Ignora comandi barra multifunzione
Torna a contenuto principale
Ministero della Difesa
Aeronautica Militare
Skip Navigation Links Vetrine > Bando Accademia Aeronautica
Bando Accademia Aeronautica
11/01/2017
Ufficio Generale del Capo di SMA

La scadenza del Bando di Concorso alla prima classe dei corsi normali dell'Accademia Aeronautica 2017 pubblicato su Gazzetta Ufficiale 4^ Serie Speciale n° 2, è stata procrastinata dal giorno 9 alle ore 24:00  del giorno 16 febbraio 2017 (Gazzetta Ufficiale 4^ Serie Speciale n° 11 pubblicata in data 10 febbraio 2017) con esclusione della giornata del 10 febbraio.

L'estensione dei termini di partecipazione prevede le medesime modalità di iscrizione al Concorso per i Ruoli e Corpi dell'Aeronautica Militare.

 

Clicca per partecipare al Concorso Accademia Aeronautica 2017 - 2018


 Al concorso possono partecipare i cittadini italiani che abbiano compiuto il 17° anno di età e che non abbiano superato il giorno di compimento del 22 anno di età, che abbiano conseguito o siano in grado di conseguire nella sessione d'esami dell'anno in corso un diploma di istruzione superiore idoneo per l'iscrizione all'Università e che siano riconosciuti in possesso dei requisiti fisio-psico-attitudinali prescritti. 
 I posti a concorso sono i seguenti:
- Arma Aeronautica ruolo naviganti normale: 42;
- Arma Aeronautica ruolo delle armi normale: 10;
- Corpo del Genio Aeronautico​ ruolo normale: 14;
- Corpo di Commissariato Aeronautico ruolo normale: 8;
- Corpo Sanitario Aeronautico ruolo normale: 7.
​​​​I concorrenti possono presentare domanda per uno soltanto dei ruoli a concorso. I soli candidati per i posti per il ruolo naviganti normale dell’Arma Aeronautica, specialità pilota, devono indicare, nella domanda di partecipazione al concorso, un solo altro ruolo per il quale intendono proseguire il concorso qualora, agli accertamenti psicofisici, vengano riconosciuti affetti da carenza accertata, totale o parziale, dell’enzima G6PD e, pertanto, giudicati inidonei all’ammissione all’Accademia Aeronautica per il ruolo naviganti normale dell’Arma Aeronautica, specialità pilota.

Le prove di concorso
- prova scritta di preselezione;
- accertamenti psicofisici;
- prova scritta di composizione italiana;
- tirocinio psicoattitudinale e comportamentale;
- prova di informatica;
- accertamento della conoscenza della lingua inglese;
- prova orale di matematica;
- prova orale di ulteriore lingua straniera (facoltativa);
- ulteriori indagini strumentali (solo per i piloti).
Il superamento di ciascuna prova, nei termini indicati dal bando di concorso, consente l'accesso alla fase succes­​siva.​​​

 Guida per i partecipanti al concorso di ammissione alla prima classe dei corsi regolari per l'anno accademico 2017/2018

     

 
 

     

                            
 

  

Missione dell'Accademia Aeronautica
Scegliere, formare e ispirare comandanti e professionisti esemplari, determinati a servire con eccellenza e dedizione il nostro Paese: questa è la missione dell'Accademia Aeronautica. Dal punto di vista ordinativo l'Accademia Aeronautica è un Istituto militare di studi superiori a carattere universitario che ha il compito di provvedere alla selezione, al reclutamento ed alla formazione dei giovani che aspirano a diventare Ufficiali dell'Aeronautica Militare in servizio permanente. Al termine del terzo anno dei corsi regolari dell'Accademia si acquisisce ​il grado di sottotenente dell'Arma Aeronautica, nel ruolo che si è scelto.

