Ignora comandi barra multifunzione
Torna a contenuto principale
Ministero della Difesa
Aeronautica Militare
Skip Navigation Links Storia > 1940 - 1945 > UN CORPO AEREO ITALIANO SOPRA LA MANICA
UN CORPO AEREO ITALIANO SOPRA LA MANICA
1940 - 1945
< Torna al periodo

Il Corpo Aereo Italiano

La "Battaglia d'Inghilterra" del 1940 tra l'Aeronautica militare tedesca, Luftwaffe, e l'Aeronautica militare britannica, Royal Air Force, è la prima grande campagna ad essere combattuta esclusivamente da forze aeree. Quando i mezzi italiani, a supporto della Luftwaffe, raggiungono il Belgio il 22 settembre 1940, le prospettive di una sconfitta inglese sono già sfumate; tuttavia le rischiose missioni dei bombardieri italiani sui cieli britannici suscitano l'ammirazione degli alleati tedeschi.

Le prime due operazioni offensive in Inghilterra, rispettivamente il 24 ottobre sul porto di Harwich e il 29 ottobre su quello di Margate-Ramsgate, terminano con un fallimento, sia per incidenti ed avarie dei velivoli che per il limitato raggio di azione degli stessi. 

Nella battaglia dell'11 novembre 1940 le avverse condizioni meteorologiche impediscono ai 24 G.50 di decollare a supporto dei CANT-Z 1007bis nella missione su Great Yarmouth. Ulteriori 24 G.50, di scorta a 10 BR.20 in missione su Harwich, sono costretti a rientrare alla base: dei 10 BR.20 ben 3 vengono abbattuti e 3 gravemente danneggiati.

Infine, nella battaglia del 23 novembre tra Dunkerque e Calais, i piloti italiani, impegnati con 27 CR.42, dichiarano di aver riportato 5 vittorie sicure e 2 probabili, perdendo complessivamente 2 velivoli.

Il 02 gennaio 1941 si registra l'ultima azione del C.A.I. sul suolo inglese e a partire dal 10 gennaio uomini e mezzi tornano gradualmente in patria.

L'intervento del C.A.I. in suolo britannico dimostra il grande slancio e il profondo entusiasmo dei piloti italiani, in grado di supplire a difficoltà climatiche e a deficienze di impostazione e di materiali.

 

("La Regia Aeronautica nella Battaglia d'Inghilterra" di L. Guglielmetti e A. Rebora - www.amazon.it/aeronauticamilitare)

Questo sito utilizza cookie tecnici e analitici, anche di terze parti, per migliorare i servizi.

Se vuoi saperne di più clicca qui. Continuando la navigazione accetterai automaticamente l’utilizzo dei cookie.