Ignora comandi barra multifunzione
Torna a contenuto principale
Ministero della Difesa
Aeronautica Militare
Rivista Aeronautica n. 4/2017

«Quando si parla di Aeronautica e di proiezione verso il futuro è fin troppo facile fermarsi agli aspetti tecnologici, mentre la risorsa più preziosa è, e rimane, quella umana, il personale». Così rispondeva il capo di SMA, gen. s.a. Enzo Vecciarelli, intervistato dalla Rivista Aeronautica, a una domanda su quale potesse essere il contributo delle donne e degli uomini in uniforme azzurra all’Aeronautica 4.0. Oggi l’importanza della risorsa umana è, se possibile, ancora maggiore e lo sarà sempre più in quel futuro a cui guarda proprio l’Aeronautica 4.0 che, per dirla sempre con le parole del gen. Vecciarelli, «sarà sicuramente caratterizzato dall’incertezza». Torna, quindi, alla mente la frase, solitamente associata alla teoria di Charles Darwin sull’evoluzione della specie: «Non è la specie più forte che sopravvive, neanche la più intelligente, ma quella che saprà essere più reattiva al cambiamento » che, nel Calendario A.M. 2017, troviamo abbinata alla rappresentazione grafica dell’evoluzione del Potere Aereo attraverso cinque generazioni di velivoli da combattimento.

Un accostamento non casuale, evidentemente, perché, come sottolineò il prof. Luciano Bozzo nel suo intervento alla presentazione del Calendario A.M., la possibilità di «rendere prevedibili quegli scenari che oggi sono obiettivamente sempre più cangianti all’interno del quadro geopolitico» passa attraverso «l’evoluzione tecnologica» e «il cambio di mentalità nella gestione del personale». All’aumentata varietà dei sistemi complessi e caotici prodotti dalla quarta rivoluzione industriale, il prof. Bozzo proponeva, infatti, di rispondere con l’aumentata capacità dell’operatore di far fronte a quella stessa varietà. Perché «la complessità si vince con la complessità, non con la complessificazione, ma lavorando sul fattore umano». Spunti di riflessione che chiamano direttamente in causa uno degli argomenti trattati in questo numero della Rivista Aeronautica: le attività, formazione e addestramento, con cui il Comando delle Scuole costruisce il futuro della Forza Armata attraverso un investimento sul personale, che è determinante per lo sviluppo della Visione dell’Aeronautica Militare e l’assolvimento della Missione. 

Un impegno che ha l’obiettivo di sviluppare il capitale umano dell’A.M. verso due grandi capacità fondamentali: la strutturazione etica, profonda, su cui poggiano la capacità di agire insieme e la capacità di sviluppo e di apprendimento continuo, richieste dalla complessità delle sfide poste da questo turbolento e imprevedibile mondo in cui l’Aeronautica Militare e le Forze Armate sono chiamate a operare. Formazione e addestramento integrati, in particolare, sono la soluzione individuata per valorizzare una risorsa umana, quella che oggi entra in A.M., molto cambiata in questi ultimi anni e per la quale gli approcci tradizionali non sono più adeguati. Ma formazione e addestramento integrati sono anche alla base del progetto formativo sull’azione di comando, la “leadership”, settore in cui la Forza Armata ha sviluppato capacità di eccellenza e che, in prospettiva, vedrà coinvolte, oltre agli ufficiali, altre categorie, per il loro elevatissimo potenziale e per il loro ruolo assolutamente fondamentale per la Missione dell’Aeronautica 4.0. Tutto questo per conseguire ciò che il capo di Stato Maggiore dell’Aeronautica ha definito «un obiettivo che viene prima di qualunque operatività che la Forza Armata sia in grado di esprimere: una solida squadra di donne e di uomini di assoluto valore che possano uniformare e identificare il proprio stile di vita nel servire lo Stato prima di sé stessi, valorizzando in ogni attività il senso di utilità al Paese, desiderosi di rappresentare riferimento e motivo di orgoglio per ogni cittadino italiano». 

Stefano Cosci



 

 

Questo sito utilizza cookie tecnici e analitici, anche di terze parti, per migliorare i servizi.

Se vuoi saperne di più clicca qui. Continuando la navigazione accetterai automaticamente l’utilizzo dei cookie.