Ignora comandi barra multifunzione
Torna a contenuto principale
Ministero della Difesa
Aeronautica Militare
Skip Navigation Links Vetrine > La Difesa Aerea Missilistica integrata
La Difesa Aerea Missilistica integrata
07/09/2017
Ufficio Generale del Capo di SMA

​Il Reparto DAMI (Difesa Aerea Missilistica Integrata) nasce il 15 marzo 2017, a seguito della revisione ordinativa del Comando Operazioni Aeree (COA) di Poggio Renatico, che ha sancito la riorganizzazione dell'ARS (Air Control Centre, Recognized Air Picture Production Centre, Sensor Fusion Post) in Reparto Difesa Aerea Missilistica Integrata (Reparto DAMI).

Al nuovo Reparto, da cui dipendono il neo-costituito 11° Gruppo DAMI (co-ubicato a Poggio Renatico) ed il 22° Gruppo Radar A.M. di Licola (NA), sono assegnate funzioni di coordinamento e supervisione delle due unità operative italiane integrate nel sistema di Difesa Aerea Nazionale e NATO. Il Reparto, pertanto, rappresenta un punto di riferimento per l'Aeronautica Militare e la NATO in materia di Difesa Aerea Missilistica Integrata.

Sin dalla sua costituzione nel 1923, l'Aeronautica Militare ha come compito operativo primario quello di assicurare la difesa dello spazio aereo nazionale. La Difesa Aerea rappresenta il compito naturale, la ragion d'essere dell'Aeronautica Militare ed il sistema di Difesa Aerea Nazionale, gestito direttamente dalle sale operative dell'11° Gruppo DAMI e del 22° Gruppo Radar A.M. di Licola, attraverso il controllo e l'impiego di sensori radar e capacità radio disseminati su tutto il territorio nazionale, forma idealmente un ombrello protettivo.

Dalle sale operative dei due Gruppi, meglio noti con i loro nominativi storici di "Pioppo" (11° Gruppo) e "Barca" (22° Gruppo), i controllori della difesa aerea sorvegliano lo spazio aereo nazionale ventiquattr'ore al giorno, 365 giorni l'anno, per avvistare ed identificare tutto il traffico aereo. Da queste stesse sale viene rilanciato l'ordine di decollo immediato, in gergo tecnico scramble, ad una delle coppie di Eurofighter che, dislocate sul territorio nazionale, sono sempre pronte al decollo in pochi minuti. Il controllore guidacaccia di Pioppo o di Barca è quindi responsabile di condurre la coppia di Eurofighter all'intercettazione del velivolo sospetto, applicando gli ordini ricevuti dal Comando sovraordinato.

Oltre a garantire la sorveglianza dei cieli italiani, in ambito NATO il Reparto DAMI, tramite  l'11° Gruppo DAMI ed il 22° Gruppo Radar, concorre alla sicurezza dello spazio aereo di Paesi limitrofi come la Slovenia e l'Albania. Inoltre – in virtù di impegni internazionali assunti dall'Italia con la NATO – il Reparto fornisce il qualificato contributo di controllori di difesa aera nell'ambito dell'operazione Interim Air Policing (difesa dello spazio aereo dell'Islanda) e dell'operazione Baltic Air Policing (integrità dello spazio aereo sui cieli di Lituania, Estonia e Lettonia).

Le capacità di scoperta e sorveglianza dell'11° Gruppo DAMI e del 22° Gruppo Radar vengono ulteriormente potenziate dall'integrazione e dall'impiego di sistemi dedicati come i velivoli AWACS (Airborne Warning and Control System) della NATO, i sensori imbarcati su navi ADS (Air Defense Ship) ed il velivolo Gulfstream G550 CAEW, il nuovo aereo da scoperta dell'Aeronautica Militare il cui personale controllore è costituito, per la maggior parte, da uomini e donne con precedenti esperienze presso le sale operative di Pioppo e Barca radar.

Tra tutti i paesi del Patto Atlantico, l'11° Gruppo DAMI di Poggio Renatico è stato il primo sito di difesa aerea ad impiegare il nuovo sistema NATO Air Command and Control System (ACCS) in operazioni reali. Tale primato ha testimoniato il costante impegno del Reparto DAMI e dei suoi uomini e donne nell'aggiornamento continuo sui nuovi sistemi di comando e controllo, per garantire alla collettività un servizio sempre all'avanguardia e corrispondente alle esigenze degli attuali scenari internazionali. Il nuovo sistema di comando e controllo sostituirà, nel prossimo futuro, gli attuali sistemi di difesa aerea in dotazione all'Aeronautica Militare e alla NATO, permettendo in questo modo di gestire, con un'unica interfaccia software, tutte le missioni aeree sin dalle prime fasi di pianificazione. Grazie a questo risultato, presso il Reparto DAMI e l'11° Gruppo DAMI di Poggio Renatico, vengono effettuate visite e seminari a favore del personale degli altri paesi NATO in procinto di adottare il nuovo sistema ACCS.

Il Reparto ed i gruppi dipendenti assicurano, inoltre, la disponibilità di personale qualificato per soddisfare le esigenze di Forza Armata durante l'esecuzione di attività aeree complesse ed esercitazioni interforze e NATO, oltre a garantire il supporto dalle proprie sale operative durante eventi di particolare risonanza. E' ciò che avviene in occasione di grandi eventi quali i summit internazionali, i G7, le visite di Capi di Stato, le riunioni di vertice, dove la presenza e l'impiego del personale del Reparto DAMI è un elemento imprescindibile per l'organizzazione della difesa aerea.

Il Reparto DAMI, oltre ad assicurarne quotidianamente l'impiego del proprio personale nelle sale operative sul territorio nazionale, ne garantisce poi, data l'alta specificità, l'impiego presso gli enti NATO in Italia e all'estero ed in particolare di quelle strutture fondamentali per il sistema di comando e controllo del Patto Atlantico.

ALTRE DALLA CATEGORIA

Questo sito utilizza cookie tecnici e analitici, anche di terze parti, per migliorare i servizi.

Se vuoi saperne di più clicca qui. Continuando la navigazione accetterai automaticamente l’utilizzo dei cookie.