Ignora comandi barra multifunzione
Torna a contenuto principale
Ministero della Difesa
Aeronautica Militare
Skip Navigation Links Vetrine > Formare, qualificare, specializzare
Formare, qualificare, specializzare
26/06/2017
Ufficio Generale del Capo di SMA

Il Reparto Addestramento Controllo Spazio Aereo (RACSA) dipendente dalla 9ª Brigata Aerea "Intelligence, Surveillance, Target Acquisition and Reconnaissance – Electronic Warfare" (ISTAR – EW), assicura lo svolgimento di corsi di formazione, specializzazione e qualificazione nonché di attività di studio tese al miglioramento professionale ed a una più elevata standardizzazione del personale con funzioni operative presso tutti gli Enti della Difesa Aerea, del Traffico Aereo e della meteorologia. La domanda formativa trova valido accoglimento grazie alla presenza di personale istruttore rispondente ai requisiti previsti dalla normativa nazionale e internazionale, alle numerose aule multimediali necessarie all'apprendimento e per ultimo ma, non meno importante, grazie alla presenza di simulatori di traffico aereo, difesa aerea e meteorologia che migliorano l'apprendimento per la fase pratica. La fase istruzionale viene sviluppata a trecentosessanta gradi presso il Reparto, gli Enti della Forza Armata e gli Enti di altri Dicasteri dello Stato attraverso corsi di formazione basica, avanzata e perfezionamento.

Il traffico aereo

Il settore del traffico aereo parte da un'offerta formativa che permette di acquisire le conoscenze di base necessarie al conseguimento della qualifica di controllore di torre e avvicinamento procedurale, le conoscenze avanzate per sviluppare la capacità di vettoramento radar e la gestione degli aeromobili in aerovia. Vengono inoltre sviluppate le competenze nei corsi di perfezionamento ed alta formazione per diventare un valido istruttore, un valutatore (assessor), un supervisore di sala e per ultimo, ma non meno importante, operare nel campo ispettivo dei servizi di navigazione aerea. 

La difesa aerea

Il settore della difesa aerea parte da una offerta formativa di base con il corso basico sorveglianza che permette di acquisire le conoscenze teoriche essenziali per comprendere le funzioni di difesa aerea e poter operare in sala operativa. Completa il quadro della capacità addestrativa "Difesa Aerea Missilistica Integrata " (D.A.M.I.) un'offerta formativa avanzata necessaria a fornire ai frequentatori tecniche radar e di controllo al fine di supportare i velivoli caccia intercettori ad espletare i compiti di difesa aerea e di controllo dello spazio aereo nonché a fornire contestualmente ai frequentatori le conoscenze per operare in sala radar come controllore tattico e master controller. E' doveroso citare, infine, il perfezionamento conseguito con il corso tactical data link con cui i frequentatori arrivano a pianificare, inizializzare, gestire a livello tecnico operativo i dati ed i messaggi nell'ambito delle varie reti link in uso presso l'Alleanza Atlantica.

La meteorologia

Il settore della meteorologia invece parte da una offerta formativa che inizia con corsi di tecnico meteorologico utile al frequentatore per acquisire cognizioni teoriche e pratiche per un immediato inserimento nelle attività operative del Reparto, corsi di meteorologia generale e meteorologia operativa. Quest'ultimo corso da la possibilità di ottenere un indottrinamento teorico e pratico in accordo a quanto specificato nel manuale NATO – SOALI (Special Operation Air Land Integration).

Il Reparto negli anni è riuscito a sviluppare le medesime attività addestrative in tutti e tre i settori: traffico, difesa e meteorologia, in lingua italiana e, analogamente, in lingua inglese assicurando le lezioni verso tutti i frequentatori appartenenti ai Paesi della NATO nonché a quelli esterni ad essa come il Kuwait, l'Iraq, la Libia, l'Afghanistan.

Tale flessibilità ed interoperabilità sviluppata nel corso degli anni ha fatto si che il RACSA potesse assicurare la medesima attività istruzionale anche presso le scuole e gli istituti di formazione dell'aeronautica militare: dalla scuola specialisti di Caserta passando attraverso la scuola marescialli di Viterbo fino all'accademia aeronautica dove ogni anno vengono svolte lezioni agli allievi ufficiali dei corsi regolari e speciali, sia del ruolo navigante che del ruolo armi.  

