Dal settembre 2010 a giugno 2011 è stato anche Capo del 3° Uff.-Politica Spaziale Aeronautica.

Promosso Generale di B.A. nel luglio 2011, ha assunto l’incarico di Vice Capo del 3° Reparto SMA e da luglio ad ottobre dello stesso anno ha operato presso l’Allied JFC di Napoli quale Capo del Targeting Directorate per l’operazione “Unified Protector” in Libia.

Dal 2012 al 2016 ha ricoperto l’incarico di Vice Capo del 3° Reparto dello Stato Maggiore Difesa. Inizialmente responsabile della Politica delle Alleanze e della Direzione Strategica delle Operazioni e successivamente della Pianificazione Generale dello Strumento Militare nazionale, curando, tra l’altro, l’implementazione del Libro Bianco per la Sicurezza e la Difesa 2015. Inoltre, ha rappresentato il Capo di Stato Maggiore della Difesa presso il NATO High Level Group. 

Dal 2016 a ottobre 2019, il Gen. Frigerio ha ricoperto l’incarico di Comandante delle Forze da Combattimento dell’A.M., responsabile della prontezza operativa, dell’efficienza e aggiornamento delle procedure d’impiego dei sistemi d’arma dei reparti dipendenti. Da luglio 2017 a luglio 2020 è stato Comandante della 1ª Regione Aerea di Milano e da settembre 2019 a luglio 2020 ha assolto anche l’incarico di Capo Ufficio Generale Centro di Responsabilità Amministrativa A.M..

Il Gen. Frigerio ha all’attivo oltre 3000 ore di volo su 10 differenti velivoli (di cui più di 2300 su velivoli da F104 e Tornado IDS), maturando una considerevole esperienza operativa sia in contesti nazionali che internazionali, e ha frequentato numerosi corsi professionali, tra cui:
  • il 52° Corso Normale, presso la Scuola di Guerra Aerea di Firenze;
  • il Corso di qualifica per Ispettore Open Skies CFE, presso il C.I.V.A. di Viterbo;
  • il Corso di qualifica per Istruttore di Tattiche Operative sul velivolo Tornado, presso il Trinational Tornado Training Establishment (T.T.T.E.) di Cottesmore-UK; 
  • il Tactical Leadership Program a Florennes-Belgio; 
  • il 3° Corso ISSMI, presso il Centro Alti Studi Difesa di Roma; 
  • l’Air War College dell’USAF dell’Air University di Montgomery, AL- U.S.A.; 
  • il Senior Officer Policy Course della NATO School di Oberammergau, Germania; 
  • il Defence Resource Management Course, presso la Naval Post-graduate School di Monterey, CAU.S.A.;
  • il Common Security and Defence Policy Course dell’Unione Europea a Bruxelles; 
  • il General Flag Officer and Ambassador Course ed il Senior Executive Regional Conference, presso il NATO Defence College di Roma; 
  • l’Air C2 Directing Course, presso il COA di Poggio Renatico. 
Il Gen. Frigerio ha conseguito la Laurea in Scienze Aeronautiche presso l’Università degli Studi di Napoli Federico II, il Master in Studi Militari Strategici Internazionali presso la Libera Università Internazionale degli Studi Sociali (L.U.I.S.S.) di Roma, il Master in International Military Strategy Studies presso l’Air University di Maxwell AB (U.S.A.) e nel 2005 si è laureato in Scienze Politiche presso l’Università degli Studi di Trieste.

È insignito delle seguenti onorificenze:
  • Cavaliere dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana;
  • Medaglia Mauriziana al merito di 10 lustri di carriera militare;
  • Medaglia di Bronzo al Merito Aeronautico;
  • Medaglia Militare Aeronautica d’Oro di Lunga Navigazione;
  • Croce d’Oro per anzianità di Servizio (25 anni);
  • Medaglia d’Oro al Merito di Lungo Comando;
  • Croce Commemorativa per la Missione Militare di Pace in Bosnia;
  • Medaglia NATO per le operazioni militari nell’Ex Jugoslavia;
  • Medaglia NATO per le operazioni militari in Kosovo;
  • Medaglia NATO per “Operation Unified Protector” in Libia;
  • Legione d’Onore degli Stati Uniti d’America;
  • Cavaliere dell’Ordine al Merito nazionale della Repubblica Francese;
  • Distintivo bellico specialità Caccia di 1° grado;
  • Cavaliere Grande Ufficiale di Merito del Sacro Militare Ordine Costantiniano di San Giorgio.

Il Gen. Frigerio ama leggere, cucinare, praticare sport – sci, ciclismo, nuoto e running - e fare lunghe passeggiate con la moglie Valentina ed il figlio Mattia.

 

Questo sito utilizza cookie tecnici e analitici, anche di terze parti, per migliorare i servizi.

Se vuoi saperne di più clicca qui. Continuando la navigazione accetterai automaticamente l’utilizzo dei cookie.