Ignora comandi barra multifunzione
Torna a contenuto principale
Ministero della Difesa
Aeronautica Militare
Skip Navigation Links Vetrine > La manutenzione degli elicotteri
La manutenzione degli elicotteri
01/10/2019
Ufficio Generale del Capo di SMA

​Mission

La missione del 6° Reparto Manutenzione Elicotteri (6° R.M.E.) è quella di produrre capacità operativa per il comparto ala rotante, assicurando la massima efficienza dei sistemi d'arma. Per rendere possibile tale obiettivo, il 6° R.M.E. attua una gestione responsabile dei processi organizzativi, implementandoli e rimodulandoli per un impiego razionale e sostenibile delle risorse, orientato ad un'efficace ed efficiente logistica di aderenza.
Il Reparto supporta la capacità operativa di quattro Stormi di volo: il 9° Stormo operativo sull'elicottero HH-212, il 15° Stormo operativo sul HH101A, HH139 e TH/OH-500B, il 31° Stormo operativo sul VH/UH-139 e il 72° Stormo operativo sul TH/OH-500B e UH-139, ai quali si aggiunge il Reparto Sperimentale di Volo di Pratica di Mare, operante su tutti i suddetti sistemi d'arma.

Attività del reparto

Nel 2014 il 6° R.M.E., il cui "core business" dalla costituzione nel 1990 si era storicamente identificato con la gestione tecnico, logistica e manutentiva della linea HH-3F, ha avviato la graduale transizione ad ente manutentivo plurilinea, acquisendo la gestione tecnico-logistica delle linee TH-500 ed HH-212 e delle linee HH/UH/VH-139 (entrata in servizio nel 2010) ed HH-101A (entrata in servizio nel 2015).

Dal phase out (termine dell'attività operativa) della linea HH-3F (settembre 2014), il 6° R.M.E. oltre a transitare le attività manutentive "on aircraft" (attività svolte direttamente sul velivolo) sulle linee TH/OH-500B ed HH-101A, ha continuato a svolgere attività tecnico-logistica di direzione tecnica, addestrativa e contrattuale a supporto di tutte le linee elicotteri dell'Aeronautica Militare, ed attività manutentiva "off aircraft" (attività svolte nelle sale di lavorazione sui componenti sbarcati o rimossi) fino al 2°/3° livello tecnico su svariati componenti avionici di aeromobili ad ala rotante ed ala fissa, nonché attività di controlli non distruttivi e taratura attrezzature in favore di altri Enti.

Il 6° R.M.E. è, inoltre, polo di eccellenza per la manutenzione in Forza Armata di equipaggiamenti di emergenza e sopravvivenza (radio di emergenza, sistemi di localizzazione, bomboline CO2), dei visori notturni night-vision goggles (N.V.G.) impiegati su tutte le linee di aeromobili dell'Aeronautica Militare ed in dotazione ai reparti speciali, alle altre Forze Armate e Corpi dello Stato.

Organizzazione

Il Reparto, nella sua storia ormai cinquantennale, dagli elicotteri AB47/G2 agli HH-3F e, negli ultimi anni, con l'HH-101A, si è adeguato al progressivo sviluppo tecnologico dei sistemi d'arma, attraverso una sostanziale azione di miglioramento continuo dei processi e a frequenti riorganizzazioni del personale. 

La particolarità del 6° R.M.E., che gli fa assumere una posizione di rilievo tra gli enti manutentivi, è quella di supportare simultaneamente quattro flotte elicotteri; ciò comporta la necessità per il personale di essere sempre vigile sull'andamento dei programmi elicotteri e attento alle esigenze dei Reparti di volo, al fine di arginare le numerose criticità tecnico-logistiche che si possono riscontrare in un contesto di una così elevata complessità.

