Ignora comandi barra multifunzione
Torna a contenuto principale
Ministero della Difesa
Aeronautica Militare
Skip Navigation Links Comunicazione > Notizie > Torino, Salone Internazionale del libro: l’Aeronautica Militare ha presentato i prodotti editoriali che celebreranno i 100 anni della Forza Armata
Torino, Salone Internazionale del libro: l’Aeronautica Militare ha presentato i prodotti editoriali che celebreranno i 100 anni della Forza Armata
23/05/2022
Ufficio Pubblica Informazione
Cap. Massimo Fantigrossi

Si è conclusa la partecipazione dell'Aeronautica Militare alla XXXIV edizione del Salone Internazionale del Libro di Torino - SalTo22 - che ha visto una grande affluenza di pubblico, più di 168.000 visitatori dal 19 al 23 maggio, le cinque giornate in cui si è svolto l'evento.

Per l'Aeronautica Militare si è trattato di un'edizione speciale: a meno di un anno dal proprio centenario (28 marzo 2023), tantissimi i prodotti editoriali appositamente realizzati per ripercorrere il proprio passato e mostrare ai cittadini la Forza Armata di oggi e gli obiettivi per il futuro. "La partecipazione alla XXXIV edizione del salone del libro di Torino ci ha offerto l'opportunità di farci conoscere meglio, raccontare ciò che facciamo e ribadire che noi ci saremo sempre per il Paese, con il nostro spirito di servizio, passione e professionalità" ha affermato il Presidente del gruppo di lavoro per le celebrazioni del centenario A.M., Generale Ispettore Capo (ric) G.A. Basilio Di Martino, che era presente alla manifestazione. 

Nell'ambito della manifestazione, è stato molto visitato lo stand dello Stato Maggiore della Difesa – dove era presente anche lo spazio espositivo dell'Aeronautica Militare - che ha dato modo ai tantissimi ospiti di conoscere e apprezzare l'impegno delle Forze Armate, sia in Italia che all'estero. Attraverso i prodotti editoriali militari proposti, il pubblico non solo è venuto a contatto con un passato ricco di storia e di tradizioni, ma anche con temi legati all'innovazione tecnologica, fondamentale per affrontare le nuove sfide che caratterizzano i moderni scenari operativi.

Per l'Arma Azzurra, le cinque giornate della manifestazione sono state connotate da un ricco palinsesto di appuntamenti per presentare i prodotti editoriali che fanno parte della collana editoriale del centenario A.M., tutti riconoscibili dalla presenza del logo scelto per celebrare il centenario sulla copertina.

Il primo panel, giovedì 19 maggio, ha visto la presentazione del libro "Il volo educante: narrazioni alate per l'infanzia" da parte di due degli autori: Fabio Caffarena, docente di Storia contemporanea, e Anna Antoniazzi, Docente di Letteratura per l'infanzia, entrambi dell'Università di Genova. Un libro che è strumento educativo sul volo e sul sogno di molti ragazzi di volare, di diventare piloti o di operare in campo aeronautico. Un'opera che si divide in due sezioni. La prima ricca di letteratura legata al volo come immaginario alato che le grandi narrazioni – mito, fiabe, leggende, romanzi e immagini per l'infanzia e non – hanno veicolato. La seconda sezione è invece dedicata all'esplorazione delle fonti – manuali, quaderni, diari [...] - che le istituzioni educative hanno usato negli ultimi cento anni come supporti didattici per formare intere generazioni. Il volume permette di restituire all'idea del volo connotati profondamente umani, dai quali cogliere un'infinita gamma di emozioni e passioni.

Venerdì 20 maggio è stata la giornata in cui sono stati presentati i due progetti editoriali principali che l'Aeronautica Militare ha ideato per la celebrazione del centesimo anniversario della sua fondazione: il cofanetto "Aeronautica Militare: Cent'anni di futuro" e la collana "100 anni di Aeronautica Militare a fumetti".

Tali iniziative hanno la finalità, nelle rispettive declinazioni, di veicolare l'immagine moderna della Forza Armata, derivante dalle sue origini e tradizioni, per consentire al grande pubblico di coglierne lo spirito contemporaneo e le possibili proiezioni future, oltre che gli aspetti valoriali degli uomini e delle donne in uniforme azzurra.

Durante la conferenza di presentazione tenutasi nello Stand dello Stato Maggiore della Difesa, moderata dalla conduttrice Veronica Maya, è stato presentato in anteprima il progetto "Aeronautica Militare: Cent'anni di futuro" da parte del Capo del 5° Reparto "Comunicazione" dello Stato Maggiore dell'Aeronautica Militare, Generale di Brigata Aerea Giovanni Francesco Adamo. "Con la presentazione di questo cofanetto di pregio, realizzato in collaborazione con Giunti editore - ha esordito il Generale Adamo - inizia, di fatto, il percorso verso il traguardo dei 100 anni, con un'Aeronautica Militare all'avanguardia tecnologica, dotata di professionalità altamente specializzate che, con lo stesso spirito precursore dei primi anni, si proietta verso il futuro, per continuare ad essere protagonista in un contesto internazionale sempre più complesso e sfidante".

