Ignora comandi barra multifunzione
Torna a contenuto principale
Ministero della Difesa
Aeronautica Militare
Skip Navigation Links Storia > 1915 - 1918 > PREPARAZIONE ALLA GRANDE GUERRA
PREPARAZIONE ALLA GRANDE GUERRA
1915 - 1918
< Torna al periodo

Nei primi mesi dell'anno 1915 la situazione del materiale d'avia­zione era la seguente.

Di tutte le materie prime occorrenti per la costruzione e ripa­razione aeroplani, non esisteva in Italia che qualche modesto deposito di frassino; l'unica ditta costruttrice di motori era la Società Gnome con una ventina di operai ed una produzione di un motore al mese. Le ditte per la costruzione di aeroplani erano le seguenti : la Società Italiana Transaerea, la Savoia, la Nieuport-Macchi, la Oneto e la Caproni, ciascuna con 10-20 operai e con una produ­zione, ognuna, da 6 a 10 apparecchi _all'anno.

Con decreto legge del 7 gennaio 1915 venne costituito il Corpo Aeronautico Militare, che comprese gli elementi dei Battaglioni Specialisti, Battaglione Aviatori soppressi e venne ordinato nel modo seguente

due Comandi d'Aeronautica (aerostieri-dirigibilisti; aviatori); un Battaglione aerostieri;

un Battaglione dirigibilisti;

un Battaglione squadriglie aviatori;

un Battaglione scuole aviatori;

uno stabilimento di costruzioni aeronautiche;

una Direzione tecnica dell'aviazione militare; un Istituto Centrale Aeronautico.

Il Corpo Aeronautico Militare venne messo alla dipendenza del Ministero della Guerra presso il quale fu costituita la Direzione Generale di Aeronautica, affidata al Colonnello Moris, che poi, nel luglio, passò alle dipendenze del Sottosegretariato Armi e Munizioni.

Nel marzo 1915 venne costituito il Gruppo di squadriglie di aviazione per artiglieria e nel maggio successivo il Gruppo Scuole civili per aviatori volontari.

Questo sito utilizza cookie tecnici e analitici, anche di terze parti, per migliorare i servizi.

Se vuoi saperne di più clicca qui. Continuando la navigazione accetterai automaticamente l’utilizzo dei cookie.