Ignora comandi barra multifunzione
Torna a contenuto principale
Ministero della Difesa
Aeronautica Militare
Skip Navigation Links Storia > Museo Storico > DOUGLAS C-47 (DC-3)
DOUGLAS C-47 (DC-3)
DOUGLAS DC-3

​La storia di questo eccezionale velivolo da trasporto inizia nel 1932, quando la Compagnia Aerea Americana TWA si rivolge a Donald Wills Douglas per fornire la sua flotta di un moderno bimotore da trasporto. Nasce così nel 1933 il DC.1, velivolo da 12 posti, che rimarrà però un pezzo unico. Con maggiore successo nel 1934 viene prodotto il DC2, con capienza di 14 posti, prodotto più di 150 esemplari. Dal DC2 con fusoliera allargata, ala più grande, motori più potenti ed altre sostanziali modifiche, prende vita nel 1935 quello che sarà il velivolo da trasporto costruito in maggior numero di esemplari al mondo: il DC3. Il DC3 aveva prestazioni superiori rispettoa tutti gli aerei concorrenti (28 posti, più di 2.400 Km di autonomia) e produsse una vera rivoluzione nel trasporto aereo. Nei primi anni '40 la produzione totale di questi velivoli assommò a 1.123 esemplari costruiti negli stabilimenti americani, 2.000 prodotti in Unione Sovietica su licenza, senza contare i 487 “Showa” prodotti dal Giappone. Molti di questi velivoli allo scoppio della guerra furono trasformati in versione militare ed assunsero le sigle di C.48, C.49, C.50, C.51, C.52, C.68, C.84, ma è con i modelli appositamente costruiti su specifiche militari, i C.47 “Skytrain” per il trasporto misto e i C.53 “Skytrooper” per il trasporto truppa, che questo velivolo entra nella leggenda del trasporto aereo. Un nome, “DAKOTA”, dato dalla RAF ai suoi velivoli C.47 in uso dal 1942, lo contraddistinguerà in tutto il mondo sino ai nostri giorni. Ancora oggi, a dimostrazione della sua eccezionale longevità, non è inconsueto vedere un DC3 volare per i cieli di ogni continente.

​L'esemplare esposto è uno dei 40 velivoli di questo tipo impiegati dall'Aeronautica Militare a partire dal 1950 in svariati compiti (Scuola Plurimotori, Reparto Radiomisure, Trasporto VIP, Reparto Volo dello Stato Maggiore).

Per la scheda del velivolo, clicca qui.

Questo sito utilizza cookie tecnici e analitici, anche di terze parti, per migliorare i servizi.

Se vuoi saperne di più clicca qui. Continuando la navigazione accetterai automaticamente l’utilizzo dei cookie.