Ignora comandi barra multifunzione
Torna a contenuto principale
Ministero della Difesa
Aeronautica Militare
Skip Navigation Links Organizzazione > Accademia, Scuole e Istituti di Formazione > Scuola Marescialli A.M./Comando Aeroporto Viterbo
Scuola Marescialli A.M./Comando Aeroporto Viterbo
Viterbo

Presso l’Istituto di formazione si tengono i corsi per allievi marescialli, i seminari di aggiornamento ed i corsi di aggiornamento generale professionale oltre ad altre attività formative disposte di volta in volta dal Comando delle Scuole dell’Aeronautica o delegate da altri Alti Comandi; tra questi riveste una particolare importanza il corso per Istruttore Militare di Tiro.
L'iter formativo dei corsi per allievi marescialli, in linea con l’esigenza individuata dal Libro Bianco della Difesa 2015 di superiore qualità formativa ed addestrativa si articola su tre anni di studi al termine dei quali i frequentatori conseguono la laurea di primo livello in “scienze politiche e relazioni internazionali” in virtù di apposita convenzione stipulata con “l’università degli studi della Tuscia” di Viterbo o quella in “infermieristica” ed in “tecniche di laboratorio biomedico” presso la sede distaccata di Viterbo dell’università degli studi “la Sapienza di Roma”.
L’iter triennale consente alla forza armata di disporre di programmi adeguati a quelli delle altre Forze Armate​ e più in generale degli altri paesi europei in un’ottica d’impiego delle forze in campo internazionale ed interalleato. 
Il corso è strutturato su un biennio di formazione seguito da un anno integrativo di specializzazione. Il biennio consiste in una prima fase finalizzata alla formazione etico-militare e culturale dell’allievo ed una seconda dedicata alla preparazione tecnico professionale; l’anno integrativo consiste nell’ultimazione dell’iter didattico previsto dal piano degli studi, comprendente esami universitari e corsi di specializzazione.
La preparazione degli allievi prevede, ad integrazione degli studi universitari, una serie di attività tra cui esercitazioni militari, attività sportive, conferenze di figure di prestigio nell’ambito di specifici settori individuati dal piano degli studi, visite didattiche a reparti della Forza Armata; nel piano degli studi, inoltre, sono presenti seminari di familiarizzazione alla cultura araba ritenuti di fondamentale importanza per l’impiego del personale del ruolo marescialli negli attuali teatri operativi all’estero.
Il corpo docenti è costituito da insegnanti universitari e da insegnanti militari, individuati anche tra il personale in forza alla scuola.
In ambito didattico la tecnologia gioca un ruolo fondamentale in relazione sia alle strutture attualmente esistenti presso il reparto (fiori all’occhiello sono il Polo multimediale Leonardo, centro nevralgico dell’attività didattica, il poligono di tiro in galleria, gli impianti sportivi, la mensa e le residenze allievi), sia all’ampliamento delle materie di apprendimento come le nuove forme di comunicazione, le applicazioni tecnologiche in ambiente virtuale ed il settore del “cyberspace” sia, infine, in relazione alle nuove metodologie gestionali dell’attività didattica.
Uno dei principali obiettivi dell’ente è quello di mantenere un elevato standard di insegnamento ed apprendimento della lingua inglese finalizzato a garantire una adeguata capacità di interoperare in ambiente internazionale; per il raggiungimento di tale obiettivo nell’ultima fase del percorso formativo dell’allievo vengono somministrate lezioni in lingua inglese di materie a carattere aeronautico.
Gli aspetti didattici che caratterizzano l’attività di formazione combinati con l’elevata qualità delle strutture logistiche presenti, determinano pertanto un reparto di assoluto livello in termini di standard logistici e didattici, ideale per lo studio ma anche per le altre attività che caratterizzano il periodo di permanenza presso la struttura degli allievi marescialli e dei frequentatori dei numerosi altri corsi organizzati; in altre parole l’ente si pone come un “campus” militare, dall’elevata potenzialità logistico-didattica in grado di garantire l’effettuazione dei corsi basici e di aggiornamento per il ruolo dei sottufficiali, oltre ad un’ulteriore gamma di attività formative a favore della forza armata e di altre istituzioni dello stato e di affermare la propria validità ed efficienza al cospetto delle più moderne scuole di formazione di livello europeo.
L’ente è anche un aeroporto militare aperto al traffico civile autorizzato; pertanto tra i suoi compiti vi è anche quello di coordinare l’attività di volo svolta sull’aeroporto dagli enti dell’Esercito e dalle società civili che vi operano. In particolare, personale del reparto, altamente specializzato, opera dall’ ”alba al tramonto” per garantire il controllo del traffico aereo nella zona di competenza, assicurare un puntuale servizio meteo a beneficio dell’attività di volo e dell’intera collettività e per garantire la sorveglianza e la protezione del vasto complesso aeroportuale.​

