Ignora comandi barra multifunzione
Torna a contenuto principale
Ministero della Difesa
Aeronautica Militare
Skip Navigation Links Vetrine > Addestramento alla sopravvivenza
Addestramento alla sopravvivenza
08/08/2017
Ufficio Generale del Capo di SMA

Sono dislocati sul territorio nazionale i Reparti della Forza Armata che garantiscono il supporto tecnico-logistico necessario allo svolgimento dei corsi di sopravvivenza al mare o in montagna per il personale navigante o per gli allievi in istruzione.

Tali Enti, al contempo, spesso situati in posizioni strategiche, svolgono quotidianamente i compiti istituzionali ad essi assegnati come, ad esempio:

- garantire il funzionamento e la manutenzione degli apparati meteo di Forza Armata e Telecomunicazioni, anche di altre Forze Armate o Corpi dello Stato, spesso con carattere di continuità 24 ore su 24;

- assicurare l'effettuazione dei rilievi meteorologici e il servizio Meteomont;

- dare assistenza ai velivoli di passaggio;

- organizzare i corsi di sopravvivenza.

Addestrare ogni singolo allievo, pilota, equipaggio sia nel periodo invernale che in quello estivo, rappresenta una fetta importante di attività per questi Enti della Forza Armata, classificati Organismi di Protezione Sociale che grazie alla propria strategica posizione geografica, permettono la preparazione del personale alla sopravvivenza in mare e in montagna, spesso in condizioni particolarmente impervie.

Durante l'anno gli Organismi di Protezione Sociale supportano numerose esercitazioni, molte delle quali utilizzano gli elicotteri per simulare l'individuazione ed il successivo recupero di equipaggi dispersi a seguito di incidente di volo. Queste importanti attività hanno lo scopo di consolidare le conoscenze sulle tecniche di sopravvivenza che il personale navigante deve seguire per superare i pericoli derivanti dall'ambiente marino o montano. Le esercitazioni di sopravvivenza in montagna, in particolare, svolte in condizioni di emergenza e criticità, sono orientate ad affrontare le difficoltà pratiche sul terreno, le tecniche di sfruttamento ottimale dell'ambiente circostante (ricerca di acqua e cibo) e dei mezzi a disposizione, gli aspetti psicologici e fisici della sopravvivenza, le tecniche di soccorso e recupero di personale in zone inaccessibili con elicottero dotato di un verricello. 

Gli Organismi di Protezione Sociale, svolgono inoltre attività di carattere socio-ricreativo, culturale, sportivo con lo scopo di promuovere i vincoli sociali tra il personale, in servizio o in quiescenza, sviluppare rapporti di convivenza e di relazione con le realtà esterne per realizzare la migliore integrazione, trascorrere periodi di recupero psico-fisico in località con peculiari caratteristiche climatiche ed ambientali. 

Gli Enti che maggiormente supportano i corsi di sopravvivenza in relazione alle disponibilità alloggiative sono i seguenti:

Distaccamento Aeroportuale Aeronautica Militare di Alghero (SS)

Il Distaccamento Aeroportuale  di Alghero (SS), ubicato all'interno del sedime dell'aeroporto internazionale di Alghero-Fertilia, fornisce assistenza ai velivoli di passaggio militari e di Stato nazionali ed esteri, ai voli sanitari, addestrativi, a quelli per esigenze di protezione civile, per esigenze di polizia penitenziaria, della Guardia di Finanza, per la lotta al contrabbando ed al traffico di droga. Inoltre il Distaccamento effettua corsi di sopravvivenza in mare per gli allievi dell'Accademia Aeronautica e corsi di familiarizzazione alla sopravvivenza in mare per gli allievi della Scuola Douhet presso la Base Logistica di Porto Conte. Altro compito, del tutto diverso ma egualmente importante, è quello di fornire assistenza ai teleposti di Monte Doglia, Capo Caccia e Monte Limbara; effettuare le previste manutenzioni ai sistemi di ausilio alla navigazione aerea VOR e Tacan ed alle telecomunicazioni e, in ultimo, assicurare i servizi connessi alle attività degli organismi di protezione sociale. Per tale ultimo compito, il Distaccamento nel periodo estivo dispone di alloggi e della struttura del soggiorno marino.

