Ignora comandi barra multifunzione
Torna a contenuto principale
Ministero della Difesa
Aeronautica Militare
Skip Navigation Links Comunicazione > Pubblica Informazione > Comunicati Stampa > BAMBINO DI UN ANNO IN PERICOLO DI VITA TRASPORTATO CON URGENZA DALL'AERONAUTICA MILITARE
MINISTERO DELLA DIFESA
AERONAUTICA MILITARE
Ufficio pubblica informazione

17/03/2018 Roma,
24/2018
BAMBINO DI UN ANNO IN PERICOLO DI VITA TRASPORTATO CON URGENZA DALL'AERONAUTICA MILITARE

IL BAMBINO È STATO TRASPORTATO DA UN FALCON 50 DEL 31 STORMO DA CAGLIARI A GENOVA PER RICEVERE CURE SPECIALISTICHE

 

Nel primo pomeriggio di oggi 17 marzo, un bambino di un anno in imminente pericolo di vita è stato trasportato d'urgenza da Cagliari a Genova a bordo di un aereo Falcon 50 del 31° Stormo dell'Aeronautica Militare. 

Il piccolo paziente, accompagnato da un'equipe medica specializzata, è stato poi trasferito in ambulanza per essere ricoverato nell'Istituto pediatrico Giannina Gaslini. 

La richiesta di trasporto, come accade in questi casi, è pervenuta dalla Prefettura di Cagliari alla Sala Situazioni di Vertice del Comando della Squadra Aerea, la sala operativa dell'Aeronautica Militare che ha tra i propri compiti quello di organizzare e gestire questo genere di trasporti su tutto il territorio nazionale in coordinamento, appunto, con le Prefetture.  

Missioni di questo tipo necessitano della massima tempestività. Attraverso i suoi Reparti di volo, l'Aeronautica Militare mette a disposizione mezzi ed equipaggi pronti a decollare in qualunque momento e in grado di operare in qualsiasi condizione meteorologica per assicurare il trasporto urgente non solo di persone in imminente pericolo di vita, come accaduto oggi, ma anche di organi ed equipe mediche per trapianti. Sono migliaia ogni anno le ore di volo effettuate dai velivoli del 31° Stormo di Ciampino, del 14° Stormo di Pratica di Mare e della 46° Brigata Aerea di Pisa, assetti sempre in prima linea in caso di emergenza.

 

Questo sito utilizza cookie tecnici e analitici, anche di terze parti, per migliorare i servizi.

Se vuoi saperne di più clicca qui. Continuando la navigazione accetterai automaticamente l’utilizzo dei cookie.