Ignora comandi barra multifunzione
Torna a contenuto principale
Ministero della Difesa
Aeronautica Militare
Comando delle Scuole A.M. - 3ª Regione Aerea
HOME 3RA

​​​​​Missione

Il Comando delle Scuole dell’A.M., noto in precedenza come “Ispettorato delle Scuole” e successivamente come Comando Generale delle Scuole con sede sull’aeroporto di Guidonia, dal 1° luglio 2008 ha cambiato denominazione e sede servizio (Bari) ed è stato oggetto di una profonda trasformazione ordinativa. L’Ente è comandato da un Generale di Squadra Area che dipende dal Capo di S.M.A..
Con Decreto del Ministro della Difesa del 2 novembre 2007 è stata autorizzata, a decorrere dal 1° gennaio 2008, l’adozione dei seguenti provvedimenti:

  • riorganizzazione del Comando Scuole di Guidonia in Comando delle Scuole dell’A.M./3ª Regione Aerea su Bari;
  • riorganizzazione della 3ª Regione Aerea di Bari in Comando delle Scuole dell’A.M./3ª Regione Aerea su Bari;


In buona sostanza i due Comandi si sono fusi su Bari dando vita ad un nuovo Comando di Vertice/Organismo di Vertice che assolverà tutte le funzioni precedentemente assegnate ai due disciolti Organismi. Il disegno s’inquadra nella costante opera di ricerca da parte della F.A. di ottimizzare le proprie risorse, snellendo le proprie strutture e ricercando continue sinergie sia di risorse umane, sia della propria organizzazione. Infatti tutti gli Elementi di Organizzazione (E.d.O.) dedicati all’autofunzionamento dei due Comandi sono stati posti a fattor comune ed il nuovo organismo unificato si caratterizza solamente per il raggiungimento del “core businnes” precedentemente assegnato.
Le risorse umane necessarie a tale trasformazione sul sedime di Bari non sono pervenute unicamente dal sedime di Guidonia (destinate ad altri progetti che la F.A. ha su tale Aeroporto), ma sono state liberate sostanzialmente da altri processi di riorganizzazione che hanno coinvolto l’area di Bari.
Il periodo di tempo intercorso fra la data del Decreto Ministeriale (2 novembre 2007) e quella della piena attuazione del provvedimento (1° luglio 2008) è stato impegnato nel travaso delle funzioni dell’A.C. dalla sede di Guidonia a quella di Bari e nella complessa gestione del transitorio che non ha penalizzato l’attività dei due Comandi interessati. Dal 1° luglio 2008 infine il Quartier Generale della 3ª Regione Aerea di Bari Palese ha assunto la nuova denominazione di Quartier Generale del Comando Scuole dell’A.M./3ª Regione Aerea. L’organigramma del nuovo Comando di Vertice assomma pertanto le strutture organizzative dei due Comandi in esso confluiti.

La missione è assicurare sulla base delle direttive e delle deleghe ricevute, la selezione e le attività correlate al reclutamento del personale da immettere in F.A.;
Provvedere, per il suddetto personale, alla sua formazione militare e culturale propedeutica al successivo addestramento ed impiego, ivi compreso quello dirigenziale e, nei casi contemplati, del personale di altre FF.AA., Corpi ed Organismi nazionali ed esteri;
Assicurare le funzioni territoriali e di collegamento con gli Enti e le Amministrazioni Territoriali.

Storia del Comando Scuole A.M.

