Ignora comandi barra multifunzione
Torna a contenuto principale
Ministero della Difesa
Aeronautica Militare
Skip Navigation Links Storia > 1919 - 1936 > La Crociera Translatlantica e del Decennale
La Crociera Translatlantica e del Decennale
Italia Brasile
1919 - 1935
< Torna al periodo

Convinto della capacità di uomini e mezzi della Regia Aeronautica, il 17 dicembre 1930 il Maresciallo dell'Aria Italo Balbo, divenuto Ministro dell'Aeronautica, guida la prima Crociera Transatlantica, che avrebbe permesso di realizzare quello che Balbo stesso definisce "balzo atlantico in massa" dall'Italia al Brasile.

La formazione di 14 idrovolanti S.55TA, suddivisa in quattro squadriglie (Nera, Rossa, Bianca, Verde), parte da Orbetello e il 15 gennaio del 1931, dopo varie peripezie e un grave incidente mortale, raggiunge la città di Rio de Janeiro.

Il governo brasiliano, colpito dalle notevoli prestazioni dei velivoli S.55, li acquista in blocco, pagandoli con 50.000 sacchi di caffè.

Sia il successo della prima Crociera Transatlantica che il prestigio ottenuto dalla Regia Aeronautica, in soli dieci anni dalla sua fondazione, convincono Italo Balbo ad organizzare una nuova impresa, questa volta in Nord America.

La mattina del 1° luglio del 1933, ventiquattro S.55X, versione potenziata degli S.55, partono da Orbetello diretti ad Amsterdam, prima tappa del volo. Il 15 luglio, accolti da una popolazione festante, gli aviatori italiani ammarano sul lago Michigan, per poi trasferirsi a New York.

Il 25 luglio inizia il viaggio di ritorno, che termina a Roma il 12 agosto e che conclude quella che il Times definisce "la più gigantesca impresa della Storia dell'Aeronautica"

 

("Avidi di orizzonti. Le trasvolate di Italo Balbo e della Centuria Alata nell' '80° anniversario della Crociera Aerea del Decennale" di AA.VV. - www.amazon.it/aeronauticamilitare)

Questo sito utilizza cookie tecnici e analitici, anche di terze parti, per migliorare i servizi.

Se vuoi saperne di più clicca qui. Continuando la navigazione accetterai automaticamente l’utilizzo dei cookie.