Ignora comandi barra multifunzione
Torna a contenuto principale
Ministero della Difesa
Aeronautica Militare
Scuola Volontari di Truppa
taranto
​La S.V.T.A.M. oggi è l’unico polo nazionale di formazione basica dei Volontari di Truppa dell’A.M. e pertanto svolge la primaria attività didattica-addestrativa collegata alla formazione del personale di truppa dell’AM, nel rispetto del profilo fissato dallo Stato Maggiore Aeronautica e dei programmi istruzionali definiti dal Comando Scuole A.M./3^R.A. dal quale dipende direttamente.
In particolare, provvede all’incorporamento, alla formazione e all’addestramento dei volontari in ferma prefissata di un anno (V.F.P.1) che accedono in Forza Armata tramite concorso pubblico le cui fasi selettive ed attitudinali si svolgono presso le strutture della Scuola stessa. 
Inoltre, provvede alla formazione dei vincitori di concorso per volontari in ferma prefissata di quattro anni (V.F.P.4) provenienti dai corsi per V.F.P.1 di altre Forze Armate, dal congedo o vincitori di concorsi nelle Forze di Polizia ossia dei volontari in ferma prefissata di un anno che provengono dal congedo e/o da altre Forze Armate​. 
Infine, si occupa, della formazione dei graduati di truppa che, provenienti dai corsi per V.F.P.4, frequentano il corso propedeutico per l’immissione nel Servizio Permanente Effettivo (V.T.S.P.).
La missione della Scuola si concretizza attraverso l’alternanza di lezioni teoriche riguardanti la cultura militare, attività ed esercitazioni pratiche che comprendono l’addestramento alle armi e al combattimento abbinate ad una intensa attività fisica coordinata da Istruttori Ginnici Militari.

Storia

​La Scuola Volontari di Truppa A.M. ha sede sull’Idroscalo di Taranto che, ubicato sul secondo seno del Mar Piccolo, fu realizzato dalla Marina Militare negli anni 1914-15 come Stazione Idrovolanti e come Scuola di Osservazione  Aerea per Ufficiali della Regia Marina. Dopo la 1^ Guerra Mondiale, l’Idroscalo fu intitolato al 1° Tenente di Vascello Osservatore Luigi Bologna, più volte decorato al Valor Militare, deceduto in seguito ad un incidente di volo il 23 agosto 1921. 
Assegnato nel 1923 alla Regia Aeronautica, appena costituitasi come forza armata autonoma, l’Idroscalo fu sede di reparti di Idrovolanti e, in seguito, del Comando Aeronautico dello Jonio e del Basso Adriatico, costituito il 1° dicembre 1928. L’Idroscalo ha ospitato il Centro Istruzione reclute A.M. (C.I.R.A.M., anni 1946-52) e la Scuola Specialisti (1954-58 e 1967-77), mentre nel novembre 1977 ha avuto la prima significativa trasformazione riconfigurandosi in Scuola Addestramento per le Reclute dell’Aeronautica Militare e provvedendo, sino al 2004, all’addestramento dei militari di truppa provenienti dal servizio di leva obbligatoria (S.A.R.A.M., 1° novembre 1977- 30 ottobre 2004).
Dal 1° novembre 2004, con l'istituzione del servizio militare professionale, che ha visto l’ingresso in Forza Armata di personale volontario professionista, la Scuola ha assunto la sua attuale denominazione di Scuola Volontari di Truppa (S.V.T.A.M.).
Attualmente, oltre alla S.V.T.A.M., il sedime dell’Idroscalo ospita il Centro N.S.P.A.-S.O.C., organismo della NATO al quale l’Aeronautica Militare assicura la vigilanza esterna e l’assistenza logistica.​
 

Questo sito utilizza cookie tecnici e analitici, anche di terze parti, per migliorare i servizi.

Se vuoi saperne di più clicca qui. Continuando la navigazione accetterai automaticamente l’utilizzo dei cookie.