Ignora comandi barra multifunzione
Torna a contenuto principale
Ministero della Difesa
Aeronautica Militare
Bombardamento aereo

Il Bollettino di guerra del Comando Supremo, del 25 maggio 1915, se­gnala la prima azione di bombar­damento compiuta dai nostri aero­plani sulle officine e sulla stazione fer­roviaria di Monfalcone. Erano tutti apparecchi di tipo francese, Farman, Caudron, Voisin, Bleriot, che non raggiungevano i cento chilometri all'ora, che portavano bombe di modestissime dimensioni ed effetto, il cui lancio verticale era compiuto con le mani perché mancavano strumenti di pun­tamento e dispositivi di lancio. Tutta la no­stra forza aerea era costituita da 6 Squa­driglie di aeroplani e da 4 dirigibili, rudi­mentale forza che messa a confronto con quella del nemico o degli Alleati poteva con­siderarsi nulla. La tragica realtà della guerra, con i suoi ammaestramenti che arriva­vano dagli altri fronti, fece subito comprendere l'importanza dell'Arma ai Comandi degli eserciti in lotta. I piloti erano 91, le scuole di pilotaggio 5, le officine costruttrici di aeroplani, sempre di tipo francese, 3.


Altri eventi del periodo

Preparazione alla Grande Guerra

Cavalleria del cielo

La Caccia

La ricognizione aerea

Questo sito utilizza cookie tecnici e analitici, anche di terze parti, per migliorare i servizi.

Se vuoi saperne di più clicca qui. Continuando la navigazione accetterai automaticamente l’utilizzo dei cookie.