Weapon Instructor Course: nuovi istruttori per la linea Eurofighter

Completato positivamente il 40° “Weapon Instructor Course” (WIC) due piloti diventano Weapon Instructor per la linea Eurofighter.

Autore: Magg. Valerio Cavallari

Rispettivamente in forza al 4° Stormo di Grosseto e al 36° Stormo di Gioia del Colle, i due neo istruttori hanno dovuto affrontare un corso lungo ed articolato che è stato strutturato su una fase teorica ed una pratica di volo; quest’ultima organizzata e gestita dal 20° Gruppo OCU (Operational Conversion Unit) – Sezione Standardizzazione e Tattiche Operative – del 4° Stormo, con il supporto dei Weapon Instructor in forza ad altri Reparti che hanno in dotazione il caccia Eurofighter.

Il corso WIC ha consentito ai frequentatori di acquisire competenze specifiche nella risoluzione di problematiche di ordine tattico, attraverso l’applicazione di diverse metodologie di pianificazione nell’esercizio di leadership, nei ruoli di Mission Commander (MC) e Team Leader (TL) e nelle capacità organizzative e comunicative, specialmente in contesti di Large Force Employment (LFE) dove sono presenti diverse tipologie di velivoli, con diverse capacità che il Mission Commander deve essere in grado di gestire, coordinare e rendere interoperabili, per ottenere la massima efficacia e riuscita dell’attività. 

Il completamento di tale corso consente ai piloti formati di essere in grado di ricoprire i ruoli di Tactical Mentor, ovvero di consulenti del Comandante di Stormo e di Gruppo per la gestione ottimale delle capacità del Sistema d’Arma in scenari tattici più o meno complessi, garantendo, nel contempo, la standardizzazione operativa per la Linea Eurofighter.

La 40^ edizione del corso WIC è stata caratterizzata dall’introduzione in linea del nuovo software P2E e dalla possibilità per i piloti frequentatori di poter partecipare alla campagna di lancio dei Missili Iris T; attività, questa, che è gestita dalla Sezione Sistemi del 20° Gruppo OCU del 4° Stormo.

La fase teorica del corso, a gestione Air Warfare Center (AWC), ha previsto una serie di lezioni con tutti i partecipanti al corso provenienti da diversi Enti di Forza Armata. Al termine di questa fase è ha fatto seguito una fase specifica F2000A presso il Reparto Sperimentale Volo (Gruppo Gestione Software), che ha permesso agli istruttori di perfezionare le proprie conoscenze sui sistemi avionici del Sistema d’Arma e relativi Mission Data, ossia tutti quei dati necessari al corretto funzionamento degli apparati, grazie agli insegnamenti di personale di Forza Armata altamente qualificato in collaborazione con quello della ditta Leonardo.  

L’addestramento in volo, invece, è stato articolato in tre distinte fasi. Una prima fase iniziale con combattimento Within Visual Range (WVR), che ha previsto anche missioni “dissimilar” ossia con velivoli diversi dai Caccia, quindi con il T-346A del 212° Gruppo Volo del 61° Stormo.

La fase avanzata, invece, ha consentito agli istruttori frequentatori di impiegare il “Beyond Visual Range” per la risoluzione di problematiche di ordine tattico, peculiari per ogni missione che il velivolo può effettuare, attraverso l’applicazione di diverse metodologie di pianificazione. Questa fase è stata a sua volta suddivisa in una prima parte caratterizzata da attività al simulatore con il supporto della ditta ACS e gli operatori di Leonardo, unitamente a personale qualificato JTAC del 17° Stormo Incursori per l’esecuzione di missioni specifiche aria-suolo, ed una seconda parte caratterizzata invece dall’attività di volo reale effettuata nell’esercitazione “Typhoon Flag 22” presso il 36° Stormo di Gioia del Colle (BA), dove sono state volate anche missioni con i velivoli F35A del 13° Gruppo del 32° Stormo di Amendola (FG) per favorire l’integrazione tra assetti di 4^ e 5^ generazione. In questa fase sono stati coinvolti diversi Reparti quali il 14° Stormo di Pratica di Mare, con gli assetti CAEW e KC-767A, nonché le forze di terra dell’Esercito Italiano appartenenti al  3° Reggimento “Savoia Cavalleria” nonché alle Forze Speciali del 185° RRAO.

La fase finale del corso si è conclusa con una missione complessa (COMAO/LFE) per un impiego integrato e combined con altri assetti. Questa fase è stata effettuata durante l’esercitazione “Cobra Warrior 22-2” dove i frequentatori hanno potuto gestire i velivoli partecipanti alla COMAO, ricoprendo i ruoli di Team Leader e Mission Commander in diverse tipologie di missione quali: Integrated Air Missile Defense, Air Interdiction, Dynamic Targeting, Strategic Attack, NEO, Personell Recovery, Escort con gli assetti della Royal Air Force, German Air Force e USAFE.

Il corso si è poi concluso con la consegna di una tesi assegnata durante la fase teorica.

Il 20° Gruppo OCU (Operational Conversion Unit), quale articolazione del 4° Stormo che dipende dal Comando delle Forze da Combattimento (CFC) di Milano, ha il compito di addestrare i piloti assegnati alla linea F-2000 garantendo la standardizzazione tra i Reparti Operativi Eurofighter, contribuire al Servizio di Sorveglianza dello Spazio Aereo Nazionale, assicurare l’addestramento avanzato attraverso i Corsi Weapon Instructor, validare e coordinare l’implementazione di nuove tattiche, tecniche e procedure nonché supportare il Reparto Sperimentale Volo durante le campagne di verifica operativa del Sistema d’Arma F-2000.

Twitter
LinkedIn
Facebook
WhatsApp
Telegram
Email

ITALIAN
AIR FORCE

MISSION

SPACE AND AEROSPACE

ORGANIZATION

AIRCRAFTS

STORIES AND
TRADITION

HISTORICAL TIMELINE

CENTENARY 1923 - 2023

HISTORICAL MUSEUM

HISTORICAL OFFICE

ITALIAN AIR FORCE
PUBLICATIONS

PUBLICATIONS