Ignora comandi barra multifunzione
Torna a contenuto principale
Ministero della Difesa
Aeronautica Militare
Skip Navigation Links Vetrine > La Scuola di Aerocooperazione
La Scuola di Aerocooperazione
20/11/2018
Ufficio Generale del Capo di SMA

Per presentare la Scuola di Aerocooperazione (SAC), comprenderne la missione ed apprezzare i risultati raggiunti bisogna inquadrarla innanzitutto nel contesto storico in cui è nata.

Fin dal secondo conflitto mondiale si era affermata la consapevolezza dell'efficacia del mezzo aereo ed il convincimento che il connubio "velivolo-truppe" e "velivolo-nave" sarebbe stato un fattore permanente ed inscindibile di ogni possibile evento bellico futuro.

Da qui la necessità di analizzare in ambito nazionale tale "novità", per studiarne i molteplici aspetti e definire le procedure più idonee per il conseguimento dei migliori risultati. Si reputò necessario che la valorizzazione delle nuove tecniche fosse affidata ad un'organizzazione interforze che potesse divulgare i principi e le leggi che governano tale connubio e permeare il più possibile le strutture delle rinnovate Forze Armate.

Nasceva così la Scuola di Aerocooperazione, preposta alla qualificazione del personale delle Forze Armate e dei Corpi armati e non dello Stato, nel settore della aerocooperazione e del telerilevamento.

Fin dalla sua costituzione, nel 1951, la Scuola ha sede presso l'Aeroporto Militare di Guidonia, e fu il frutto della riorganizzazione della Scuola di Osservazione Aerea, costituita nel 1948, che a sua volta aveva ereditato compiti e tradizioni dalle Scuole di Osservazione Aerea di Cerveteri per l'Esercito e di Taranto per la Marina Militare.

La Scuola di Aerocooperazione diveniva così anche una occasione d'incontro tra gli specialisti delle operazioni, in cui condividere le competenze e le peculiarità della propria Forza Armata, anticipando di fatto un concetto ormai divenuto imprescindibile ed imperativo per ogni operazione: l'interoperabilità e l'interforze.

Nel tempo l'attività della Scuola si è notevolmente diversificata interessando settori di importanza strategica per il comparto difesa quali il Joint Terminal Attack Control, il Personnel Recovery, il Joint Targeting, l'interpretazione ed analisi di immagini telerilevate, aeree e satellitari, provenienti da sensori ottici, radar e all'infrarosso.

Attualmente i corsi svolti presso la scuola sono aperti al personale delle Forze Armate e di altre Amministrazioni, ma anche a militari e civili provenienti dai Paesi appartenenti alla NATO ed a quelli del programma PfP (Partnership for Peace).

Nel corso dell'ultimo triennio è stato avviato e perseguito l'ambizioso progetto che ha lanciato la scuola, a pieno titolo, nel panorama internazionale.

Dopo un intenso lavoro che ha notevolmente rimodellato ogni settore della scuola è stata conferita dal Supreme Allied Command for Transformation (ACT) della NATO il "Quality Assurance Accreditation Certificate", che ha attribuito alla stessa la "Unconditional Accreditation" presso l'Alleanza Atlantica, con validità fino al 2024.

Un percorso lungo e faticoso durante il quale l'Istituto ha affrontato e vinto tutte le sfide necessarie a compiere il salto di qualità, dall'attestazione di qualità nazionale alla traduzione in inglese di tutta l'attività addestrativa, passando per la standardizzazione dei processi lavorativi, la revisione dei programmi formativi e la qualificazione di nuovo personale istruttore.

1. logo sac.png

Il catalogo della scuola include oggi molteplici corsi che consentono l'acquisizione di specifiche qualifiche interforze o di Forza Armata.
In particolare nel settore del Telerilevamento, la Scuola svolge corsi per la gestione, interpretazione e analisi operativa di immagini telerilevate, provenienti da diversi tipi di sensori elettro-ottici e RADAR. Somministra corsi per il riconoscimento dei sistemi d'arma terrestri, navali ed aerei e per l'utilizzo della cartografia digitale e fotolettura del territorio.

Oltre alle attività proprie di istituto, la Scuola di Aerocooperazione collabora con vari Enti ed Istituzioni che, in campo nazionale ed europeo, impiegano il telerilevamento aereo e satellitare per l'osservazione della Terra. In particolare, la scuola rappresenta lo Stato Maggiore della Difesa presso il Centro Interpretazione Dati Osservazione della Terra dell'Agenzia Spaziale Italiana, lavora con il Satellite Center dell'UE, tramite il quale condivide esperienze in campo didattico, applicato alle operazioni e con il gruppo di ricerca TELEGEO, che coinvolge anche l'Agenzia Spaziale Europea, l'Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale, il Consiglio Nazionale delle Ricerche, l'Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia ed il Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo.

Nell'ambito dell'Aerocooperazione l'offerta formativa è caratterizzata prevalentemente da corsi per la preparazione nello specifico settore avendo una capacità didattica diversificata e tecnologicamente avanzata grazie anche all'utilizzo del Simulatore VBS3 in dotazione alla Scuola, certificato dalla NATO per l'addestramento dei Joint Terminal Attack Controller (JTAC), attività di punta dell'Istituto. Il Comandante della Scuola è, tra l'altro, la "National Authority" per il rilascio della qualifica dei JTAC.

Si aggiungono il corso Joint Personnel Recovery finalizzato a preparare il personale destinato ad operare nelle aree di pianificazione e conduzione, a livello operativo e/o tattico, di missioni per il "soccorso aereo in ambiente ostile", condotto sotto egida EDA (European Defense Agency), nonchè il corso Joint Targeting che fornisce la formazione di base per il personale di staff destinato presso reparti joint deputati alla gestione del ciclo del targeting in aderenza alle dottrine nazionale e NATO.

Il processo di ammodernamento ed internazionalizzazione che ha interessato la scuola negli ultimi anni è frutto di numerosi progetti di ampliamento e miglioramento dei processi di lavoro interni ma soprattutto dell'aggiornamento attento e costante dell'offerta formativa con i propri corsi ora presenti sul "NATO Educational Training Opportunities Catalogue" (ETOC) dell'Alleanza Atlantica con la massima qualifica di "APPROVED".

L'Istituto di formazione è il primo ed unico della Difesa "NATO Accredited", con questo riconoscimento, la Scuola di Aerocooperazione ha visto premiata ancora una volta la professionalità, la passione e l'impegno del proprio personale in ambito nazionale ed internazionale quale elemento cardine nella formazione specialistica e valenza tecnico-operativa nel campo dell'interpretazione di immagini telerilevate ed in quello della cooperazione aero-terrestre ed aero-navale.

ALTRE DALLA CATEGORIA

Questo sito utilizza cookie tecnici e analitici, anche di terze parti, per migliorare i servizi.

Se vuoi saperne di più clicca qui. Continuando la navigazione accetterai automaticamente l’utilizzo dei cookie.