Distaccamento Aeronautica Montescuro (CS)

Il Distaccamento Aeronautico di Montescuro in questa attuale configurazione è stato costituito il 13 marzo 1997 con l'unificazione tra il preesistente Distaccamento A.M. ed il Teleposto  TLC/Meteo. La costruzione delle infrastrutture Distaccamento ed Aerostello Silano risale però agli anni che vanno dal 1953 al 1957 all'interno della Foresta Demaniale denominata Sila di Tasso, nel territorio del Comune di Celico in provincia di Cosenza e ubicate ad un'altitudine di 1500 metri s.l.m. a 30 km. ad est dalla città di Cosenza.

Il Distaccamento Aeronautico di Montescuro assicura il supporto tecnico – logistico al Centro di Sopravvivenza in Montagna del Comando Scuole/3^ Regione Aerea di Bari, garantisce il funzionamento e la manutenzione degli apparati di telecomunicazione e meteo di Forza Armata con carattere di continuità 24 ore su 24, garantisce l'ospitalità ad apparati telecomunicazione dell'Esercito Italiano e del Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di Porto, assicura l'effettuazione dei rilievi meteorologici, svolge durante l'anno l'attività di protezione sociale a favore degli appartenenti alle FF. AA. ed ai loro familiari. Nell'ambito del Distaccamento trova luogo l'aerostello silano, manufatto destinato a organismo di protezione sociale.

Distaccamento Aeronautico Dobbiaco (BZ)

Le vicende storiche del Distaccamento Aeroportuale di Dobbiaco hanno radici nei primi del '900. Già durante la 1ª Guerra Mondiale risultava infatti l'esistenza di una pista, che fungeva da aeroporto di appoggio per le truppe austriache e di una struttura logistica denominata "Villa Irma".

Alla fine degli anni '30 la piana divenne di interesse per la Regia Aeronautica per l'addestramento ai voli invernali; nel 1938 il Ministro dell'Aeronautica approvò il progetto per la costruzione del Campo di Fortuna di Dobbiaco dedicato principalmente ad atterraggi non programmati e all'addestramento su terreno innevato e decretò l'acquisizione della vicina Villa Irma per esigenze logistiche.

Oggi le funzioni del Distaccamento Aeroportuale di Dobbiaco, intitolato a Mario Pezzi, consistono nel fornire il supporto logistico ai frequentatori dei corsi estivi e  invernali di sopravvivenza in montagna ( personale del ruolo navigante ), gestire l'aeroporto – il più elevato in quota del Paese - ove vengono svolti addestramenti in alta quota di equipaggi fissi di volo di tutte le Forze Armate e attività di volo a vela e attività civili del locale Aeroclub; fornire continuativamente elementi per la raccolta e la gestione dei dati meteorologici necessari all'attività di volo,  per esigenze nazionali e di Protezione Civile. Tra i compiti del Distaccamento anche il monitoraggio delle precipitazioni e il servizio Meteomont espletato per tutto il periodo invernale. Infine svolgere la funzione di organismo di protezione sociale, ospitando le famiglie del personale militare dell'Aeronautica Militare e civile del Ministero della Difesa presso "Villa Irma".

17° Stormo Incursori - Furbara (Roma)

Il 17° Stormo Incursori, situato sul sedime dell'Aeroporto di Furbara, è stato costituito nel 2008, a seguito della trasformazione del Reparto Incursori, riprendendo la tradizione degli Arditi Distruttori della Regia Aeronautica (A.D.R.A.), specifiche unità di paracadutisti  in grado di operare con rapidità ed incisività, con tempi brevissimi di preavviso e reazione. 

