Ignora comandi barra multifunzione
Torna a contenuto principale
Ministero della Difesa
Aeronautica Militare
Junkers J1

Lo Junkers J.1, effettuò il primo volo agli inizi del 1917 e divenne operativo l’anno successivo. Era un biplano completamente metallico progettato da Otto Mader per il supporto alle truppe di terra e l’osservazione tattica. E’ noto per essere stato il primo velivolo completamente metallico ad essere prodotto in serie. La struttura metallica e la pesante blindatura risultavano particolarmente efficaci per proteggere  pilota ed osservatore contro il fuoco nemico di piccolo calibro proveniente dalle trincee. Il loro scopo era infatti quello di sorvolare a bassa quota le linee nemiche e riportare movimenti di truppe e mezzi attraverso un rudimentale collegamento radio. Questa blindatura rendeva il J.1 particolarmente pesante, tanto da essere rinominato Mobelwagen (furgone per traslochi). La costruzione era condivisa tra Junkers e Fokker, per un totale di 227 pezzi prodotti. I primi J.1 al posto dell’equipaggiamento radio montavano due mitragliatrici frontali che puntavano verso il basso, al fine di mitragliare da bassa quota le trincee nemiche. Tale soluzione venne rapidamente abbandonata a causa di seri problemi di mira.

La fusoliera esposta è una preda bellica.

​Caratteristiche tecniche

  • Descrizione: Biplano, monomotore, biposto da osservazione aerea e cooperazione con le truppe di terra;
  • Apertura alare: m 16.00;
  • Lunghezza: m 9.10;
  • Altezza: m 3.40;
  • Superficie alare: mq 49.40;
  • Peso a vuoto: Kg. 1766;
  • Peso max decollo: Kg. 2140;
  • Tangenza: m. 6000;
  • Velocità max: Km/h 155;
  • Autonomia: 310 km.;
  • Motore: BENZ BZ.IV  6 cilindri in linea raffreddato ad acqua da149 Kw - 200 HP;
  • Armamento: 1 Parabellum MG14 calibro7,92 mm brandeggiabile posteriore.

Questo sito utilizza cookie tecnici e analitici, anche di terze parti, per migliorare i servizi.

Se vuoi saperne di più clicca qui. Continuando la navigazione accetterai automaticamente l’utilizzo dei cookie.