Ignora comandi barra multifunzione
Torna a contenuto principale
Ministero della Difesa
Aeronautica Militare
Skip Navigation Links Vetrine > La formazione alla leadership
La formazione alla leadership
20/06/2018
Ufficio Generale del Capo di SMA


Un grande risultato si raggiunge solo attraverso la coesione e la condivisione. Non esiste un leader senza una leadership di processo, senza cioè team coesi, orientati al raggiungimento di obiettivi condivisi, in cui le competenze di ciascun membro convergono all'interno del gruppo. Correva l'anno 2010 quando l'Aeronautica Militare iniziava la sua ricerca nel settore della formazione alla leadership, interrogandosi su quali fossero i metodi e le strategie didattiche più efficaci per formare il proprio personale in una delle competenze più importanti per il successo di qualsiasi organizzazione.

In tal senso, l'Aeronautica Militare ha definito la leadership come una "relazione di influenza reciproca e biunivoca tra i capi e i loro collaboratori a ogni livello gerarchico, tra 'leader' e 'follower', volta a perseguire scopi condivisi e ad aggiungere valore alle persone".

Il modello di leadership dell'Aeronautica Militare adotta un approccio socio-antropologico e neuroscientifico che indaga le caratteristiche della mente umana, la sua fisiologia e i suoi limiti e la sua naturale propensione a sviluppare dinamiche di gruppo sinergiche per affrontare le sfide dell'ambiente circostante connotato da crescente complessità ed incertezza (il cosiddetto "ambiente V.I.C.A.R.": volatile, incerto, complesso, ambiguo, rapidamente mutevole).

L'investimento sulla leadership assume un'importanza fondamentale ed è proprio con questo obiettivo principale che il 1° gennaio 2014 nasceva a Firenze il Reparto di Formazione Didattica e Manageriale (Re.Fo.Di.Ma.), una scuola, posta alle dipendenze dell'Istituto di Scienze Militari Aeronautiche, che ha il compito di svolgere attività di formazione e di ricerca/sviluppo nei settori delle metodologie didattiche e delle competenze manageriali.

Il Reparto fiorentino rappresenta il focal point in Aeronautica Militare per la metodologia e-learning e la formazione alla leadership, con la peculiarità di fornire una formazione orientata all'impiego e all'operatività, qualificando figure professionali quali formatori ed istruttori, tutor e-learning, advisors per le operazioni fuori dai confini nazionali e, in ambito manageriale, project manager militari.




Il Reparto di Formazione Didattica e Manageriale (Re.Fo.Di.Ma.) è inoltre responsabile della formazione di figure professionali che a diverso titolo si occupano di progettare e valutare i percorsi formativi. Ciò si concretizza nei corsi sulla progettazione e la valutazione didattica per responsabili della formazione, nel quale vengono fornite tecniche e strumenti avanzati indispensabili per realizzare momenti formativi improntati alla massima efficacia.

In collaborazione con l'Università di Firenze, inoltre, il Reparto promuove anche corsi di Alta Formazione, nello specifico per Formatori alla Leadership, per l'ambito manageriale, e per Formatori di 2° livello sulle nuove metodologie formative (formazione esperienziale/outdoor) per i metodi didattici innovativi. La maggior parte dei corsi del Reparto per la Formazione Didattica e Manageriale è aperta, oltre che ai dipendenti del Ministero Difesa, anche a personale non appartenente all'Amministrazione Difesa che ne faccia motivata richiesta per scopi professionali.



A distanza di qualche anno dalla riprogettazione sistemica della formazione alla leadership in tutte le realtà formative dell'Aeronautica Militare, è nata l'idea di organizzare una conferenza nazionale sulla formazione alla leadership, con lo scopo di condividere, con studiosi e organizzatori, contenuti, ricerche e buone pratiche che hanno portato l'Aeronautica Militare a dotarsi di un proprio modello di formazione alla leadership, ritenuto all'avanguardia e basato sulle più recenti scoperte scientifiche di settore.

