Ignora comandi barra multifunzione
Torna a contenuto principale
Ministero della Difesa
Aeronautica Militare
Araldica
Nella Regia Aeronautica le mostrine del Ruolo Servizi recavano la riproduzione in oro di un nodo sabaudo. Quello dell'Aeronautica Militare fu caratterizzato, invece, da due foglie di quercia incrociate fra loro. Nella loro immediatezza e semplicità, esse rappresentano la realtà, l'identità e l'ormai consolidato s​pirito di appartenenza di generazioni di ufficiali al Ruolo Servizi. Sin dall'antichità la quercia ha sempre racchiuso in sé il simbolo di forza, virtù, coraggio, dignità, virilità, perseveranza e valore militare per molteplici popolazioni fra cui i germani, i celti e i druidi. Per i greci e i romani, oltre a essere ritenuta sacra e dedicata a Zeus e a Giove, era indicata quale premio per i benemeriti della patria e per coloro che salvavano la vita a un concittadino. Per tali ragioni, i rami e le foglie di quercia sono sempre stati utilizzati per ornare simboli, stemmi e onorificenze, militari e civili; compaiono anche nell'emblema della Repubblica Italiana insieme a un ramo di olivo, simbolo di pace e di fraternità.​

 

Con la creazione del Ruolo delle Armi, sono stati adottati anche i distintivi di specialità (Supporto Logistico, Equipaggi di Volo, Controllo Spazio Aereo e Supporto Operativo) che, inscritti fra due ali d'oro, ornano le uniformi degli ufficiali del Ruolo. Altrettanto significativi sono gli emblemi di brevetto di Incursore e di qualifica come Fuciliere dell'Aria che rappresentano l'ambito epilogo di un processo selettivo particolarmente intenso e impegnativo.

 

Questo sito utilizza cookie tecnici e analitici, anche di terze parti, per migliorare i servizi.

Se vuoi saperne di più clicca qui. Continuando la navigazione accetterai automaticamente l’utilizzo dei cookie.