Il referente editoriale del cofanetto, Col. (r) Alessandro Cornacchini, ha anticipato che l'opera si comporrà di due volumi. Il primo dedicato al percorso storico e all'evoluzione della Forza Armata, a cui collaboreranno personalità di spicco del mondo accademico, giornalisti e storici tra i quali Paolo Mieli.  Il secondo volume, anche attraverso gli scatti suggestivi di fotografi di fama internazionale, traccerà uno spaccato dell'Aeronautica Militare, da cui traspariranno le caratteristiche di tecnologia, professionalità e fattore umano che contraddistinguono la Forza Armata di oggi. Il cofanetto sarà disponibile dai primi mesi del 2023 come annunciato dal Dott. Alessandro Torrentelli, direttore commerciale della Giunti editore.

La presentazione della collana "100 anni di Aeronautica Militare a fumetti" ha visto la partecipazione al Salone Internazionale del Libro di alcuni dei disegnatori e autori - Marco Trecalli e Vincenzo Grienti – e dell'art director della collana, Francesco Archidiacono. Il progetto editoriale, realizzato dall'Ufficio Storico dell'Aeronautica Militare per rendere omaggio agli aviatori di ieri e di oggi e diffondere i valori della Forza Armata, ha riscosso notevole interesse a SalTo22 proprio come avvenuto poche settimane fa all'ultima edizione del festival del fumetto di Roma (ROMICS2022) e a quello di Napoli (COMICON2022). La collana si compone di 12 graphic novel, che verranno gradualmente pubblicate nel corso dei prossimi mesi, con lo scopo di mantenere saldo lo stretto legame tra i più giovani e la Forza Armata e diffondere la cultura aeronautica. La collana è caratterizzata dalla coerenza storica e dall'attenzione ai dettagli, consentendo così al lettore di comprendere ancora meglio come i fatti narrati siano autentici. I velivoli, le divise, gli stemmi e i luoghi sono stati attentamente ricercati e documentati, proprio per rendere il tutto più veritiero. Infine, particolare cura è stata posta nel raffigurare al meglio le espressioni dei personaggi ed enfatizzare il tutto con delle scelte cromatiche adeguate, sicuramente essenziale per coinvolgere il lettore dal punto di vista emotivo.

Al Salone del libro erano disponibili per il pubblico i primi due volumi della serie a fumetti: "Ali su El Alamein", già in vendita da febbraio e realizzato da Marco Trecalli, e "In volo per la vita", il secondo volume della collana, disponibile in anteprima per gli appassionati a SalTo22. Quest'ultima graphic novel, narra la storia di tre personaggi: due piloti e un aerosoccorritore dell'Aeronautica Militare in prima linea per salvare vite umane, raccontati dalla penna del giornalista Vincenzo Grienti e illustrati dalla fumettista Katia Ranalli. 

Sempre nella giornata di venerdì 20 maggio è stata presentato al pubblico di SalTo22 un altro volume di pregio edito dall'Aeronautica Militare: "Palazzo Aeronautica: 1931-2021". Il volume, realizzato per i 90 anni del Palazzo, illustra, con ricchezza di argomenti e completezza di immagini, un'architettura che prima di essere materia è pensiero, come ha spiegato il professor Dimitri Ticconi, coautore del volume. Progettato dall'ing. Marino, realizzato in soli due anni e inaugurato a Roma nel 1931, Palazzo Aeronautica era dotato di soluzioni tecniche assolutamente all'avanguardia per l'epoca, tra le quali la posta pneumatica, l'ascensore "Paternoster" e l'"aeromensa" (che poteva accogliere fino a 1500 persone). 

Sabato 20 maggio è stata per l'Aeronautica Militare una giornata dedicata alla presentazione di prodotti editoriali con una spiccata connotazione storica.

In mattinata la presentazione dell'opera "A sud del tropico del Cancro – Esplorazioni aeroterrestri militari italiane nel deserto libico 1930-1939" di Roberto Chiarvetto e Michele Soffiantini.  Il titolo del volume è sufficientemente evocativo da richiamare l'attenzione del lettore con il fascino di orizzonti lontani, ma è anche sufficientemente specifico da metterlo subito a confronto con la vera protagonista della vicenda narrata, che è la Geografia.

