Ignora comandi barra multifunzione
Torna a contenuto principale
Ministero della Difesa
Aeronautica Militare
IMAM Ro-43

​L'Imam Ro.43 ‘Grillo’, progettato dall’ing. Galasso per sopperire all’esigenza della Regia Marina di dotarsi di un aereo da imbarcare sulle proprie navi, era uno sviluppo del ricognitore Ro.37 del quale manteneva la struttura della fusoliera e dal quale si differenziava principalmente per la configurazione alare, sempre sesquiplana, ma a doppia ala di gabbiano, e per l’adozione di un grande galleggiante centrale oltre che di due più piccoli equilibratori posti sotto l’ala inferiore. La fusoliera, presentava ampie finestrature laterali ed inferiori atte all’osservazione, e terminava posteriormente in un impennaggio classico monoderiva dotato di piani orizzontali controventati. Le ali potevano essere ripiegate all’indietro per permettere il ricovero sulle navi. Con lo scoppio della seconda guerra mondiale fu imbarcato sulle navi di battaglia della classe ‘Littorio’ dai quali veniva lanciato a mezzo di apposita catapulta.

​L’esemplare esposto al Museo faceva parte di un lotto di 23 aerei costruiti dalla IMAM nel primo semestre 1937. Prestò servizio sugli incrociatori, partecipando tra l’altro alla battaglia di Punta Stilo del 9 luglio del 1940. Concluse la sua ‘carriera’ operativa presso la Scuola Osservatorio Marittimo di Orbetello, di cui porta ancora i codici ORB-23. Recuperato a Roma Centocelle nel 1972, il velivolo Ro.43, interamente revisionato dalla sezione manutenzione e restauro del Museo Storico, è l’unico esemplare esistente al mondo.

Questo sito utilizza cookie tecnici e analitici, anche di terze parti, per migliorare i servizi.

Se vuoi saperne di più clicca qui. Continuando la navigazione accetterai automaticamente l’utilizzo dei cookie.