Ignora comandi barra multifunzione
Torna a contenuto principale
Ministero della Difesa
Aeronautica Militare
Cenni Storici

​Solo qualche mese dopo la costituzione della Regia Aeronautica, il 10 dicembre 1923 nacque il Regio Corpo degli aeroporti con il compito di presiedere all'organizzazione e al funzionamento dei servizi a terra connessi con l'attività di volo.

Il Regio Decreto Legge n. 627 del 4 maggio 1925 soppresse il Regio Corpo degli Aeroporti (art. 59) prevedendo che il personale che ne faceva parte fosse incorporato nell'Arma Aeronautica che, a sua volta, venne suddivisa in Ruolo Combattente e Ruolo Specializzati. In questi due Ruoli confluirono rispettivamente gli ufficiali del Regio Corpo degli Aeroporti e gli ufficiali stanziari, addetti ai servizi di aeroporto.

La legge 23 giugno 1927 n.1018, agli effetti dell'avanzamento, suddivise quindi gli ufficiali dell'Arma Aeronautica, Ruolo Combattente, in tre categorie prevedendo nella terza la figura degli ufficiali di aeroporto.

L'art. 13 della legge 6 gennaio 1931 n. 98 sancì la nascita del Ruolo Servizi; la successiva legge 21 maggio 1931 n. 894 precisò che in esso confluissero gli ufficiali del Ruolo Combattente, categoria Aeroporti, e del Ruolo Specializzato, categoria Governo.

Con il Regio Decreto Legge 22 febbraio 1937 n. 220 la Regia Aeronautica fu articolata in Arma Aeronautica, Corpo del Genio Aeronautico, Corpo del Commissariato Aeronautico, Corpo Sanitario Aeronautico e Scuole militari della Regia Aeronautica. Gli ufficiali dell'Arma Aeronautica furono ordinati in Ruolo Naviganti, Ruolo Servizi e Ruolo Specialisti. Nel 1938 ebbe luogo il primo reclutamento di ufficiali del Ruolo Servizi: 230 sottotenenti in SPE (Servizio Permanente Effettivo).​
Durante il conflitto mondiale il personale del Ruolo Servizi partecipò attivamente alle operazioni belliche della Regia Aeronautica e, dopo l'8 settembre dell'Aeronautica cobelligerante al Sud e di quella Repubblicana al Nord, pagando un elevato tributo di sacrifici e di sangue.
Molti ufficiali del Ruolo Servizi fecero, inoltre, parte delle formazioni partigiane impegnate nella guerra di Liberazione. Fra essi il Cap. Italo Piccagli, eroico protagonista delle gloriose vicende di Radio CORA a Firenze, ucciso a Cercina, presso il capoluogo toscano, il 12 giugno 1944, e il S. Ten. Osvaldo "Pippo" Alasonatti, anch'egli partigiano e capo di stato maggiore della 2a Divisione Garibaldi che, già detenuto presso le carceri Nuove, fu fucilato per rappresaglia a Torino il 12 ottobre del 1944. Entrambi furono decorati di Medaglia d'Oro al Valor Militare alla Memoria.
Nel periodo 1940-45 gli ufficiali del Ruolo Servizi furono insigniti di 33 Medaglie d'Argento, 37 Medaglie di Bronzo e 72 croci di guerra al Valore Militare, 54 promozioni per merito di guerra e 27 avanzamenti per merito di guerra.

 

Nel 1946 molti dei reduci del secondo conflitto mondiale decisero di tornare a indossare l'uniforme azzurra e di entrare a far parte dell'Aeronautica Militare, contribuendo fattivamente alla rinascita della Forza Armata dopo le immani penalizzazioni imposte da cinque durissimi anni di guerra e dalle successive e severe condizioni di resa imposte dagli alleati.
La legge 8 marzo 1958 n. 233 riordinò il Ruolo Servizi, ampliando in maniera consistente gli organici e prevedendo i compiti e le ripartizioni in specialità degli ufficiali del Ruolo. Gli ufficiali del Ruolo Servizi aderirono con rinnovato entusiasmo alla ricostruzione dell'Aeronautica Militare, affermando progressivamente la loro professionalità nel vasto settore del supporto logistico e delle vitali branche operative delle Telecomunicazioni, dell'Assistenza al Volo e della Difesa Aerea.


 

Con il Decreto Legislativo 30 dicembre 1997 n. 490 fu sancita la nascita del Ruolo delle Armi, che sostituì definitivamente il Ruolo Servizi a decorrere dal 1 gennaio 1998. Successivamente le professionalità degli ufficiali del Ruolo delle Armi arrivarono a ricomprende le attività di Stato Maggiore, dell'Informatica, de​gli assetti mobili di supporto (3° Stormo), degli Incursori (17° Stormo) e dei Fucilieri dell'Aria (16° Stormo).
Dal 1° marzo 2018 è in vigore la nuova architettura professionale degli Ufficiali del Ruolo delle Armi (recepita nella variante 1 alla Pubblicazione OD15) che prevede due categorie: 
  • Operazioni (DAMI - Difesa Aerea Missilistica Integrata, Incursori, Informazioni e Sicurezza, Operatori di Bordo, Forze di Superficie, Traffico Aereo);
  • Logistica (Telematica, Gestione Risorse Umane, Logistica). 
 

Questo sito utilizza cookie tecnici e analitici, anche di terze parti, per migliorare i servizi.

Se vuoi saperne di più clicca qui. Continuando la navigazione accetterai automaticamente l’utilizzo dei cookie.