Il giorno 20 giugno presso il Reparto di Firenze si sono incontrati rappresentanti delle istituzioni, del mondo accademico, dell'industria, della ricerca, della Difesa e le più alte cariche dell'Aeronautica Militare per la "Conferenza nazionale sulla formazione alla leadership".


1 DSC_9297.jpgWhatsApp Image 2018-06-20 at 16.34.26.jpegWhatsApp Image 2018-06-20 at 16.57.06.jpegWhatsApp Image 2018-06-20 at 16.35.50.jpegDSC_9234.jpgDSC_9146.JPGDSC_9177.JPGDSC_9277.jpgDSC_9364.jpgDSC_9281.jpgDSC_9282.jpgDSC_93672.jpg

La conferenza si è sviluppata attraverso quattro temi portanti, intimamente connessi tra loro, che corrispondono a quattro panel tematici distinti:

IL CONTESTO: LEADERSHIP E AMBIENTE VICAR (PANEL 1)

Caratteristiche e funzionamento dei sistemi adattivi complessi. La conoscenza dei meccanismi di funzionamento di questi sistemi è fondamentale per accrescere la consapevolezza personale, relazionale e di contesto dei leader e dei follower moderni.

In generale, la comprensione dell'ambiente VICAR, acronimo degli elementi che caratterizzano l'attuale scenario geopolitico, economico, sociale, culturale e tecnologico (Volatili, Incerti, Complessi, Ambigui e Rapidamente mutanti), serve a capirne l'influenza sui meccanismi della leadership all'interno di un'organizzazione (influenza sugli approcci, sulle decisioni, sugli stili relazionali, sulle competenze da sviluppare, etc.).

GLI ATTORI: LEADERSHIP E NEUROSCIENZE (PANEL 2)

Il comportamento umano è condizionato dalle modalità di funzionamento dei processi biologici e chimici della rete neurale che compone il nostro sistema nervoso centrale e periferico, dunque il nostro cervello. Capire quali meccanismi sono alla base dei nostri comportamenti e delle nostre scelte quotidiane serve a definire con precisione la cornice concettuale entro cui si muove e si sviluppa la relazione di influenza tra leader e follower.

SVILUPPO DEGLI ATTORI: LEADERSHIP E FORMAZIONE (PANEL 3)

Il fenomeno della neuroplasticità ha evidenziato come i processi di connessione neurale del cervello siano in costante e dinamica trasformazione. Questa trasformazione non è data per scontata, ma può essere guidata, ottimizzata e resa efficace ed efficiente, attraverso dedicati processi formativi ed autoriflessivi.

Strategico appare pertanto il ruolo della formazione alla leadership all'interno delle organizzazioni. Una formazione quanto più possibile "continua", sapientemente progettata con strategie e metodi idonei allo sviluppo efficace della competenza della leadership/followership a tutti i livelli.

SVILUPPO ORGANIZZATIVO: LEADERSHIP PER L'INNOVAZIONE NELLE ORGANIZZAZIONI (PANEL 5)

Cosa permette alle organizzazioni che hanno a cuore il proprio futuro di resistere agli urti di una realtà in costante divenire, di continuare ad essere sempre al passo coi tempi, di prosperare assecondando – e non resistendo – ai cambiamenti e allo stesso tempo mantenendo inalterati sia la propria sostenibilità che il proprio "vantaggio competitivo"? Questa la tematica cardine del PANEL 5, che chiude l'evento con uno sguardo al futuro nell'ottica della trasformazione e del miglioramento continuo.

A fare da collante ai tempi portanti, nel PANEL 4, le testimonianze dei Distinguished Speakers, che hanno aperto una finestra significativa su alcuni aspetti chiave della leadership nelle organizzazioni di successo.


ALTRE DALLA CATEGORIA

Questo sito utilizza cookie tecnici e analitici, anche di terze parti, per migliorare i servizi.

Se vuoi saperne di più clicca qui. Continuando la navigazione accetterai automaticamente l’utilizzo dei cookie.