Ignora comandi barra multifunzione
Torna a contenuto principale
Ministero della Difesa
Aeronautica Militare
Skip Navigation Links Vetrine > Gli operatori cinofili
Gli operatori cinofili
24/07/2017
Ufficio Generale del Capo di SMA

Il Centro Cinofili dell'Aeronautica Militare è il Reparto che si occupa della formazione degli operatori cinofili e dell'addestramento dei cani per la ricerca di esplosivi (attività denominata Explosive Detection Dog - E.D.D.) a supporto delle unità Force Protection, sia in territorio nazionale che fuori dai confini nazionali, in risposta alla sempre più crescente domanda di sicurezza a protezione di obiettivi sensibili.

Il Centro, costituito a Grosseto nel 2006, ha saputo interpretare l'accresciuta richiesta di sicurezza da parte di molti Reparti della Forza Armata e, nel quadro dell'attuale sistema geo politico e delle minacce di possibili attacchi terroristici, si è posto al centro dell'attenzione con il lavoro di unità cinofile K9 anti esplosivo, diventando così polo di riferimento per professionalità e competenza, in un settore sempre più vitale e strategico per l'Aeronautica Militare.

La formazione delle unità cinofile K9, particolarmente importante e delicata, prevede un iter di selezione dei candidati per l'acquisizione della qualifica di operatore cinofilo, una fase di tirocinio ed un corso articolato in fasi e moduli addestrativi con esami a sbarramento, della durata complessiva di 10 mesi circa.

Il Centro Cinofili provvede direttamente alla selezione ed all'addestramento dei quadrupedi attraverso l'applicazione di un rigido disciplinare per la scelta della razza, del carattere e delle doti complessive dell'animale, necessarie al lavoro delicato di ricerca degli esplosivi.

Durante tutto il corso, uomo e cane imparano a diventare unità coese, raggiungendo un livello di empatia straordinario che permette loro di capirsi con un semplice sguardo.

Recenti novità hanno interessato le selezioni per operatore cinofilo, permettendone la partecipazione anche a personale non in servizio permanente.

Sono moltissime le partecipazioni delle unità K9 agli eventi nazionali di elevata visibilità e importanza, assieme al contributo fornito nelle missioni fuori dai confini nazionali, più delicate e complesse, svolte nell'ambito delle attività di sicurezza.  

La nascita del Centro Cinofili dell'Aeronautica Militare si inserisce nel contesto della complessiva rivisitazione dell'organizzazione "Force Protection" di Forza Armata, avviata nel 2003 e culminata nella costituzione della 1^ Brigata Aerea Operazioni Speciali.

Istituito sperimentalmente nel 2006 sulla base di un progetto del Comando Squadra Aerea, il Centro Cinofili si è inizialmente occupato degli studi e delle sperimentazioni necessari a definire l'inserimento in F.A. di unità cinofile dedicate ad attività di Force Protection.

In seguito a specifici accordi con l'Esercito Italiano ed in particolare grazie alla collaborazione del Centro Militare Veterinario di Grosseto, è stata avviata la formazione delle prime unità dell'Aeronautica che sono state diplomate nel Giugno del 2006. Successivamente, al termine di un'intensa attività di studio, ricerche, sperimentazioni e coordinamento, il Centro Cinofili dava inizio al 1° Corso Riqualifica Unità Cinofile dell'AM (RUCAM) destinato a finalizzare l'addestramento delle unità cinofile formate presso l'Esercito, alle necessità e specificità dell'Aeronautica Militare.

Nel 2009 l'Aeronautica Militare disponeva l'impiego operativo delle unità cinofile in Afghanistan nel contesto dell'Operazione ISAF e nel mese di Giugno dello stesso anno i primi binomi dell'Aeronautica venivano schierati presso la base di Herat nel sud del Paese.

Nel 2010, dopo la selezione degli uomini e degli animali, prendeva l'avvio il primo corso dell'Aeronautica Militare per Operatori Cinofili (1° C.A.M.O.C.) e pochi mesi dopo, il 1° Luglio del 2010, veniva sancita la definitiva costituzione del Centro Cinofili emanandone le prime Tabelle Ordinative Organiche e ponendolo alle dirette dipendenze del Comandante la 1^ Brigata Aerea Operazioni Speciali.

Le unità cinofile hanno maturato esperienza operativa sia nel teatro Afghano, sia in ambito nazionale, dove hanno svolto attività di sicurezza e difesa in occasione dei Grandi Eventi organizzati a partire dal 2007.

Attualmente le unità cinofile dell'Aeronautica Militare sono impiegate a supporto dell'Esercito Italiano presso le base di Mosul, in Iraq, a difesa dell'omonima Diga.

Nel contesto della cooperazione internazionale, il Centro Cinofili nel 2015 e nel 2016 ha effettuato un'attività di scambio di expertise con le unità cinofile degli Emirati Arabi Uniti, in merito alla protezione degli aeroporti e alle tecniche e tattiche d'impiego degli assetti k9.

In continua evoluzione è lo studio e la ricerca che il personale del Centro effettua nel campo, al fine di studiare nuovi metodi addestrativi e tecniche d'impiego sempre più efficaci. Inoltre, in ambito esplosivistico, il Centro coopera in stretta collaborazione con il Reparto Armamento del Centro Sperimentale Volo, al fine di studiare la composizione degli innumerevoli esplosivi impiegati.

Il Centro Cinofili è inserito all'interno del Comando delle Forze di Supporto e Speciali, nell'ambito della 1^ Brigata Aerea Operazioni Speciali. Dal 22 settembre 2014 il Centro Cinofili dipende gerarchicamente dal 16° Stormo il quale, oltre ai propri compiti d'istituto, rende disponibili i Fucilieri dell'Aria per la formazione di pacchetti di expertise sicurezza per attività operative congiunte e nelle esercitazioni programmate del settore Forze di Supporto alle operazioni speciali.

ALTRE DALLA CATEGORIA

Questo sito utilizza cookie tecnici e analitici, anche di terze parti, per migliorare i servizi.

Se vuoi saperne di più clicca qui. Continuando la navigazione accetterai automaticamente l’utilizzo dei cookie.