Il Reparto fornisce altrettanto supporto addestrativo presso Enti esterni appartenenti ad altri Dicasteri dello Stato come Carabinieri, Guardia di Finanza, Polizia e Vigili del Fuoco. In quest'ultimo caso ogni anno vengono svolti moltissimi corsi per formare Direttori delle Operazioni di Spegnimento (D.O.S.) importanti nella gestione del mezzo aereo per lo spegnimento boschivo. Medesimo supporto operativo è stato svolto durante l'arco dell'anno verso le popolazioni colpite da calamità naturali nei paesi di Norcia ed Amatrice con la partecipazione del proprio personale controllore deputato a gestire il traffico aereo impegnato nelle operazioni di soccorso.

Molte sono invece le collaborazioni che il RACSA effettua verso altri Enti di Forza Armata come il Centro Addestramento Equipaggi Multi Crew di Pratica di Mare mediante l'attività di simulazione congiunta tesa a favorire sia l'addestramento del personale navigante che quello controllore o mediante collaborazioni verso Enti esterni all'aeronautica come ad esempio l'Universita di Tor Vergata Roma 2 dove sono stati sviluppati corsi congiunti inerenti la fisica dell'atmosfera e la meteorologia riservati sia a personale militare che a studenti neolaureati.  

L'efficacia formativa dei corsi è garantita grazie a programmi istruzionali che permettono agli stessi di essere assicurati in modalità continua o modulare. In quest'ultimo caso mediante la suddivisione dei corsi in moduli propedeutici tra loro e con la caratteristica di poterli somministrare al frequentatore in tempistiche differenti nel pieno rispetto della normativa nazionale, NATO, europea e internazionale (ICAO, O.M.M.). Il RACSA infatti per la sola parte addestrativa inerente il controllo del traffico aereo è oggetto di certificazione periodica e relativo controllo da parte dell'Ente Nazionale Aviazione Civile.

Il 6 giugno 2017, in occasione dei dieci anni del Reparto, è stato svolto un workshop dal tema "Le sfide attuali nel controllo dello spazio aereo tra presente e futuro", durante il quale sono state trattate molteplici tematiche: dalle recenti modifiche della normativa vigente, alla gestione dello "scramble" in ambito traffico e difesa aerea, all'impiego degli aeromobili a pilotaggio remoto fino ad analizzare la recente applicazione del free route Italia con notevoli vantaggi dal punto di vista economico, l'implementazione della forza NEC (Network Enabled Capabilities) e del programma ACCS (Air Command and Control System) nella difesa aerea. 

Stemma

Lo stemma del RACSA è di tipo scudo sannitico moderno. Sotto l'acronimo sono rappresentati un'aquila, simbolo della più mirabile espressione del volo, ed uno schermo radar, comune ai settori della Difesa Aerea e del Traffico Aereo e sul quale è simbolicamente.


Cenni storici

La genesi del Reparto di Addestramento Controllo Spazio Aereo è la conseguenza delle successive ristrutturazioni che hanno visto l'Aeronautica Militare trasformarsi in una Forza Armata sempre più snella, dinamica e moderna, e che nello specifico settore di competenza del Reparto ha visto nel 2007 la fusione di due branche del Controllo Spazio Aereo: il Controllo del Traffico Aereo e quello della Difesa Aerea.

Per quanto concerne il settore del Traffico Aereo, l'origine risale al 15 giugno 1962, quando il "Centro Addestramento Controllori Circolazione Aerea" fu fondato sull'aeroporto militare di Ciampino (Roma). Il Centro fu posto sotto il comando dell'Ispettorato per le Telecomunicazioni e l'Assistenza al Volo (I.T.A.V.) e portò avanti la formazione dei Controllori al Traffico Aereo e quella degli Assistenti che, al tempo, era esclusivamente competenza militare.

Il 3 febbraio 1965 la denominazione fu cambiata in "Centro Addestramento Nazionale Controllori Traffico Aereo".

Il primo gennaio 1967, il Centro venne posto sotto il comando del "Comando Generale delle Scuole" e fu rinominato "Centro addestramento Assistenza al Volo" e più tardi, ancora in "Scuola Assistenza al Volo – S.A.V.".
Il primo settembre 1979 la "S.A.V." prese il nome di "Centro Tecnico Addestrativo Telecomunicazioni ed Assistenza al Volo" (C.T.A.-T.L.C./A.V.) con sede sull'aeroporto militare di Pratica di Mare, alle dipendenze dell'I.T.A.V.. Il Centro era anche responsabile dell'addestramento e della manutenzione nel campo delle telecomunicazioni e dell'assistenza al volo, che in origine venivano gestite dal "Centro Tecnico Addestrativo" situato a Terricola (Roma).

