Ignora comandi barra multifunzione
Torna a contenuto principale
Ministero della Difesa
Aeronautica Militare
R.A.C.S.A.

​​​​Missione

 ​
Assicurare l'addestramento del personale impiegato nei settori del Traffico Aereo, della Difesa Aerea e della Meteorologia, in relazione alle esigenze di impiego dello strumento aereo, svolgendo corsi di specializzazione e qualificazione, nonché attività di studio tese al miglioramento professionale e ad una più elevata standardizzazione. Le sopracitate attività di addestramento sono espletate attraverso numerosi corsi, sia per personale nazionale che straniero. La continua evoluzione delle strategie nella gestione del traffico aereo per far fronte alla crescente congestione del traffico, a livello Europeo e mondiale, seguita dall'introduzione in Forza Armata di moderni sistemi operativi, così come l'assunzione di nuovi sistemi d'arma nell'area del Comando e Controllo e della sorveglianza, tutti ad elevato contenuto tecnologico, hanno richiesto una crescente preparazione professionale altamente specializzata del personale Operativo del Controllo Spazio Aereo, garantita dal R.A.C.S.A. attraverso il costante aggiornamento delle metodologie istruzionali, delle didattiche innovative e tecniche nonché negli scenari di simulazione.


Storia

 ​
La genesi del Reparto Addestramento Controllo Spazio Aereo (RACSA) è la conseguenza delle successive ristrutturazioni che hanno visto l’Aeronautica Militare trasformarsi in una Forza Armata sempre più snella, dinamica e moderna. La scuola infatti deriva dalla fusione degli istituti che fino ad allora avevano garantito l’addestramento delle due specialità Difesa e Traffico e del personale meteo ossia La Brigata addestrativa Difesa aerea di stanza a B. Piave (LT) e il Reparto Addestramento Assistenza al Volo” (R.A.A.V.).Tale unione è stata voluta per mettere in risalto due anime dall’apparenza lontane ma molto interagenti tra loro, compiti apparentemente distanti ma nella realtà vicini per la loro natura intrinseca: Difesa dello Spazio Aereo Nazionale priorità di Forza Armata e la gestione dello stesso mediante la fornitura dei Servizi della Navigazione Aerea, mediante l’Assistenza al Volo e la Meteorologia. Questa interoperabilità permette oggi di effettuare nella medesima struttura corsi di Traffico Aereo, Difesa Aerea e Meteorologia così da poter approfondire la conoscenza e il sapere strumenti obbligatori per una propria crescita professionale. Ripercorrendo a ritroso nella storia l’origine del settore formativo legato al Traffico Aereo, risale al 15 giugno 1962, quando il “Centro Addestramento Controllori Circolazione Aerea” fu fondato sull’aeroporto militare di Ciampino (Roma). Il Centro fu posto sotto il comando dell’Ispettorato per le Telecomunicazioni e l’Assistenza al Volo (I.T.A.V.) e portò avanti la formazione dei Controllori del Traffico Aereo e quella degli Assistenti che, al tempo, era di esclusiva competenza militare. Il 3 febbraio 1965 la denominazione fu cambiata in “Centro Addestramento Nazionale Controllori Traffico Aereo”. Il primo gennaio 1967, il Centro venne posto sotto il “Comando Generale delle Scuole” e fu rinominato “Centro Addestramento Assistenza al Volo” e più tardi, ancora in “Scuola Assistenza al Volo S.A.V.”. Il primo settembre 1979 la “S.A.V.” prese il nome di “Centro Tecnico Addestrativo Telecomunicazioni ed Assistenza al Volo” (C.T.A.-T.L.C./A.V.) con sede sull’aeroporto militare di Pratica di Mare, alle dipendenze dell’I.T.A.V. Il Centro era anche responsabile dell’addestramento e della manutenzione nel campo delle telecomunicazioni e dell’assistenza al volo, che in origine venivano gestite dal “Centro Tecnico Addestrativo” situato a Torricola (Roma). Nei primi anni ’80, a seguito del processo di demilitarizzazione da parte del personale responsabile per i Servizi del Traffico Aereo, la responsabilità dell’addestramento del personale civile fu trasferita ad un’organizzazione per il traffico aereo civile creata appositamente per tale compito mentre Il “C.T.A.