Storia

La Scuola Marescialli dell’Aeronautica Militare/Comando Aeroporto di Viterbo assolve due missioni: la prima attiene alla formazione militare e morale​ ed all’istruzione professionale specifica dei sottufficiali del ruolo marescialli nonché al perfezionamento ed all’aggiornamento di tale formazione; la seconda attiene al supporto tecnico operativo ed alla fornitura dei servizi alla navigazione aerea dell’aeroporto militare aperto al traffico civile Tommaso Fabbri.
L’aeroporto Tommaso Fabbri fu operativo dal 1937; fino al 1943 fu sede del 9° stormo Bombardieri Terrestri che, per tradizione, viene considerato una delle punte di diamante della nostra aeronautica militare. Dopo la 2^ guerra mondiale divenne sede del Centro Istruzione Reclute Aeronautica Militare (C.I.R.A.M.), che fino al 1953 curò l’addestramento e l’istruzione dei giovani avviati al servizio di leva in seno all’Aeronautica Militare. Dal 1953 ospitò la Scuola Specialisti per la formazione degli avieri aiuto automobilisti. Nel 1958 venne creata la prima Scuola Centrale V.A.M. con il compito di addestrare autonomamente le reclute da destinare ai servizi di vigilanza dell’Aeronautica Militare. Nel 1981 la scuola assunse la denominazione di SARVAM (Scuola Addestramento Reclute Vigilanza Aeronautica Militare).
Il primo novembre 2004 nacque ufficialmente la ​Scuola Marescialli dell’Aeronautica Militare con i compiti attuali. La nuova attività istituzionale ebbe però inizio solo il primo settembre del 2005 con l’incorpo​ramento dell’8° corso allievi marescialli - il primo, appunto, tenuto interamente presso la sede di Viterbo.
Il 2010 fu, per lo sviluppo del reparto, un anno fondamentale con la rilocazione dei “seminari di aggiornamento” riservati ai sottufficiali destinati ad incarichi di comando ed i corsi di “aggiornamento generale professionale” previsti dai profili d’impiego del personale del ruolo marescialli, entrambi strutturati su una fase a distanza (e-learning) ed una successiva fase in presenza; da quell’anno inoltre e fino al 2012 l’ente è stato interessato alle attività d’incorporamento e indottrinamento basico relative al progetto “vivi le forze armate”.
In data primo settembre 2011 l’ente è stato ridenominato in Scuola Marescialli Aeronautica Militare/Comando Aeroporto di Viterbo.
Nel 2013 la Scuola Marescialli AM è stata intitolata alla memoria delle Medaglie d’oro al Valor Militare “M.llo 1^cl. Giuliano Velardi e M.llo 1^cl. Giuseppe Buttaglieri”.​
 

Questo sito utilizza cookie tecnici e analitici, anche di terze parti, per migliorare i servizi.

Se vuoi saperne di più clicca qui. Continuando la navigazione accetterai automaticamente l’utilizzo dei cookie.