Ignora comandi barra multifunzione
Torna a contenuto principale
Ministero della Difesa
Aeronautica Militare
Operazioni Grandi eventi
OPERAZIONE “NAXOS” (TAORMINA)
Nell’ambito dell’anno di presidenza italiana del gruppo dei paesi più industrializzati, si è svolto il 26 e 27 maggio 2017 il vertice G7 a Taormina/Giardini Naxos. In tale occasione la Difesa ha approntato un dispositivo militare nel quale l’A.M. ha fornito il suo contributo implementando misure dedicate alla sorveglianza e alla difesa dello spazio aereo sovrastante la città e le zone sensibili. Nello specifico sono stati impiegati: sei F-2000 per la Difesa Aerea; un HH-101, un HH-139 e due HH-212 per lo Slow Mover Interceptor; un sistema per il Counter-UAS; il Reparto Mobile Comando e Controllo (con modulo DARS e radar di scoperta TPS-77) ; due MQ-9 Predator con compiti di sorveglianza e ricognizione; un velivolo Spydr; un P-72A; un CAEW come piattaforma aerea di Comando e Controllo; un KC 767 per l’Air to Air refueilling; un NH-500 per il supporto ed i collegamenti a favore del personale dell’AOC-FWD di Poggio Renatico, schierato su Sigonella.
Oltre ai suddetti assetti l’8° Campalgenio ha realizzato due elisuperfici presso la città di Taormina, per consentire l’atterraggio degli elicotteri adibiti al trasporto delle delegazioni estere e comprensive di supporto per la gestione del traffico aereo, stazione meteo campale e presidio antincendio. Inoltre, presso l’aviosuperficie di Calatabiano (CT), sono state allestite tre piazzole temporanee, a supporto degli elicotteri delle Forze dell’Ordine.
Il 3° Stormo di Villafranca, invece, è stato impegnato nella costruzione ed allestimento di un campo tende da oltre 380 posti letto presso l’aeroporto di Sigonella, per l’alloggiamento di tutto il personale A.M. impiegato nell’operazione. 
La fase esecutiva è stata caratterizzata dalla copertura, senza soluzione di continuità, della Difesa Aerea, della Sorveglianza e Ricognizione e della Sorveglianza Elettronica, totalizzando 77 sortite e circa 350 ore di volo, a conferma della capacità di proiezione operativa e logistica della F.A..

VERTICE G7 DEI MINISTRI FINANZIARI (BARI) 
Anche per il vertice dei Ministri finanziari dei G7, svoltosi a Bari dall’11 al 13 maggio 2017, l’A.M. ha garantito un dispositivo in grado di  potenziare la cornice di sicurezza e la situational awareness, mediante l’impiego dell’assetto da Sorveglianza e Ricognizione “Predator” e la trasmissione del segnale video presso la Sala Operativa del Viminale e della Prefettura di Bari.

VERTICE  BALCANI  OCCIDENTALI (TRIESTE)
Il 12 luglio 2017 si è svolto a Trieste il Vertice Annuale dei Balcani Occidentali che ha previsto la partecipazione di Bosnia-Erzegovina, Serbia, Montenegro, Kosovo, Macedonia, Albania, Unione Europea e istituzioni finanziarie internazionali.
L’A.M. ha partecipato implementando le misure dedicate alla sorveglianza dello spazio aereo concorrendo con propri assetti alle capacità Slow Mover Interceptor (SMI), Combat Air Patrol (CAP) e controllo spazio aereo. Gli assetti utilizzati sono stati quattro F-2000 per la CAP, un HH212, un HH-139 ed un CAEW come piattaforma di Comando e Controllo.

60° ANIVERSARIO FIRMA DEI TRATTATI EUROPEI (ROMA)
Il 24 e 25 marzo 2017 si sono svolte a Roma le celebrazioni connesse al 60° anniversario della firma dei “Trattati di Roma”, istitutivi della Comunità Europea, alle quali hanno partecipato numerose cariche politiche e militari dei Paesi membri. In tale ambito l’A.M. ha approntato un dispositivo militare in grado di garantire la sorveglianza dello spazio aereo con assetti dedicati, implementando limitazioni alla struttura ATS e all’operatività degli aeroporti civili nell’area di interesse. In particolare sono stati impiegati velivoli F-2000 per il pattugliamento aereo e KC-767 per il relativo supporto AAR, oltre a quattro elicotteri HH-212 e HH-139 in qualità di Slow Mover Interceptor
Lo stesso dispositivo è stato attivato il 23 di maggio quando il Presidente degli Stati Uniti d’America Donald Trump si è recato in visita al Vaticano e successivamente al Quirinale.
 

Questo sito utilizza cookie tecnici e analitici, anche di terze parti, per migliorare i servizi.

Se vuoi saperne di più clicca qui. Continuando la navigazione accetterai automaticamente l’utilizzo dei cookie.