La stessa Geografia creò così il palcoscenico di una sorta di Grande Gioco sahariano su cui, mossi da queste pulsioni, si confrontarono italiani, britannici e francesi nel decennio che precede lo scoppio del secondo conflitto mondiale. Di quelle lontane vicende, ricostruite dagli autori con un minuzioso lavoro di ricerca d'archivio, rimangono le dettagliate relazioni compilate dai protagonisti delle missioni di esplorazione dalle quali emerge con prepotenza l'importanza del mezzo aereo. 

Nel tardo pomeriggio, poi, è stato presentato il volume "La Regia Aeronautica nel Dodecaneso" da parte dello stesso autore, il Generale Ispettore Capo (ric) G.A. Basilio Di Martino. L'opera racconta del periodo successivo alla Grande Guerra, quando i trattati di pace diedero all'Italia il possesso di buona parte dell'arcipelago delle Sporadi Meridionali. Il Dodecaneso, come era altrimenti conosciuto, offriva la possibilità di sviluppare un'azione di controllo sul Mare Egeo e, con il crescente sviluppo del mezzo aereo, anche di agire offensivamente contro i terminali petroliferi delle coste siriane e palestinesi, il porto di Alessandria d'Egitto e soprattutto il Canale di Suez. Il Dodecaneso rimase una realtà eccentrica, un'opportunità non colta sia a livello strategico sia a livello operativo, che finì con il privare di significato gli sforzi prodotti a livello tattico e con il vanificare il sacrificio dei combattenti. 

La giornata di venerdì 20 maggio si è conclusa con un panel dedicato alla pubblicazione dell'Aeronautica Militare "La musica e il volo". L'autrice, Enrica Donisi, presente all'evento, ha raccontato al pubblico come la prima metà del Novecento sia stata un periodo di effervescenza per il volo in Italia; personaggi come D'Annunzio, Baracca, De Pinedo, Nobile facevano storia e scalpore con le loro imprese, che venivano puntualmente messe in musica e parole, arricchendo il repertorio dei complessi bandistici. Dall'indagine e dalle considerazioni critiche sulle musiche dedicate all'aviazione e sulla genesi della Banda dell'Aeronautica Militare Italiana è emerso uno spaccato culturale di grande pregio. La ricerca dell'autrice si è estesa agli Stati Uniti, al Giappone, ma soprattutto all'America latina, dove il materiale documentario, in gran parte inedito, ha permesso di scoprire compositori e poeti anche stranieri e di approfondire aspetti poco conosciuti dei più noti, come Pietro Mascagni. 

Nella giornata di domenica 20 maggio, è stato presentato il progetto editoriale "Ultimo satellite all'Equatore" a cura del dott. Giovanni Caprara, editorialista scientifico del Corriere della Sera e autore di numerosi saggi sullo spazio.

Il volume, attraverso accurate ricerche d'archivio presso l'Ufficio Storico dell'Aeronautica Militare ed il supporto fornito dello SMA UGS, ripercorrerà la storia del Generale del Genio Aeronautico Luigi Broglio e del suo impegno, in particolare, negli studi di astronautica (rientro nell'atmosfera di veicoli spaziali, lancio di satelliti artificiali da basi mobili, ecc.). A Broglio è dovuto il "progetto S. Marco", consistente nel lancio da poligono oceanico mobile di satelliti italiani da porsi in orbita equatoriale, realizzato in collaborazione con la NASA. L'Italia vanta un'importante tradizione spaziale ed è in grado di esprimere tutte quelle capacità che fanno parte dell'intero ciclo di una missione spaziale. 

Lunedì 21 maggio, giornata conclusiva del Salone Internazionale del Libro di Torino, è stato illustrato l'ultimo volume dell'Aeronautica Militare, in collaborazione con Giunti Editore, "Frecce Tricolori: l'arte del volo Acrobatico".

Alla presenza del Comandante della Pattuglia Acrobatica Nazionale, T.Col. Stefano Vit, è stata presentata la ristampa di questo volume di pregio ideato per festeggiare i primi 60 anni di storia di uno dei simboli più popolari dell'unità nazionale. Il libro, la cui prima edizione è andata esaurita in pochi mesi, racconta come lo spettacolo straordinario delle esibizioni delle Frecce Tricolori nasca da una perizia tecnica ineguagliabile, da quello spirito di corpo, generosità e profonda intesa senza di cui non ci può essere vittoria.


 Leggi la news sul sito dello Stato Maggiore della Difesa


 Vai al sito del Salone internazionale del libro di Torino 


ALTRE DALLA CATEGORIA

Questo sito utilizza cookie tecnici e analitici, anche di terze parti, per migliorare i servizi.

Se vuoi saperne di più clicca qui. Continuando la navigazione accetterai automaticamente l’utilizzo dei cookie.