Ignora comandi barra multifunzione
Torna a contenuto principale
Ministero della Difesa
Aeronautica Militare
Fiat Cr-32

​Entrato in linea nel 1933, questo velivolo da caccia, progettato dall'ing. Rosatelli sulle linee del precedente CR.30, è stato uno dei più riusciti apparecchi della sua epoca ed ha costituito per anni il nerbo delle forze aeree italiane, equipaggiandone gli Stormi fino agli esordi della seconda guerra mondiale. Il CR.32, uno degli ultimi caccia biplano italiani, costituì il più felice esempio di questa ormai antiquata formula costruttiva. La struttura interamente metallica rivestita in tela conferiva particolare robustezza all'aereo il quale, impiegato massicciamente nella guerra di Spagna, era considerato un temibilissimo avversario anche dai piloti dei più moderni caccia monoplani contro i quali combatté. La grandissima maneggevolezza lo rese un velivolo ideale per l'acrobazia aerea: equipaggiò infatti numerose pattuglie acrobatiche degli anni '30. Costruito in oltre 1.000 esemplari fu esportato in molti paesi esteri quali Austria, Spagna, Cina, Ungheria, Venezuela e Paraguay.

Il velivolo esposto è un CR.32 costruito su licenza in Spagna dalla Hispano Suiza e donato all'Aeronautica Militare dalla Aviazione Militare Spagnola nel 1955.

​Per la scheda del velivolo, clicca qui.

Questo sito utilizza cookie tecnici e analitici, anche di terze parti, per migliorare i servizi.

Se vuoi saperne di più clicca qui. Continuando la navigazione accetterai automaticamente l’utilizzo dei cookie.