Formazione
Il corpo insegnanti dell'Accademia è costituito da docenti universitari civili e da insegnanti militari. Gli insegnamenti a livello universitario riguardano sia il settore scientifico e tecnico-militare, sia il campo amministrativo, economico, giuridico e manageriale. L’Accademia Aeronautica pone particolare attenzione all’aspetto etico delle attività, promuovendo tutti quei comportamenti focalizzati sull’interesse comune. Attitudine alla vita militare, integrità morale, propensione alla leadership, capacità di lavorare in gruppo nonché preparazione atletica sono i pilastri su cui è incentrata la formazion​e sin dalle fasi di selezione. A partire dal 2014 è stato dato notevole impulso al concetto della "formazione integrata", declinandolo, in concreto, in modo innovativo. Sono state condotte, infatti, alcune attività di grande efficacia formativa: tre moduli FILMC (Formazione Integrata alla Leadership, Management e Competenza aerospaziale) per gli allievi dell'Accademia Aeronautica e due internazionali di "Leadership and Agility in Complex Environments", in lingua inglese, aperto anche ai frequentatori di tutte le altre Accademie Aeronautiche Europee e di Istituti Universitari Italiani. L'esperienza acquisita ed il successo riscosso nei tre moduli FILMC hanno costituito la base per la loro piena strutturazione all'interno del piano degli studi. Nell'ambito della formazione tecnicomilitare è previsto lo svolgimento di corsi di lingua inglese (in Italia e in Inghilterra), corsi e tirocini presso enti operativi, industrie aeronautiche e centri di ricerca aerospaziale, corsi di sopravvivenza in mare e montagna, di paracadutismo, di volo a vela. La formazione degli allievi prevede, inoltre, lo svolgimento, con frequenza giornaliera, di addestramento formale e attività sportiva. L'Accademia attribuisce, infatti, molta importanza all'attività ginnico-sportiva (curata da insegnanti ed istruttori sia civili che militari), che trova il proprio momento culminante nell'annuale manifestazione dei Ludi Sportivi: una disputa accesa, ma leale, tra gli allievi dei corsi regolari. Ogni due anni, poi, l'Accademia partecipa ad un torneo sportivo con le ​altre tre Accademie militari italiane. Periodicamente, inoltre, vengono organizzate delle competizioni con le Accademie Aeronautiche Francese e Spagnola. Ogni anno, invece, si disputano le gare eliminatorie del Torneo Sportivo Europeo denominato "EUAFA Sport Competition" che interessa le 21 Accademie Aeronautiche d'Europa e, l'anno successivo, si disputano le finali. A completamento dell'attivita sportiva vengono svolti corsi di vela, di immersione subacquea e snorkeling. Alla fine del terzo anno di corso i frequentatori effettuano un viaggio d'istruzione all'estero che interessa sia Paesi europei che extraeuropei. Tale attività integra l'istruzione tecnico professionale assicurando visite a Reparti ed Enti di ricerca o sviluppo di interesse per la Difesa. Rappresenta per i neo-Ufficiali l'ambita occasione di vivere un breve ma entusiasmante periodo all'estero che consente di prendere contatto con altre realtà sociali e culturali. È inoltre una preziosa occasione per conoscere ed approfondire i contatti con i giovani che, in altre nazioni, hanno intrapreso la loro stessa carriera.​

Addestramento al volo

​Subito dopo l'ingresso in Accademia gli allievi piloti vengono inviati presso il 70° Stormo di Latina per la selezione al volo ed il conseguimento del brevetto di pilota d'aeroplano. Essi volano sul velivolo ad elica SIAI Marchetti SF-260 ovvero S-208. L'addestramento al volo prosegue durante gli anni successivi con il conseguimento del brevetto di pilota d'aliante, cui segue un'attività di mantenimento dello stesso e una fase addestrativa su idrovolante introdotta nel corso del 2015. Terminato il corso in Accademia, i piloti, già promossi Sottotenenti, vengono inviati, per il conseguimento del Brevetto di pilota militare, prima presso il 70° Stormo di Latina o di Kalamata (Grecia) e, quindi, presso il 61° Stormo di Lecce oppure presso la base aerea di addestramento al volo di Sheppard (Texas - Stati Uniti) dove frequentano il programma ENJJPT (Euro Nato Joint Jet Pilot Training), consesso internazionale cui aderisce anche l'Italia​.

ALTRE DALLA CATEGORIA

Questo sito utilizza cookie tecnici e analitici, anche di terze parti, per migliorare i servizi.

Se vuoi saperne di più clicca qui. Continuando la navigazione accetterai automaticamente l’utilizzo dei cookie.