Ignora comandi barra multifunzione
Torna a contenuto principale
Ministero della Difesa
Aeronautica Militare
Skip Navigation Links Vetrine > IX GRUPPO CACCIA
IX GRUPPO CACCIA

                        


Il IX Gruppo Aeroplani nasce il 10 aprile del 1917 composto dalle Squadriglie 37a, 72a, 73a, 74a  e 75a.

Il 4 novembre 1918 il Gruppo si trova a Castenedolo, a dicembre dello stesso anno, invece viene dislocato a Campoformido su 74a Caccia e 9a sezione SVA. Il 6 febbraio 1919 viene sciolto e passato in posizione quadro.

Viene ricostituito il 1° giugno 1928 in seno al 1° Stormo Caccia, composto su due nuove squadriglie la 96a e la 97a, di nuova formazione, e la 73a posta in precedenza in posizione quadro, con Fiat CR 1.

Nei primi mesi del 1930 completa il passaggio sui Fiat CR 20 ed entro la fine dell'anno avviene il trasferimento a Campoformido. Gli anni trenta sono anni memorabili, molti uomini del IX partecipano alle operazioni in Africa Orientale del 1935/1936 e successivamente in Spagna .

Non mancano in questo periodo anche le manifestazioni Internazionali, 1936-1938, a cui prende parte la Pattuglia acrobatica, composta sia dai piloti del IX che dai piloti del X Gruppo,  la quale si serve in maniera ineguagliabile del mitico Fiat CR 32. L'araldica vedeva in quel periodo fregiarsi gli aeroplani del Cavallino  Rampante Bianco in campo nero: sarà così per molti, molti anni a venire. La fine del 1939 porta con sé l'arrivo del nuovo Fiat CR 42, aeroplano ancora dalla formula biplana, ma dalle doti molto manovriere. Con l'entrata in guerra dell'Italia il 10 giugno del 1940, il Gruppo è per breve tempo sul fronte occidentale a difesa di  Torino. In seguito lasciata la sede di Gorizia viene a trovarsi a Comiso, in Sicilia, per operare su Malta.

Il IX Gruppo una volta rimpatriato agli inizi del 1941 viene equipaggiato anch'esso con aerei monoplani: i Macchi C 200.

Terminata l'esigenza sul fronte Balcanico il Reparto spostatosi nuovamente sulla base di Gorizia, riceve a partire dall'estate del 1941 i nuovissimi Macchi C 202 con motore in linea e dalla potenza formidabile.

Arrivano i primi eclatanti successi grazie a questi caccia. 

All'inizio del '42 il IX si trova sulla base di Campoformido riarmato con i C 202. 

Nuovi impegni operativi fanno spostare il Gruppo prima in Sicilia e poi in Africa Settentrionale fino ad arrivare sulla base avanzata di FUKA: è il periodo tragico, ma eroico di El Alamein.

Conclusosi il terzo ciclo operativo in A.S.I. e rientrati in Italia, il reparto dopo una veloce parentesi romana, equipaggiatosi con nuove macchine, tra cui i primi Macchi C 205, vola alla volta della Sicilia per difendere la  Madrepatria. Lasciata  la Trinacria  per lo strapotere degli Alleati continua l'azione difensiva dai cieli della Calabria e delle Puglie dove viene colto dai famosi atti armistiziali del settembre 1943.

Tenuto unito il gruppo, opera a fianco degli Alleati appoggiando le azioni sul fronte balcanico fino al termine delle ostilità nell'aprile del '45, servendosi  dei P-39 Q/N AIRACOBRA di fornitura alleata. Il gruppo al termine delle ostilità è schierato sulla base di Galatina.

A partire dal maggio 1946 il Gruppo viene equipaggiato con i P-38 J/L LIGHTNING, alcuni anche in versione da ricognizione fotografica,  di cessione americana seguiti un anno più tardi dai famosi P-51/F-51 D Mustang. Il 1951 segna l'inizio dell'era dei jet con l'arrivo dei primi DH 100 Vampire e la costituzione in seno allo Stormo della Pattuglia Acrobatica la quale raccoglie successi sia in Italia che all'estero in ambito N.A.T.O.

Nel giugno del '56 sulla base di Pratica di Mare il reparto viene dotato del famoso Canadair CL XIII Mk 4 conosciuto come F-86 E SABRE. Con la costituzione della Pattuglia Acrobatica del Cavallino Rampante della 4a Aerobrigata del 1957  vi partecipano sia aerei che personale,  navigante e specialisti, del IX Gruppo. Il 1° giugno 1961 il 9° raggiungeva la base di Grosseto riunendosi agli altri due gruppi dell'Aerobrigata. Nella primavera 1963 comincia l'era dello STARFIGHTER,  si apre con la versione G. Nel  settembre 1967, sciolta l'Aerobrigata,  il gruppo diventa l'elemento principale operativo del ricostituito 4° Stormo Caccia.

Dall'estate del 1970 il IX Gruppo inizia a ricevere i primi F-104 S, versione migliorata e potenziata nell'armamento e nelle prestazioni rispetto al precedente modello. Successivamente, nel 1987, arrivano al Nono i primi F104 S-ASA, un aggiornamento necessario vista l'accresciuta potenzialità degli aeroplani dell'ultima generazione e le minacce da affrontare. Gli impegni sono molteplici: negli anni '90 terminata l'esigenza " Trinacria", (Sicilia) è la crisi in Bosnia e quella del Kosovo ad impegnare il Gruppo con numerosi rischieramenti, viene considerato come " Il canto del Cigno" dello Spillone. Nell'aprile del 2005 giunge sulla base il primo monoposto dell'EUROFIGHTER dando il via ad ulteriore fase del programma nazionale. Con l'incremento dei monoposto l'addestramento è dedicato alla prontezza operativa in modo tale da permettere al gruppo di essere nuovamente pronto al combattimento ed essere preparati nuovamente al Servizio di Sorveglianza dello Spazio Aereo Nazionale: il 16 dicembre del 2005 viene raggiunto l'importantissimo traguardo di riprendere il servizio d'allarme. 

Il 12 Marzo 2007 ha luogo la prima intercettazione reale di un velivolo non identificato da parte di una coppia di velivoli EF-2000 del IX Gruppo, un Airbus diretto verso il continente africano sprovvisto delle necessarie autorizzazioni al sorvolo dello spazio aereo italiano.

Tra le attività operative e le esercitazioni si ricorda nel 2008 la ANATOLIAN EAGLE in Turchia, l'operazione reale ODYSSEAY DOWN prima e poi UNIFED PROTECTOR in Libia nel 2011, la difesa aerea dell'Islanda, con l'operazione CIELI GHIACCIATI nel 2013, e dei paesi Baltici con BALTIC AIR POLICING nel 2015, e l'esercitazione RED FLAG nel 2016. 

Questo sito utilizza cookie tecnici e analitici, anche di terze parti, per migliorare i servizi.

Se vuoi saperne di più clicca qui. Continuando la navigazione accetterai automaticamente l’utilizzo dei cookie.