Ignora comandi barra multifunzione
Torna a contenuto principale
Ministero della Difesa
Aeronautica Militare
Fiat G-80

​Primo velivolo a getto di moderna concezione costruito in Italia il G.80, progettato dall'ing. Giuseppe Gabrielli, era un monoreattore biposto da addestramento della classe dello statunitense Lockheed T-33 “Shooting Star”. Concepito dalla Fiat quale addestratore avanzato, ne fu studiata una variante da caccia notturna ed una monoposto per l'attacco al suolo e la ricognizione. Nonostante il buon comportamento in volo, il G.80 non evidenziò prestazioni interessanti e, valutato dal Reparto Sperimentale Volo di Pratica di Mare (Roma), fu quindi costruito in soli cinque esemplari. Ai due prototipi - il primo dei quali volò ad Amendola (Foggia) il 9 dicembre 1951 - seguirono infatti tre velivoli di serie. Dal G.80 la Fiat sviluppò il G.82 (primo volo il 23 maggio 1954) del quale furono realizzati due prototipi e quattro esemplari di serie. Questi ultimi vennero validamente utilizzati dalla Scuola Turbogetti di Amendola che nel 1957 li cedette definitivamente al Reparto Sperimentale.

L'esemplare esposto (MM 53882) è uno dei tre G.80-3 di serie costruiti. Impiegato dal Reparto Sperimentale di Volo di Pratica di Mare è stato esposto al Palazzo Vela di Torino e quindi trasferito a Vigna di Valle.

​Per la scheda del velivolo, clicca qui.

Questo sito utilizza cookie tecnici e analitici, anche di terze parti, per migliorare i servizi.

Se vuoi saperne di più clicca qui. Continuando la navigazione accetterai automaticamente l’utilizzo dei cookie.