TLP: CONCLUSO AD ALBACETE IL FLYING COURSE 2012-6

Al corso, svolto in Spagna presso il Tactical Leadership Programme, hanno preso parte personale e assetti provenienti da 7 Nazioni



Venerdì 30 Novembre, presso la Tactical Leadership Programme (TLP) di Albacete (Spagna), si é concluso il Flying Course 2012-6, a cui hanno preso parte personale e assetti provenienti da 7 Nazioni (Polonia, Francia, Italia, Belgio, Gran Bretagna, Stati Uniti e Spagna) e due velivoli AWACS (Airborne Warning And Control System), uno inglese e uno della NATO, a conferma della connotazione “Joint” che caratterizza l’attività addestrativa effettuata presso il TLP.

L’Aeronautica Militare ha partecipato al corso, iniziato il 5 Novembre, con due Eurofighter del 36º Stormo di Gioia del Colle (BA), due Eurofighter del 4º Stormo di Grosseto (GR), due Tornado IDS del 6º Stormo di Ghedi (BS), due AB.212 e un gruppo di aerosoccorritori, in qualità di “extraction team”, del 9º Stormo di Grazzanise (CE), nell’ambito delle missioni di CSAR (Combat Search and Rescue), un controllore d’intercettazione del 22º Gruppo Radar di Licola (NA), personale del Re.S.T.O.G.E. (Reparto Supporto Tecnico Operativo alla Guerra Elettronica) di Pratica di Mare (RM) e due piloti istruttori del 61º Stormo di Lecce (LE) in qualità di “observers”, al fine di valutare la possibilità di una futura partecipazione dei velivoli di Lecce come “Red Air”.

I risultati conseguiti sono stati eccellenti, sia in termini di sortite volate che di obiettivi addestrativi raggiunti.

Gli equipaggi e il personale di supporto sono stati impegnati, per le quattro settimane di corso, nella pianificazione, condotta ed esecuzione di COMAO (Composite Air Operations – Operazioni Aeree Congiunte) sulla base di scenari che hanno simulato i differenti contesti in cui il potere aereo può essere impiegato. Il livello di sfida con cui i partecipanti si sono confrontati è stato elevato considerata la presenza di numerosi velivoli in qualità di “aggressors”, quali 4 F/A 18 spagnoli, 4 Eurofighter spagnoli, 2 Mirage F1 spagnoli, 2 AV-8 spagnoli, 2 Alphajet francesi, nonché un C295 polacco, un C-160 Francese e un elicottero Puma francese.

Al fine di presentare minacce differenti, per caratteristiche e prestazioni, sono stati inoltre impiegati sistemi GBAD (Nasams) e sistemi JET (J-Band Emitter Threat System).

L’utilizzo del BOSS (Battlefield Operation Support System), sistema Link-16 dotato di complesse capacità di simulazione e in grado di presentare una completa “air picture” ha permesso al personale istruttore del TLP di fornire ai partecipanti missioni molto più complesse e stimolanti, nonché di monitorare in tempo reale l’esecuzione dell’attività pianificata esercitando alcune funzioni di comando e controllo.

Il Tactical Leadership Programme (TLP), che da luglio 2009 ha sede presso la Base aerea di Albacete in Spagna, è un’organizzazione nata sulla base di un “Memorandum d’Intesa” sottoscritto da 10 Nazioni (Italia, Spagna, Stati Uniti, Regno Unito, Francia, Belgio, Olanda, Grecia, Germania e Danimarca). L’Italia ha aderito al TLP come Nazione firmataria nel gennaio 1996. La sua missione è quella di migliorare l’efficacia delle operazioni aeree condotte dalle Forze Alleate promuovendo lo sviluppo delle abilità di leadership assertiva e delle capacità di analisi, pianificazione, esecuzione e valutazione di attività aeree “combined” richieste ad un “mission commander”. Il TLP collabora attivamente con la NATO sulla base di una “Letter of Agreement” firmata dalle due Organizzazioni.







Twitter
LinkedIn
Facebook
WhatsApp
Telegram
Email

ITALIAN
AIR FORCE

MISSION

SPACE AND AEROSPACE

ORGANIZATION

AIRCRAFTS

STORIES AND
TRADITION

HISTORICAL TIMELINE

CENTENARY 1923 - 2023

HISTORICAL MUSEUM

HISTORICAL OFFICE

ITALIAN AIR FORCE
PUBLICATIONS

PUBLICATIONS