Ignora comandi barra multifunzione
Torna a contenuto principale
Ministero della Difesa
Aeronautica Militare
Hangar Badoni
 

​​​Costruito dall’omonima ditta nel 1930, questo vasto hangar a struttura interamente metallica di 60x66 metri, è stato utilizzato per il ricovero e la manutenzione degli idrovolanti di grandi dimensioni. E’ fornito di portali metallici scorrevoli e completamente apribili sul fronte principale. Sotto il pavimento all’interno dell' hangar, in prossimità dei portali sono ancora visibili i due piatti di una pesa con la quale veniva effettuato il bilanciamento statico e il centraggio degli aeroplani. Collegate alla struttura della copertura tre travi-ponte sostenevano gli argani manuali a catena che venivano utilizzati per il sollevamento dei velivoli e dei motori in riparazione. Sul lato esterno dei portali, a livello del suolo, sono presenti i due attacchi delle pompe di adduzione dei combustibili per il rifornimento degli aerei che erano servite da una condotta sotterranea. Gli aerei venivano trasportati all’esterno dell’hangar su appositi carrelli i quali, scorrendo su binari, li portavano verso le gru poste lungo la riva, o verso gli scivoli per il successivo alaggio in acqua. L’hangar Badoni fu utilizzato come aviorimessa fino al 1959, anno in cui l’84° Gruppo, che impiegava idrovolanti Cant Z-506, si trasferì sull'aeroporto di Ciampino a seguito dell’acquisizione degli anfibi Grumman HU-16.

Questo sito utilizza cookie tecnici e analitici, anche di terze parti, per migliorare i servizi.

Se vuoi saperne di più clicca qui. Continuando la navigazione accetterai automaticamente l’utilizzo dei cookie.