-T.L.C./A.V.”, il 10 novembre 1985, divenne “Reparto Tecnico Addestrativo Telecomunicazioni ed Assistenza al Volo (R.T.A.-T.L.C./A.V.), guadagnando, di conseguenza, competenze nel campo dei sistemi automatici computerizzati. Il 14 giugno 1989 fu assegnata al “R.T.A.-T.L.C./A.V.” la “Bandiera d’Istituto” (importante emblema istituzionale) con decreto del Presidente della Repubblica, presentata in seguito dal Capo di Stato Maggiore dell’Aeronautica Militare pro-tempore il 5 ottobre 1990. Con la riorganizzazione degli Alti Comandi delle Forze Armate, il primo marzo 1999, la responsabilità della formazione professionale del personale relativo al Traffico Aereo e ai Servizi per la Meteorologia fu transitata al neo-costituito “Reparto Addestramento Assistenza al Volo” (R.A.A.V.) alle dipendenze della Brigata Spazio Aereo/Comando Squadra Aerea.  Analoghe vicissitudini le ha avute come Ente di formazione la Difesa Aerea la quale nasce nel primo dopoguerra nel momento in cui la Forza Armata sentì l’esigenza di costruire una scuola dotata di personale altamente qualificato e di mezzi tecnico-didattici moderni ed efficienti affidando al Gen. Aristide De Vincenti la missione di costruire un polo Tecnico-Addestrativo dedicato alla formazione del personale ed allo sviluppo della Tecnica RADAR. Nacque così nel 1952 il “Centro di Difesa Aerea Territoriale” (D.A.T.) ubicato presso il sedime di Borgo Piave – Latina, che raggiunse in breve un elevato standard qualitativo in termini di efficienza e risultati. La professionalità raggiunta fece sì che il sito venne prescelto nel 1959 quale sede della Scuola di Comunicazione N.A.T.O. Nel 1962 il Centro D.A.T. con l’attribuzione di responsabilità tecnico-manutentive, cambiò denominazione in “Centro Tecnico Addestrativo – Difesa Aerea” (C.T.A.-D.A.) e passò alle dipendenze dell’I.T.A.V. (Ispettorato Telecomunicazioni e Assistenza al Volo). Nel 1972 venne installato a Borgo Piave un sito operativo “NATO Air Defense Ground Environment” (N.A.D.G.E.) al quale furono assegnati compiti addestrativi di sviluppo e sperimentazione nel campo dell’automazione della Difesa Aerea. Dieci anni dopo venne assegnata al Centro la responsabilità dello sviluppo e della gestione del “Sistema Informatico Logistico Integrato” (S.I.L.I.). Nel 1985 il C.T.A.-D.A. venne elevato, proprio in virtù delle rilevanti potenzialità acquisite, a “Brigata Tecnica Addestrativa – Difesa Aerea” (B.T.A.-D.A.), articolata su due Reparti principali: Reparto Addestramento e Sviluppo e 7° Reparto Manutenzione RADAR. Il primo marzo del 1999 l’A.M. venne riorganizzata strutturalmente e, in conseguenza di ciò, la B.T.A.-D.A. scomparve dando vita a due nuovi Enti: Il “Reparto Addestramento Controllo Spazio Aereo” (R.A.C.S.A.), alle dipendenze della Brigata Spazio Aereo / Comando Squadra Aerea, che ereditò dal B.T.A.-D.A. i settori operativo, addestrativo e di supporto e il “7° Reparto Tecnico Operativo” (R.T.O.), alle dipendenze del Comando Logistico, a cui venne affidata la manutenzione ed il controllo di qualità dei sistemi RADAR della Forza Armata. 
A seguito della riorganizzazione di tutto il comparto Controllo Spazio Aereo e della Meteorologia a partire dal primo marzo 2007 nonché tuttora in vigore, tutti i compiti del Traffico Aereo e della meteorologia del R.A.A.V. di Pratica di Mare e quelli di formazione, aggiornamento del personale della Difesa Aerea del “vecchio” R.A.C.S.A. di Borgo Piave sono stati acquisiti dal “nuovo” Reparto Addestramento Controllo Spazio Aereo (R.A.C.S.A.). l’Ente con assieme i rispettivi simulatori sono stati rilocati sul sedime aeroportuale “Mario de Bernardi” di Pratica di Mare alle dipendenze della 9a Brigata Aerea ISTAR – EW (“Intelligence, Surveillance, Target Acquisition and Reconnaissance – Electronic Warfare”) del Comando Squadra Aerea.


 

Questo sito utilizza cookie tecnici e analitici, anche di terze parti, per migliorare i servizi.

Se vuoi saperne di più clicca qui. Continuando la navigazione accetterai automaticamente l’utilizzo dei cookie.