Ignora comandi barra multifunzione
Torna a contenuto principale
Ministero della Difesa
Aeronautica Militare
Grumman S2F-1
Grumman S2F-1

​Bimotore quadriposto da pattugliamento antisommergibili, progettato per l’impiego da bordo delle portaerei, l’S2F-1 volò per la prima volta nel Dicembre 1952 venendo prodotto in oltre 1.220 esemplari. I gruppi antisommergibili dell’Aeronautica Militare impiegarono complessivamente 45 “Tracker”, in massima parte assegnati in conto MDAP (Military Defense Aid Programme). Il velivolo conserva le tipiche predisposizioni necessarie per l’impiego da bordo delle portaerei. Tra queste la più evidente era la possibilità di ripiegare le semiali per facilitare le operazioni di parcheggio ed il ricovero in hangar. Inizialmente assegnati ai gruppi autonomi antisommergibili, gli S2F-1 furono quindi impiegati dal 30° e dal 41° Stormo che li utilizzarono fino al 1978. Nonostante le ridotte dimensioni, al momento della sua entrata in servizio, il “Tracker” era una delle migliori macchine della sua categoria sia per le caratteristiche di volo che per l’equipaggiamento finalizzato alla ricerca e all’attacco dei sottomarini per il quale potevano essere impiegati siluri, bombe di profondità e razzi.

L’esemplare esposto (MM136556) è uno dei sei S2F-1 consegnati all’Aeronautica Militare il 6 Marzo 1957 sull’Aeroporto di Capodichino (Na).

Questo sito utilizza cookie tecnici e analitici, anche di terze parti, per migliorare i servizi.

Se vuoi saperne di più clicca qui. Continuando la navigazione accetterai automaticamente l’utilizzo dei cookie.