La missione assegnata al 17° Stormo Incursori è quella di condurre l'intero spettro delle Operazioni Speciali che dottrinalmente afferiscono alla Ricognizione Speciale ed  all'assistenza militare. Al 17° Stormo Incursori sono demandate anche alcune capacità di prevalente interesse aeronautico quali l'individuazione e neutralizzazione obiettivi aeronautici e quelle di provvedere all'addestramento del personale; i nuovi incursori vengono infatti selezionati e formati presso lo Stormo, attraverso il corso B.I.A.M. (Basico Incursori Aeronautica Militare), della durata di circa 14 mesi.

Oltre al B.I.A.M. (Basico Incursori Aeronautica Militare), a Furbara si effettuano i corsi di sopravvivenza in diverse condizioni ambientali (mare e montagna) e corsi organizzati per il riconoscimento e la disattivazione di ordigni esplosivi.

Ai suddetti corsi partecipano ogni anno circa 600 militari che utilizzano i bungalow del soggiorno marino siti all'interno del sedime aeroportuale dello Stormo, per fini alloggiativi durante il periodo del corso. Le aree dell'adiacente campeggio sono utilizzate soprattutto per esercitazioni di Forza Armata nonché per esercitazioni organizzate in collaborazione con il World Food Programme dell'ONU.

Durante la stagione estiva le strutture vengono date disponibili per le attività  ricreative del personale, militare e civile, di tutte le Forze Armate italiane e di altri paesi europei inseriti nel programma di scambi di soggiorni CLIMS.

Isola Palmaria (SP)

Sull'isola Palmaria, situata nel mar Ligure all'estremità occidentale del Golfo della Spezia, sorge una struttura dell'Aeronautica Militare, ubicata sul territorio del Comune di Portovenere (SP). Il primo utilizzo da parte dell'Aeronautica Militare dell'area sull'isola Palmaria, come tendopoli provvisoria, risale già ai primi anni '50.

Presso le strutture dell'Isola Palmaria, si svolgono, nell'arco dell'anno, diverse attività, tra cui i corsi ed esercitazioni di recupero e sopravvivenza a mare per il personale navigante e per gli allievi dell'Accademia Aeronautica di Pozzuoli, i corsi per le nozioni basiche alle tecniche di sopravvivenza ambientale per gli allievi dell'Opera Nazionale Figli degli Aviatori (O.N.F.A.) dell'Istituto "Umberto Maddalena" di Cadimare con il supporto di istruttori Aerosoccorritori del 17° Stormo di Furbara, i corsi di Team-Building per gli allievi O.N.F.A. di Cadimare con il personale del Reparto per la Formazione Didattica e Manageriale di Firenze. Nel periodo estivo la struttura è classificata organismo di protezione sociale a favore del personale militare e civile della Forza Armata, in servizio ed in quiescenza.

Distaccamento Aeronautico di Monte Terminillo (RI)

Il Distaccamento Aeronautico di Monte Terminillo sorge in località "prato Rocco" Pian de Valli in Provincia di Rieti a 1618 mt. di quota. Il complesso logistico è formato da due immobili ed è destinato ad ospitare il personale frequentatore dei corsi di sopravvivenza in montagna, che si tengono periodicamente durante la stagione invernale. Il Distaccamento, inoltre, fornisce il supporto logistico-amministrativo al coubicato Teleposto Telecomunicazioni/Meteo di Monte Terminillo, assicurando, durante la stagione invernale, il raggiungimento del sito mediante battipista cingolato da neve. Il Distaccamento, inoltre, in qualità di organismo di protezione sociale, offre altresì ospitalità per brevi turni di soggiorno, sia nei periodi invernali che estivi, per il recupero psico-fisico del personale della Forza Armata e relativi familiari.

ALTRE DALLA CATEGORIA

Questo sito utilizza cookie tecnici e analitici, anche di terze parti, per migliorare i servizi.

Se vuoi saperne di più clicca qui. Continuando la navigazione accetterai automaticamente l’utilizzo dei cookie.