Ignora comandi barra multifunzione
Torna a contenuto principale
Ministero della Difesa
Aeronautica Militare
Skip Navigation Links Organizzazione > Capo di Stato Maggiore > Il Capo di Stato Maggiore AM
Il Capo di Stato Maggiore AM

​​​​​​​​​​I compiti del Capo di Stato Maggiore dell’Aeronautica (C.S.M.A.) e le relative attribuzioni, nonché la tipologia dei rapporti con gli organismi militari e civili nazionali sono contenuti nel Codice dell'ordinamento militare e Testo Unico delle disposizioni regolamentari in materia di ordinamento militare emanati rispettivamente con Decreto Legislativo 15 marzo 2010, n.66 e con DPR 15 marzo 2010, n.90.

 
Il Capo di S.M.A. è scelto tra gli Ufficiali generali di grado non inferiore a quello di Generale di Squadra Aerea, viene nominato con decreto del Presidente della Repubblica, previa deliberazione del Consiglio dei Ministri, su proposta del Ministro della Difesa, sentito il Capo di Stato Maggiore della Difesa. Ha rango gerarchico preminente nei riguardi di tutto il personale militare dell’A.M. e si avvale delle seguenti articolazioni poste alle proprie dirette dipendenze: l’Ufficio Generale del C.S.M.A., l’Ufficio Generale per il Controllo Interno, l’Ufficio Generale di Coordinamento della Prevenzione e Vigilanza Antinfortunistica, l’Aiutante di Volo e la Segreteria Particolare.

 
Il Capo di S.M.A. detiene il comando della Forza Armata e in questa veste è il Comandante delle Forze Aeree (C.F.A.) ed è responsabile dell’organizzazione e dell’approntamento della Forza Armata, nonché delle attività relative all’impiego ed al governo del personale, all’addestramento ed alla logistica. Egli propone al Capo di S.M.D. il programma relativo alla F.A. ai fini della pianificazione generale interforze, i piani operativi dell’A.M., l’aggiornamento delle normative relative al reclutamento, selezione, formazione, stato giuridico, avanzamento, trattamento economico, disciplina e mobilitazione del personale, gli Ufficiali Gen. di S. A. per gli incarichi di F.A., gli Ufficiali per incarichi in ambito internazionale o presso altri dicasteri.

 
Il C.S.M.A. è sentito dal Capo di S.M.D. per la predisposizione della pianificazione generale finanziaria dello strumento militare, della pianificazione operativa interforze e dei conseguenti programmi tecnico finanziari, per l’individuazione degli obiettivi operativi dell’A.M., la definizione degli obiettivi e lo sviluppo della ricerca informativa dell’A.M., per la direzione, il coordinamento ed il controllo delle attività volte alla tutela del segreto e di polizia militare in ambito A.M., per la predisposizione dei piani operativi e contingenti, nonché delle linee guida per il necessario supporto logistico e di mobilitazione, per la formulazione di direttive concernenti la configurazione complessiva della struttura ordinativa e dei relativi organici, lo schieramento, la prontezza e l’impiego operativo dell’A.M., per la stesura delle direttive relative alla difesa dello spazio aereo nazionale, nonché delle vie di comunicazione aeree, per la definizione delle linee generali dell’ordinamento dell’A.M. da proporre al Ministro della Difesa, per la ripartizione delle risorse del personale militare e civile da assegnare agli organismi tecnico operativi nonché di quelle del personale militare da assegnare agli organismi amministrativi e tecnico industriali della Difesa, da proporre al Ministro della Difesa, per l’emanazione di disposizioni, a carattere interforze, che investono le attività generali e territoriali dell’A.M., per la formulazione di direttive concernenti la mobilitazione e le relative scorte, per la definizione di disposizioni di carattere generale sugli obiettivi del reclutamento, della selezione, della formazione e dell’addestramento, per l’impiego degli Ufficiali dell’A.M. presso organismi interforze e per la definizione degli obiettivi, degli indirizzi e delle priorità degli studi e delle sperimentazioni tecnico scientifiche di interesse dell’A.M..

 
Il Capo di S.M.A. nell’esercizio delle sue attribuzioni si avvale delle Direzioni Generali interessate per l’ottimizzazione dei programmi tecnico finanziari approvati, di cui segue lo stato di avanzamento tenendo informati il Capo di S.M.D. ed il Segretario Generale/Direttore Nazionale degli Armamenti, provvede all’impiego operativo dei fondi del settore investimento per la realizzazione dei programmi di competenza A.M. e del settore funzionamento, provvede alla diretta amministrazione dei fondi del settore finanziario finalizzati ad assicurare l’efficienza dei mezzi, degli equipaggiamenti, dei materiali e delle infrastrutture, anche avvalendosi delle competenti Direzioni Generali, nei limiti degli stanziamenti approvati dal Ministro, è organo centrale di sicurezza dell’A.M., determina l’ordinamento, gli organici ed il funzionamento dei comandi e reparti, le esigenze del personale civile per i comandi ed i reparti, le giurisdizioni territoriali delle Circoscrizioni e dei Presidi, le modalità attuative della mobilitazione e delle relative scorte, emana le direttive per il reclutamento, la selezione, la formazione, l’addestramento e l’impiego del personale, assicura, per l’esecuzione di operazioni ed esercitazioni nazionali ovvero multinazionali interforze, la disponibilità qualitativa e quantitativa delle forze, stabilita dal Capo di S.M.D., individuando i relativi reparti, definisce l’attività addestrativa ed esercita, avvalendosi del Comando Squadra Aerea, le funzioni delegate di comando operativo in relazione alle operazioni ed esercitazioni di Forza Armata, esercita le attribuzioni connesse all’attività logistica, esercita la gestione, controllo, determinazione e ripianamento delle dotazioni, delle scorte e dei materiali di consumo nonché alla gestione dei fondi occorrenti per l’espletamento delle correlate attività logistiche e tecnico amministrative.

 
Il Capo di S.M.A. in campo tecnico scientifico individua le esigenze e definisce i requisiti militari e operativi dei sistemi d’arma, i mezzi, i materiali e gli equipaggiamenti e ne valuta l’idoneità all’impiego operativo, è responsabile in materia di valutazione tecnico operativa dei propri sistemi d’arma, dei mezzi e dei materiali e, in caso di peculiari o particolari esigenze operative, della certificazione ed omologazione tecnico operativa di quelli sottoposti a modifica od integrazione presso strutture tecniche dell’A.M. e ne autorizza l’impiego operativo; a tale scopo si avvale di appositi comandi od organismi tecnico logistici di F.A., è responsabile dell’approntamento e dell’impiego del dispositivo per la difesa dello spazio aereo nazionale e coordina tutti i mezzi che ad essa concorrono, predispone, con gli altri organi competenti, i piani per l’impiego dell’aviazione civile in caso di emergenza, delinea gli indirizzi ed i criteri generali della sicurezza del volo, presiede, tramite appositi comandi, all’alta direzione tecnica operativa e di controllo dei servizi di assistenza al volo e dell’intero servizio meteorologico. 

 
Il Capo di S.M.A. per l’esercizio delle sue attribuzioni dispone di uno Stato Maggiore, ordinato di massima in reparti ed uffici, competente per la pianificazione, il coordinamento ed il controllo dei vari settori di attività e si avvale di alti comandi/ispettorati.​​​
 

Questo sito utilizza cookie tecnici e analitici, anche di terze parti, per migliorare i servizi.

Se vuoi saperne di più clicca qui. Continuando la navigazione accetterai automaticamente l’utilizzo dei cookie.