Ignora comandi barra multifunzione
Torna a contenuto principale
Ministero della Difesa
Aeronautica Militare
Rivista Aeronautica n. 1/2022
   

Cari lettori,


ci sono dei momenti in cui la vita ti mette davanti ad una nuova sfida, momenti che, per quanto ci si possa preparare, ci colgono sempre di sorpresa. In queste situazioni le parole non aiutano, perché non possono descrivere le tante sfumature e tutti i sentimenti che ci pervadono.

È con questo stato d'animo che scrivo il mio primo editoriale come Direttore Responsabile. Vorrei innanzitutto ringraziare i vertici della Difesa e dell'Aeronautica Militare per avermi concesso l'onore di ricoprire questo prestigioso incarico.

Sento la responsabilità che mi è stata affidata e affronterò l'impegno senza alcuna esitazione o risparmio di forze.

La Rivista Aeronautica, che a breve taglierà il traguardo dei 100 anni, è un patrimonio dell'Aeronautica Militare, faticosamente costruito negli anni e oggi rappresenta un punto di riferimento per tutta la pubblicistica della Forza Armata e dell'intero comparto Difesa.

Il merito di questi traguardi va alle persone che, con il loro impegno e la loro dedizione, realizzano un magazine accattivante che, nei suoi contenuti, è in grado di dosare approfondimenti tecnici e articoli di più ampio respiro, sempre apprezzati dai nostri affezionati lettori, sia in ambito civile che militare.

Proprio perché consapevole del grande valore di questo periodico voglio rivolgere un ringraziamento a quanti mi hanno preceduto e, in particolare, al Col. Stefano Cosci, che ha guidato la Rivista negli ultimi anni: spero di poter proseguire lungo la strada da lui tracciata con la stessa professionalità ampiamente apprezzata e riconosciuta da tutti. Da lui raccolgo il testimone di questa sfida che affronterò insieme alla Redazione, una squadra di veri professionisti, competenti e motivati, i collaboratori che ogni direttore vorrebbe avere al suo fianco, e a tutto il personale del 5° Reparto dello Stato Maggiore dell'Aeronautica.

Mi impegnerò quotidianamente per fare in modo che questa testata possa continuare a raccontare i valori, il ruolo e l'immagine dell'Aeronautica Militare, soprattutto in un momento così particolare, in cui si stanno accendendo i riflettori sul percorso che ci porterà, nel 2023, a celebrare il Centenario della Forza Armata.
"Lavoro di squadra" sarà la mia parola d'ordine, che ci permetterà di raggiungere tutti gli obiettivi condivisi, mantenendo un contatto continuo con il nostro affezionato pubblico.

Non mi resta che augurarvi una buona lettura.

 

Emanuele Salvati

 

Questo sito utilizza cookie tecnici e analitici, anche di terze parti, per migliorare i servizi.

Se vuoi saperne di più clicca qui. Continuando la navigazione accetterai automaticamente l’utilizzo dei cookie.