Nei primi anni '80, a seguito del processo di smilitarizzazione di parte del personale responsabile per i Servizi del Traffico Aereo, la responsabilità dell'addestramento del personale civile fu trasferita ad un'organizzazione per il traffico aereo civile creata appositamente per tale compito.
Il "C.T.A.-T.L.C./A.V.", il 10 novembre 1985, divenne "Reparto Tecnico Addestrativo Telecomunicazioni ed Assistenza al Volo (R.T.A.-T.L.C./A.V.), guadagnando, di conseguenza, competenze nel campo dei sistemi automatici computerizzati.

Il 14 giugno 1989 fu assegnata al "R.T.A.-T.L.C./A.V." la "Bandiera d'Istituto" (importante emblema istituzionale) con decreto del Presidente della Repubblica, presentata in seguito dal Capo di Stato Maggiore dell'Aeronautica Militare pro-tempore il 5 ottobre 1990.

Con la riorganizzazione degli Alti Comandi delle Forze Armate, il primo marzo 1999, la responsabilità della formazione professionale del personale relativo al Traffico Aereo e ai Servizi per la Meteorologia fu transitata al neo-costituito "Reparto Addestramento Assistenza al Volo" (R.A.A.V.) alle dipendenze della Brigata Spazio Aereo/Comando Squadra Aerea fino alla fusione, il primo marzo 2007, con l'altro settore del Controllo dello Spazio Aereo: la Difesa Aerea.

Infatti, facendo un passo indietro, nel primo dopoguerra, la Forza Armata sentì l'esigenza di costruire una scuola di Difesa Aerea dotata di personale altamente qualificato e di mezzi tecnico-didattici moderni ed efficienti ed affidò al Gen. Aristide De Vincenti la missione di costruire un polo Tecnico-Addestrativo dedicato alla formazione del personale ed allo sviluppo della Tecnica RADAR. Nacque così nel 1952 il "Centro di Difesa Aerea Territoriale" (D.A.T.) sul sedime di Borgo Piave – Latina, che raggiunse in breve un elevato standard qualitativo in termini di efficienza e risultati.
La professionalità raggiunta fece sì che il sito venne prescelto nel 1959 quale sede della Scuola di Comunicazione N.A.T.O.

Nel 1962 il Centro D.A.T. con l'attribuzione di responsabilità tecnico-manutentive, cambiò denominazione in "Centro Tecnico Addestrativo – Difesa Aerea" (C.T.A.-D.A.) e passò alle dipendenze dell'I.T.A.V.
Nel 1972 venne installato a Borgo Piave un sito operativo "NATO Air Defence Ground Environment" (N.A.D.G.E.) al quale furono assegnati compiti addestrativi di sviluppo e sperimentazione nel campo dell'automazione della Difesa Aerea.

Dieci anni dopo venne assegnata al Centro la responsabilità dello sviluppo e della gestione del "Sistema Informatico Logistico Integrato" (S.I.L.I.).

Nel 1985 il C.T.A.-D.A. venne elevato, proprio in virtù delle rilevanti potenzialità acquisite, a "Brigata Tecnica Addestrativa – Difesa Aerea" (B.T.A.-D.A.), articolata su due Reparti principali:
Reparto Addestramento e Sviluppo e 7° Reparto Manutenzione RADAR.
Il primo marzo del 1999 l'A.M. venne riorganizzata strutturalmente e, in conseguenza di ciò, la B.T.A.-D.A. scomparve dando vita a due nuovi Enti: Il "Reparto Addestramento Controllo Spazio Aereo" (R.A.C.S.A.), alle dipendenze della Brigata Spazio Aereo / Comando Squadra Aerea, che ereditò dal B.T.A.-D.A. i settori operativo, addestrativo e di supporto e Il "7° Reparto Tecnico Operativo" (R.T.O.), alle dipendenze del Comando Logistico, a cui venne affidata la manutenzione ed il controllo di qualità dei sistemi RADAR della Forza Armata.

Dal primo marzo 2007 tutti i compiti del R.A.A.V. di Pratica di Mare e quelli di formazione e aggiornamento del personale della Difesa Aerea del "vecchio" R.A.C.S.A. di Borgo Piave sono stati acquisiti dal "nuovo" R.A.C.S.A. con la rilocazione del Reparto sul sedime aeroportuale di Pratica di Mare e alle dipendenze dalla 9ª Brigata Aerea "Intelligence, Surveillance, Target Acquisition and Reconnaissance – Electronic Warfare" (ISTAR – EW).

ALTRE DALLA CATEGORIA

Questo sito utilizza cookie tecnici e analitici, anche di terze parti, per migliorare i servizi.

Se vuoi saperne di più clicca qui. Continuando la navigazione accetterai automaticamente l’utilizzo dei cookie.