Ignora comandi barra multifunzione
Torna a contenuto principale
Ministero della Difesa
Aeronautica Militare
L'esercitazione

L'esercitazione Global Sentinel, organizzata dallo USSTRATCOM (United States Strategic Command), si svolge per la prima volta nell'aprile del 2014, sotto il nome di Space Situational Awareness Tabletop Exercise (SSA TTX) e annovera la partecipazione dei Centri Operativi Nazionali di Australia, Canada, Regno Unito, Stati Uniti, Francia e Germania.

Tale iniziativa si configura come la prima esercitazione militare a livello internazionale nel settore spaziale per la SST (Space Surveillance and Tracking). In tal senso si favorisce l'integrazione e l'interoperabilità dei Centri Operativi dei Paesi partecipanti, la maggior parte dei quali sono gestiti dalle rispettive Aeronautiche Militari.

L'edizione del 2016, denominata SSA TableTop Exercise III, si arricchisce della presenza del Giappone e dell'Italia, che tramite l'Aeronautica Militare figura per la prima volta come "osservatore". 

Nel 2017 l'Aeronautica Militare partecipa attivamente all'esercitazione denominata Global Sentinel 2017 (GS17) con personale proveniente dallo Stato Maggiore Aeronautica, dal Reparto Sperimentale Volo di Pratica di Mare e dal Comando Operazioni Aeree (COA) di Poggio Renatico. Questo in ragione della competenza ambientale della Forza Armata, che gestisce e coordina le attività del Centro Operativo Nazionale (ISOC), le cui funzioni sono attestate proprio presso il Reparto Sperimentale Volo, oltre a contribuire alla capacità operativa nazionale nell'ambito dell'iniziativa europea denominata SST Support Framework.

Alla GS17 sono presenti anche la Spagna e la Corea del Sud in qualità di "osservatori".  

L'obiettivo prioritario dell'esercitazione, attraverso l'utilizzo della modelling & simulation che consente in un ambiente virtuale di proporre diversi scenari operativi, simili a quelli che si manifestano nel modo reale, è quello di studiare, testare e validare il funzionamento e le procedure di una possibile architettura SSA allargata, basata sull'integrazione delle capacità dei Paesi partecipanti. Elemento di novità, l'introduzione di un centro operativo multinazionale (FedSpOC - Federation Space Operations Center) costituito dai rappresentanti di ciascuno Paese, volto a verificare i vantaggi della cooperazione in questo settore.

Oggigiorno non esiste sistema tecnologicamente avanzato che non abbia una dipendenza dalle applicazioni satellitari e questo rende l'infrastruttura spaziale critica e strategica allo stesso tempo. La capacità di SST, che anche l'Europa ha iniziato a sviluppare, costituisce dunque una capacità essenziale, soprattutto in ottica futura al fine di ridurre il rischio di collisioni in orbita, che oltre a compromettere la funzionalità di sistemi satellitari importanti potrebbero rendere inutilizzabili intere orbite. 

La partecipazione all'esercitazione Global Sentinel 2017 rappresenta un'opportunità di accrescimento dell'attuale capacità operativa di SST, che si traduce nell'allargamento del concetto di Controllo dello Spazio Aereo tradizionale all'ambiente spaziale. Ciò consentirà in futuro di estendere il concetto di Recognized Air Picture alla più ampia Recognized Space Picture, al fine di incrementare il livello di protezione e sicurezza dell'infrastruttura spaziale e conseguentemente preservare l'utilizzo di una risorsa preziosa come appunto lo spazio attorno allo Terra.

In sintesi, l'esercitazione Global Sentinel 2017 rappresenta un momento importante in grado di favorire lo sviluppo di procedure e tecniche di interazione e coordinamento fra i diversi centri operativi nazionali e, nel contempo, contribuisce all'integrazione e cooperazione in ambito internazionale assumendo così una valenza non solamente operativa ma anche strategica.

 

Questo sito utilizza cookie tecnici e analitici, anche di terze parti, per migliorare i servizi.

Se vuoi saperne di più clicca qui. Continuando la navigazione accetterai automaticamente l’utilizzo dei cookie.