Il Comando Scuole dell’A.M., già Ispettorato delle Scuole A.M., trae le sue origini dalla Direzione Generale Personale Militare e delle Scuole che presiedeva alla organizzazione di tutte le scuole A.M., successivamente (1932) dall’Ispettorato del Turismo Aereo che curava in modo particolare l’attività delle scuole di volo di 1° grado per il rilascio del brevetto di pilota di aeroplano e l’attività di aeroclub. In seguito alla crescente attività delle scuole di volo ed allo sviluppo dell’Aeronautica, nel 1933, tale ente assumeva la denominazione di “Ispettorato delle Scuole”, articolato su tre divisioni. La sua giurisdizione veniva estesa sulle scuole di volo su quelle specialisti, sull’Accademia aeronautica, e sui corsi preaeronautici che venivano tenuti presso gli istituti industriali e le scuole di avviamento professionale. 
Nel 1942 l’Ispettorato delle Scuole si trasformava in “Comando Generale delle Scuole”, articolato su quattro Reparti, dal quale dipendevano l’Accademia Aeronautica, la Scuola di Applicazione Aerea, l’Istituto di Guerra Aerea ed il 1°, 2° e 3° Raggruppamento delle Scuole. Tale Comando cessava le sue funzioni l’8 settembre 1943 a causa degli eventi bellici. Solo nell’anno 1949 veniva ricostituito, presso l’Aeroporto di Guidonia, l’Ispettorato delle Scuole A.M., articolato su due sezioni dal quale dipendevano l’Accademia Aeronautica, la Scuola di Applicazione, l’Istituto di Guerra Aerea, le Scuole di Volo, le Scuole Specialisti ed i vari corsi. Nel 1951, l’Ispettorato delle Scuole cessava dalle sue attribuzioni ispettive nei riguardi dei seguenti Istituti Superiori: Scuola di Guerra Aerea, Accademia Aeronautica; Scuola di Applicazione. L’Ispettorato delle Scuole rimaneva, quindi, articolato su due Reparti, ciascu​no a sua volta su due Sezioni: il 1° Reparto che si interessava delle Scuole di Volo di 1°, 2° e 3° periodo ed il 2° Reparto che si interessava delle Scuole Specialisti e Direzione Corsi. Dopo una lunga serie di studi, maturati in seguito a proposte e controproposte intercorse tra lo Stato Maggiore e l’Ispettorato, il 15 marzo del 1959 veniva emanato dallo S.M.A. il nuovo ordinamento con le relative tabelle organiche. In data 15 gennaio 1963 l’Ispettorato delle Scuole A.M., a seguito delle norme ordinative emanate dallo S.M.A., si è trasformato in “Comando delle Scuole” articolato su tre Reparti. Nell’anno 1965 tale organismo ha assunto la denominazione di “COMANDO GENERALE DELLE SCUOLE”, alle dirette dipendenze del Capo di Stato Maggiore dell’Aeronautica Militare. Con la riorganizzazione dei vertici militari, il Comando Generale delle Scuole dal 1 febbraio 2000 assume la veste di Alto Comando. Il 28 marzo del 2006 ha assunto la nuova denominazione di “COMANDO SCUOLE DELL’AERONAUTICA MILITARE”.

Storia del Comando 3ª Regione Aerea

​A metà degli Anni ’30 la Regia Aeronautica pone a Bari il Comando della IV Zona Aerea territoriale (Z.A.T.) con competenza sull’aerea orientale del meridione d’Italia. Durante il Secondo Conflitto Mondiale, nella sede della IV Z.A.T. fu ubicato anche il Comando della IV Squadra Aerea, responsabile soprattutto delle operazioni sui Balcani, la Grecia ed il Mediterraneo orientale. Nel 1943, i rovesci bellici che segnarono la crisi politica del regime fascista, portarono, dopo l’armistizio dell’8 settembre, alla dissoluzione di tutti i Comandi militari. La sede del Comando della IV Z.A.T., come si vede nelle immagini, divenne così sede del Comando della 15^ Army Air Force. Come è noto, subito dopo l’8 settembre, i superstiti della Regia Aeronautica per sfuggire alla cattura tedesca e per non ottemperare all’ordine di consegna agli alleati dei loro velivoli, si rifugiarono nel leccese da dove ripresero la guerra a fianco degli anglo-americani. 
Nel dicembre del 1943 il Comando delle Unità Aeree costituitosi in Brindisi, fu spostato a Bari e le sue unità furono inserite nella Balkan Air Force che combatterà fino alla fine della guerra nei cieli dei Balcani e della Romania. Con la fine della guerra e dell’occupazione, Bari tornò ad ospitare, nel palazzo della IV ZAT il Comando dell’Aeronautica Militare per il meridione d’Italia, comando che negli Anni ’50 assunse la denominazione di COMANDO DELLA TERZA REGIONE AEREA. La fase di ricostruzione della Forza Armata si completò sul finire degli anni ‘50, quando dall’ordinamento territoriale per Zone Aeree, su cui era strutturata l’Aeronautica, si passò ad una struttura più spiccatamente operativa basata su tre Regioni Aeree a cui era affidata la difesa di spazi aerei corrispondenti, grosso modo, la I a quello del nord Italia, la II a quello centro occidentale e la III a quello dell’area centro orientale e meridionale. Il vecchio Comando della IV Zona Aerea Territoriale, la IV Z.A.T., si trasformò, quindi, nell’attuale Comando della Terza Regione Aerea, assorbendo, nel suo territorio, la Sicilia e tutta l’area meridionale della penisola. Nel 1999, a seguito del riassetto ordinativo dell’Aeronautica Militare che prevedeva l’accentramento degli Alti Comandi per funzioni (istruzione, addestrativa, logistica ed operativa), le Regioni Aeree subirono profonde modifiche strutturali. Sui Reparti dell’area di competenza, il Comando di Regione conservava tuttavia il coordinamento delle attività presidiarie.

 

Questo sito utilizza cookie tecnici e analitici, anche di terze parti, per migliorare i servizi.

Se vuoi saperne di più clicca qui. Continuando la navigazione accetterai automaticamente l’utilizzo dei cookie.