Ignora comandi barra multifunzione
Torna a contenuto principale
Ministero della Difesa
Aeronautica Militare
Skip Navigation Links Organizzazione > I Reparti > Reparti di Volo > Reparto Sperimentale di Volo
Reparto Sperimentale di Volo
STEMMA
RSV

Missione 

Il Reparto Sperimentale Volo (RSV​) è il reparto dell'Aeronautica Militare responsabile delle prove in volo e a terra di tutti gli aeromobili e materiali di volo di cui la Forza Armata è in possesso o intende acquisire. I piloti del Reparto Sperimentale di Volo effettuano inoltre tutte le presentazioni in volo degli aeromobili dell’Aeronautica Militare negli air show e nei vari saloni aeronautici internazionali. 
Il Reparto fa parte del Centro Sperimentale di Volo ed è attualmente strutturato su quattro gruppi:
  • 311º Gruppo Volo;
  • Gruppo Tecnico (GT);
  • Gruppo Gestione Software (GGS);
  • Gruppo Ingegneria per l'Aero-Spazio (GIAS).
Il Reparto Sperimentale di Volo ha il compito di supportare i reparti operativi dell’Aeronautica Militare attraverso la sperimentazione, l’integrazione e la validazione dei nuovi sistemi d’arma o di quelli sottoposti a modifica. 
Il Reparto ha anche il compito di emanare o ottimizzare le procedure d’impiego, nonché provvedere all’addestramento iniziale dei Reparti di Volo che ricevono in linea aeromobili di nuova generazione.
Il RSV, anche in risposta al mutare del contesto geopolitico, sociale ed economico, ha dato un significativo impulso alle attività a supporto dei reparti operativi, essenzialmente attraverso lo strumento della certificazione tecnica operativa che consente la rapida e autonoma implementazione di soluzioni tecnologiche in grado di soddisfare le nuove esigenze nei teatri ostili. Significativo in tal senso è stato il contributo all’operazione "Unified Protector" per aggiornare e configurare adeguatamente i velivoli Tornado, Eurofighter, AM-X e KC-767. 
Il RSV opera anche a beneficio di altre Forze Armate, Corpi Armati dello Stato ed organismi del Segretariato Generale della Difesa/Direzione Nazionale degli Armamenti. Anche la magistratura, per le indagini su incidenti aerei in ambito civile, ha richiesto la consulenza dei tecnici del RSV. 
Fanno parte dell'organico piloti, navigatori e ingegneri collaudatori sperimentatori, formati e abilitati nelle "test pilot school" di Stati Uniti, Regno Unito e Francia.​
Gli astronauti italiani Maurizio Cheli, Luca Parmitano e Roberto Vittori, prima di essere selezionati dall'Agenzia Spaziale Europea sono diventati piloti collaudatori sperimentatori e hanno prestato servizio presso il Reparto Sperimentale di Volo.
Sempre dal Reparto Sperimentale provengono i primi due piloti italiani che di recente sono stati abilitati negli Usa  a volare sul nuovissimo velivolo F-​35.​​​​

​Storia 

​Il reparto raccoglie l'eredità della Direzione Superiore Studi ed Esperienze della Regia Aeronautica, il centro di sperimentazione aeronautica sorto a partire dal 1935 nei pressi di Roma, a Montecelio. In quella sede si erano concentrate a partire dal primo dopoguerra le attività sperimentali aeronautiche e sorse la città di Guidonia. Il DSSE fu negli anni immediatamente precedenti la seconda guerra mondiale un centro di eccellenza a livello mondiale nella sperimentazione aeronautica. Nel 1948 venne creato sulle ceneri di quanto sopravvissuto alle distruzioni belliche il Nucleo Sperimentale Volo che il 15 ottobre 1949 venne rinominato Reparto Sperimentale Volo. Il 1º luglio 1956 il reparto si strutturò su due articolazioni: il Gruppo Volo che assunse il nome di 311º Gruppo Volo che tuttora mantiene e la Direzione Tecnica, oggi Gruppo Tecnico (GT). L'anno successivo, il 1957, la sede venne trasferita dall'Aeroporto di Guidonia all'attuale presso Pratica di Mare. Nel 1973, la direzione tecnica si espanse e strutturò in modo più completo a seguito della partecipazione dell'Italia al programma Panavia Tornado e nel 1983 si uni al Gruppo Gestione Software (GGS), nato proprio con l'esigenza di gestire il funzionamento degli elaboratori elettronici di quel programma. La struttura si è ulteriormente espansa nel 2002 con la creazione del Servizio Coordinamento Prove che è responsabile dell'armonizzazione dei Gruppi in organigramma. Il 1 luglio 2014 viene fondato il Gruppo Ingegneria per l'Aero-Spazio (GIAS) con l'obiettivo di volano tecnologico per l'espansione della competenza ambientale dal dominio aeronautico a quello aerospaziale (che si estende fino a 100 Km di quota).
 

Questo sito utilizza cookie tecnici e analitici, anche di terze parti, per migliorare i servizi.

Se vuoi saperne di più clicca qui. Continuando la navigazione accetterai automaticamente l’utilizzo dei cookie.