Ignora comandi barra multifunzione
Torna a contenuto principale
Ministero della Difesa
Aeronautica Militare
Rivista Aeronautica n. 6/2018

Cari lettori,

ho appena assunto l'incarico di Capo del 5° Reparto Comunicazione dello Stato Maggiore dell'Aeronautica e questo mi permette di salutarvi come nuovo direttore editoriale della Rivista Aeronautica. Un compito che mi vede tornare a casa dopo aver svolto due incarichi al di fuori della Forza Armata; prima in ambito interforze, presso il Gabinetto del ministro della Difesa, e poi in ambito diplomatico internazionale presso l'Ambasciata italiana di Abu Dhabi, negli Emirati Arabi Uniti.

Due incarichi esaltanti, diversi, difficili, ma anche molto stimolanti, che mi hanno permesso di rientrare in Aeronautica con un bagaglio di esperienze, conoscenze e rapporti interpersonali molto più ampio e solido. Un patrimonio sul quale potrò contare nella nuova sfida che mi attende. Sfida che è insita nel mondo della comunicazione, che conosco, ma che, per sua natura, è in continuo mutamento. La curiosità, il desiderio d'innovare e di essere sempre interessanti per i nostri lettori, ma soprattutto l'impegno per fornire un servizio preciso, puntuale e completo è da sempre una caratteristica della Rivista Aeronautica, nella sua costante ricerca di nuove e originali forme di comunicazione per far conoscere e valorizzare l'Aeronautica Militare. Il che ne fa uno strumento potente per conseguire il nostro obiettivo, che deve essere non semplicemente quello di destare interesse ma quello di dimostrare come una Forza Armata altamente specializzata e tecnologicamente preparata possa offrire un servizio con immediati benefici non solo per la difesa ma anche per la sicurezza e la tutela del cittadino a fianco del cittadino. Questo, però, impone di mantenersi al passo con i tempi in cui viviamo, in cui tutto e tutti comunicano e dove le trasformazioni sono velocissime e profonde.

In aiuto ci vengono le nuove tecnologie per stabilire e mantenere un contatto costante e ravvicinato con i nostri lettori e, fatto a cui tengo molto, catturare l'attenzione dei giovani, che sono il nostro futuro. Penso alla realtà aumentata, che ha arricchito un prodotto di comunicazione importante come il Calendario A.M. 2019. Siamo stati tra i primi a sperimentare questa nuova forma di comunicazione multimediale e si è dimostrata molto potente. Posso assicurare che troverà spazi sempre maggiori, per amplificare ciò che i nostri lettori già dimostrano di apprezzare. Un "nuovo", quindi, da accogliere senza riserve perché, come amo ricordare, assicuro a tutti voi il massimo impegno nel portare avanti il lavoro di chi mi ha preceduto, con lo sguardo puntato verso il futuro e senza paura di affrontare cambiamenti.

In attesa di proseguire questo bel viaggio insieme alla mia "squadra", colgo l'occasione per formulare gli auguri migliori di un sereno Natale e un buon 2019.

 

Vincenzo Romano

 

Questo sito utilizza cookie tecnici e analitici, anche di terze parti, per migliorare i servizi.

Se vuoi saperne di più clicca qui. Continuando la navigazione accetterai automaticamente l’utilizzo dei cookie.