Il Direttore nell'esercizio delle sue funzioni è supportato da organi di Staff (Sezione Controllo Qualità Manutenzione; Servizio Locale di Prevenzione e Protezione; Ufficiale Sicurezza Volo; Consigliere Giuridico) e di Line (Ufficio del Direttore; Direzione Tecnica; Direzione Lavori; Sezione Addestramento; Sezione Amministrazione; Sezione Rifornimenti).  

Il Reparto, dipendente dalla 2ª Divisione del Comando Logistico, è distribuito sul sedime dell'aeroporto "Mario de Bernardi" di Pratica di Mare su 8 diversi manufatti/infrastrutture: hangar principale (area comando e uffici, centro manutenzione linea, officina), sezione rifornimenti, centro manutenzione apparati avionici della direzione lavori, hangar C.N.D. (controlli non distruttivi), palazzina A.G.E. (aircraft ground equipment - attrezzatura di supporto a terra), sezione addestramento, cabina di verniciatura ed ex banco prova motore.

Storia

Il 6° Reparto Manutenzione Elicotteri trae le sue origini dai primi enti manutentivi della Forza Armata che nel dopoguerra erano denominati S.R.A.M. (Squadra Riparazioni Aeromobili e Motori). Quella operante sull'aeroporto di Centocelle, che nella Seconda Guerra Mondiale supportava il 3° Stormo "Aeroplani da Trasporto", nell'immediato dopoguerra fu rinominata 6^ S.R.A.M. fino al 1960.

Successivamente fu assorbita dal Servizio Efficienza Velivoli del Centro Elicotteri A.M., che nel frattempo era stato trasferito dall'aeroporto di Frosinone all'aeroporto di Centocelle, costituendone il Gruppo Efficienza Velivoli. Il Gruppo viene assorbito il 1° marzo 1965 dal neo ricostituito 31° Stormo fino al 1968, quando diviene autonomo con il nome di 6° Gruppo Efficienza Elicotteri con decorrenza 1 novembre 1968. 

Il 1 gennaio 1979 il 6° Gruppo Efficienza Elicotteri viene trasferito sull'aeroporto di Pratica di Mare e nel 1985 assume la denominazione di 6° Gruppo Manutenzione Elicotteri fino al mese di aprile del 1990, in cui assume la attuale denominazione di 6° Reparto Manutenzione Elicotteri.

L'attività del Reparto nei primi anni è stata incentrata sul supporto tecnico-logistico e manutentivo di due linee elicotteri AB47/G2, ma soprattutto HH-3F Pelican, poi divenuto Combat SAR (Search and Rescue - ricerca e soccorso). Relativamente a quest'ultimo negli anni il 6° R.M.E. si è distinto, oltre che per la gestione tecnico-logistica e l'attività manutentiva fino al 3° livello tecnico in Italia, anche nel supporto alle operazioni fuori dei confini nazionali, con l'impiego diretto del proprio personale. In particolare nell'Operazione Antica Babilonia (Iraq), i 3 elicotteri HH-3F CSAR rischierati in teatro operativo hanno potuto svolgere oltre 4.600 FH nel periodo giugno 2003 - novembre 2006, grazie anche agli strumenti ispettivi modulari elaborati e messi in pratica proprio dal personale tecnico del 6° R.M.E..

Lo stemma

Lo stemma riporta, su sfondo blu, l'immagine della "vite aerea", il progetto con cui Leonardo da Vinci arrivò ad ipotizzare e formulare in anticipo di secoli l'efficacia dell'elica; in alto, la scritta 6° R.M.E..

Lo stemma del Reparto deriva dall'analogo stemma del 6°G.M.E. (Gruppo Manutenzione Elicotteri), che a sua volta trae le origini da quello del 6° G.E.E. (Gruppo Efficienza Elicotteri).

                                       stemma.jpg


ALTRE DALLA CATEGORIA

Questo sito utilizza cookie tecnici e analitici, anche di terze parti, per migliorare i servizi.

Se vuoi saperne di più clicca qui. Continuando la navigazione accetterai automaticamente l’utilizzo dei cookie.