Ignora comandi barra multifunzione
Torna a contenuto principale
Ministero della Difesa
Aeronautica Militare
Skip Navigation Links Comunicazione > Notizie > Leadership e problem solving: gli aspiranti del Corso Aquila VI si addestrano a Nisida
Leadership e problem solving: gli aspiranti del Corso Aquila VI si addestrano a Nisida
26/07/2022
Accademia Aeronautica - Pozzuoli (NA)
Lgt. Domenico Russo

Venerdì ­22 luglio, presso il Nucleo Addestramento Sopravvivenza in Mare di Nisida si è conclusa l'ottava edizione del modulo F.I.L.M.C. che ha coinvolto 82 Aspiranti del Corso Aquila VI, impegnati nella conduzione di una campagna aerea in una situazione di crisi, simulando l'impiego di velivoli attraverso l'uso di imbarcazioni a vela.

Il modulo formativo, suddiviso in due scaglioni è stato articolato in una fase "pre-livex", di durata settimanale, dedicata all'approntamento tecnico-logistico dell'area, dei locali del sedime di Nisida ed alla preparazione degli aspiranti ed in una fase "livex", anch'essa di durata settimanale, (dal 27/6/2022 al 01/7/2022 - 1° scaglione e dal 18/7/2022 al 22/7/2022 - 2° scaglione) dedicata alla parte esecutiva.

Il modulo F.I.L.M.C. permette ai frequentatori di addestrarsi ad operare in un'unità di volo dell'Aeronautica Militare rischierata in un'operazione fuori dai confini nazionali per conseguire un obiettivo operativo ben definito. Supervisionati dal personale formatore, gestiscono tutte le fasi e gli aspetti (compresi quelli di cyber warfare) di una campagna aerea.

L'insieme delle attività è finalizzato a stimolare e verificare le capacità di leadership, di lavoro di squadra, di problem solving e di gestione autonoma di attività complesse. Inoltre, in tale contesto, i frequentatori hanno la possibilità di interiorizzare le dinamiche di un'unità di volo, operando secondo le procedure standard di Forza Armata.

Tale attività è stata supportata dal personale e mezzi dell'Accademia Aeronautica, del 3° Stormo di Villafranca, del 9° Stormo di Grazzanise, del 15° Stormo di Cervia, del 16° Stormo di Martina Franca e del Centro Sportivo dell'Aeronautica Militare di Vigna di Valle, del Centro di Eccellenza per Aeromobili a Pilotaggio Remoto (APR) di Amendola, della 4^ Brigata Telecomunicazioni e Sistemi per la Difesa Aerea e l'Assistenza al Volo di Borgo Piave e della Croce Rossa Italiana.

Erano presenti, inoltre tutor della Cyber Hackacademy dell'Università degli Studi di Napoli "Federico II", del Gruppo GEMATICA, e per la prima volta personale del C.O.R. Difesa (Comando per le Operazioni in Rete) che hanno fornito un prezioso supporto per lo sviluppo delle competenze cyber security.

Tra le novità introdotte in questa edizione sono da menzionare: l'utilizzo della piattaforma JANES per la fornitura di open source intelligence, l'uso di armamento simulato con tecnologia laser, l'addestramento RIOT Control e dal punto di vista logistico, non meno importante, la mensa campale fornita dal 3° Stormo di Villafranca.

Presente all'ultima giornata dell'esercitazione il Generale di Squadra Aerea Silvano Frigerio, - Comandante delle Scuole dell'A.M./3^ R.A. -  che, evidenziando l'alta valenza di questa attività, ha sottolineato: "…Per una Forza Armata sempre più moderna e tecnologicamente all'avanguardia, la risorsa umana occupa un ruolo di rilievo. In particolare, la formazione di base della futura leadership dell'Aeronautica Militare non può essere incentrata esclusivamente sulle "conoscenze tradizionali", ma deve puntare anche su competenze manageriali trasversali affinché il personale possa inserirsi appieno in una organizzazione complessa che vuole essere costantemente al passo con i repentini cambiamenti della società. E questo modulo di formazione rappresenta un tassello di un processo esperienziale innovativo e sempre più proteso alla crescita personale e professionale dei frequentatori delle scuole ed istituti di formazione dell'Aeronautica Militare".

La giornata è iniziata con un briefing, a seguito del quale il Generale Frigerio ha assistito alle varie attività che prevedevano una ricognizione dei territori ormai sotto egida delle Forze di Coalizione. 

Durante la fase "livex" da segnalare le visite del Sottosegretario di Stato alla Difesa, Senatrice Stefania Pucciarelli, del Sindaco di Napoli, Prof. Gaetano Manfredi,  dell'Assessore alla Ricerca, Innovazione e Startup della Regione Campania, Valeria Fascione e del Magnifico Rettore dell'Università "Federico II" di Napoli, Prof.  Matteo Lorito, che, per la prima volta, hanno assistito a tale esercitazione e hanno constatato l'altissimo livello di preparazione dei giovani Aspiranti.

Da segnalare inoltre, anche la presenza di alcuni rappresentanti dello Stato Maggiore dell'Aeronautica Militare, a testimonianza del supporto e dell'importanza che la Forza Armata mostra verso questo tipo di attività addestrative.

L'Accademia Aeronautica dipende dal Comando delle Scuole dell'Aeronautica Militare/3ª Regione Aerea. E' un Istituto militare di studi superiori a carattere universitario che ha il compito di provvedere al reclutamento e alla formazione dei giovani che aspirano a diventare Ufficiali dell'Aeronautica Militare. Frequentando i Corsi Regolari dell'Accademia si può diventare Sottotenenti in Servizio Permanente Effettivo dell'Arma Aeronautica, nel Ruolo Naviganti normale (piloti) e nel Ruolo Normale delle Armi, del Genio Aeronautico, del Corpo di Commissariato Aeronautico e del Corpo Sanitario Aeronautico. Presso l'Istituto vengono inoltre svolti i Corsi per gli Allievi Ufficiali (Piloti e Navigatori di Complemento e Ferma Prefissata) e i Sottotenenti a nomina diretta (sia del Ruolo Normale che del Ruolo Speciale); infine, nel Piano degli Studi dell'Accademia, sono previsti Corsi a connotazione specialistica aeronautica, a favore di personale straniero e di altre Forze Armate.

ALTRE DALLA CATEGORIA

Questo sito utilizza cookie tecnici e analitici, anche di terze parti, per migliorare i servizi.

Se vuoi saperne di più clicca qui. Continuando la navigazione accetterai automaticamente l’utilizzo dei cookie.