Ignora comandi barra multifunzione
Torna a contenuto principale
Ministero della Difesa
Aeronautica Militare
Skip Navigation Links Comunicazione > Notizie > Ambiente: l’Aeronautica Militare al Global Air Forces Climate Change Collaboration per la sostenibilità ambientale
Ambiente: l’Aeronautica Militare al Global Air Forces Climate Change Collaboration per la sostenibilità ambientale
14/07/2022
5° Reparto "Comunicazione"
Ufficio Pubblica Informazione

Il Capo di Stato Maggiore dell'Aeronautica, Generale di Squadra Aerea Luca Goretti, congiuntamente ai Capi di Stato Maggiore e alti ufficiali delle forze aeree di tutto il mondo,  ha partecipato, il 14 luglio a Londra, al Global Air Forces Climate Change Collaboration (GAFCCC). Nel corso dell'evento la firma della Declaration of Intent con la quale si sottoscrive l'impegno di ogni Aeronautica Militare a ridurre la dipendenza dai carburanti fossili. 

L'iniziativa trae origine dalla nuova Politica Energetica che il governo britannico ha presentato nel dicembre 2020 con la pubblicazione "Energy White Paper – Powering our Net Zero Future", con la quale vengono stabilite precise linee di indirizzo con l'obiettivo di completare, entro il 2040, la transizione ecologica. Tale ambizioso obiettivo richiede una profonda trasformazione del sistema produttivo e dei processi industriali, includente il più ampio concetto di filiera funzionale all'erogazione di beni e servizi. 

L'Aeronautica Militare è in prima linea nella lotta per la sostenibilità ambientale e contro i cambiamenti climatici e nell'ambito dell'iniziativa Global Air Forces Climate Change Collaboration (suddivisa in macro aree funzionali) avrà il delicato ruolo di leadership della funzione Infrastructure & Estate, per la quale, oltre al GAFCC Deputy Chief meeting avvenuto a Marzo 2022 a Roma con la partecipazione di 25 forze aeree, ospiterà il prossimo Ottobre un working group presso il 3° Stormo di Verona-Villafranca.

Il tavolo tecnico "Infrastructure&Estate" è un pilastro fondamentale dell'iniziativa per adeguare e migliorare le infrastrutture con tecnologia a basso impatto ambientale. Esso prevede la leadership A.M. sia nell'area della "proiezione", incentrata sull'Independence Energy Unit Concept delle strutture mobili, attestate alle capacità del 3° Stormo di Verona Villafranca; che in ambito "stanziale", con l'iniziativa Aeroporti Azzurri, uno dei pilastri dei Grandi Progetti Infrastrutturali della Difesa, un'iniziativa che punta a realizzare – da qui ai prossimi anni – un vasto piano di ammodernamento ed efficientamento delle infrastrutture strategiche delle FFAA. 

Le linee di azione principali sono due, la prima è quella di adottare gli standard tecnologici e infrastrutturali che i nuovi/futuri sistemi d'arma richiedono, la seconda è quella di adeguarsi, nel contempo, a tutti quegli standard ambientali che derivano sia da un rinnovato quadro normativo sia ad un nuovo concetto di resilienza/indipendenza energetica da fonti esterne. 

L'Aeronautica Militare è in prima linea nella lotta per la sostenibilità ambientale e contro i cambiamenti climatici. A tale scopo piloti e tecnici del Reparto Sperimentale di Volo e del Reparto Tecnologie dei Materiali Aeronautici e Spaziali della Divisione Aerea di Sperimentazione Aeronautica e Spaziale (DASAS) di Pratica di Mare, assieme a ricercatori di Enea e CNR, sono stati impegnati di recente in una serie di prove in volo con un jet AMX alimentato con una miscela di carburante contenente biofuel fino al 25%. Esso costituisce una promettente alternativa al combustibile convenzionale in quanto ottenuto, appunto, da fonti rinnovabili.

Il 3° Stormo dipende dal Capo del Servizio dei Supporti del Comando Logistico A.M. (Roma), ha sede sull'aeroporto di Villafranca di Verona e funge da "facilitatore strategico iniziale" delle capacità logistiche di Proiezione dell'Aeronautica Militare. È in grado di proiettare il Supporto Operativo e il Supporto Logistico sia in Italia che all'estero. 

L'RSV è il Reparto incaricato della preparazione e dell'esecuzione di tutte le prove, a terra ed in volo, degli aeromobili e dei prototipi del materiale utilizzato nell'attività di volo. Il Reparto Sperimentale di Volo è articolato sul 311° Gruppo Volo, sul Gruppo Tecnico, sul Gruppo Gestione Software e sul Gruppo Ingegneria per l'Aero-Spazio. Ha in forza piloti e navigatori collaudatori sperimentatori, ingegneri, tecnici e meccanici sperimentatori.

ALTRE DALLA CATEGORIA

Questo sito utilizza cookie tecnici e analitici, anche di terze parti, per migliorare i servizi.

Se vuoi saperne di più clicca qui. Continuando la navigazione accetterai automaticamente l’utilizzo dei cookie.