Ignora comandi barra multifunzione
Torna a contenuto principale
Ministero della Difesa
Aeronautica Militare
Afghanistan
Afghanistan JATF
​​JATF - Resolute Support

 
Il 31 dicembre 2014 la missione ISAF è terminata e l’1 gennaio successivo è stata avviata la nuova missione a guida NATO “Resolute Support” (RS), incentrata sull’addestramento, consulenza ed assistenza in favore delle Forze Armate (Afghan National Security Forces – ANSF) e le istituzioni afgane.
La nuova missione, operando in favore dei più alti livelli della catena gerarchica, ha come principale obbiettivo lo sviluppo del management orientato al conseguimento di una piena autosufficienza (Self Sufficient Capability). Il passaggio alla missione RS, che contrariamente alla missione ISAF è di tipo “no combat”, è stato deciso al summit di Chicago del 2012, in cui si sanciva altresì il 2014 come anno di completamento della fase di transizione, ovvero il pieno passaggio della responsabilità della sicurezza dalle forze della coalizione (Coalition Forces) alle ANSF (Afghan National Security Forces).
La nuova missione RS ha come centro nevralgico la capitale, Kabul, e 4 Comandi dipendenti (Train Advise Assist Command – TAAC), con responsabilità e competenze su altrettante regioni geografiche: TAAC-North, a guida tedesca, TAAC-West, a guida italiana, TAAC-South e TAAC-East, a guida USA.
La Join t Air Task Force (JATF) è stata costituita il 1° giugno del 2007, quale cardine nella gestione degli assetti aerei italiani impiegati in Afghanistan; a partire dal 1° di gennaio del 2015, appunto inizio della missione RS, la Task Force ha assunto la responsabilità aeroportuale complessiva e, con essa, il compito di fornire i necessari servizi essenziali.
Tuttavia, a partire dall’estate del 2016, il compito di svolgere le citate funzioni aeroportuali dello scalo di Herat, è transitato ad una serie di fornitori esterni (ditte - tramite NSPA), operanti sotto la responsabilità del Comandante della JATF, che ne coordina l’operato attraverso un ridotto staff, di circa 20 militari, costituenti appunto l’attuale Task Force.
La trasformazione organica e funzionale della JATF, recentemente conclusa, è stato frutto di un complesso processo confidence building a favore dei vari contractors attualmente operanti; questi ultimi, oltre a fornire i servizi aeroportuali, sono altresì impiegati nell’addestramento On the Job Training del personale afgano specializzato, destinato a gestire le funzioni dell’aeroscalo, in futuro, al termine della missione RS, momento in cui l’aeroporto transiterà a pieno titolo sotto la responsabilità dell’autorità aeronautica afgana (ACAA – Afghan Civil Aviation Authority).
 

Questo sito utilizza cookie tecnici e analitici, anche di terze parti, per migliorare i servizi.

Se vuoi saperne di più clicca qui. Continuando la navigazione accetterai automaticamente l’utilizzo dei cookie.