Ignora comandi barra multifunzione
Torna a contenuto principale
Ministero della Difesa
Aeronautica Militare
Skip Navigation Links Comunicazione > Notizie > Archivio > 2014 > L'Accademia prosegue nello sviluppo formativo
L'Accademia prosegue nello sviluppo formativo
18/09/2014
Accademia Aeronautica - Pozzuoli - Ten. Giulio Finotti
Foto di gruppo
Dal 4 al 13 Settembre, una cellula di 41 aspiranti, mezzi e personale dell’Accademia Aeronautica si è rischierata presso il distaccamento aeronautico di Nisida per attuare la fase pratica prevista dal progetto di Formazione Integrata alla Leadership, Management e Competenze Aerospaziali (F.I.L.M.C.).

 

Il progetto è sviluppato secondo le tecniche di Project Management, a favore dei frequentatori dei corsi regolari dell’Accademia Aeronautica, prevede l’utilizzo del sedime di Nisida per esercitarsi ad operare come un reparto di volo dell’Aeronautica Militare, simulando lo schieramento in una base lontana dalla propria e gestendo assetti, in questo caso i natanti dell’A.M., per conseguire un obiettivo addestrativo ben definito. Attraverso tali operazioni, viene al contempo sviluppata consapevolezza e sensibilità circa le dinamiche dell’azione collettiva, in particolare nella gestione di situazioni dinamiche e sfidanti e nello sviluppo dell’azione di Comando.

 

Anche in quest’ultima esercitazione i frequentatori hanno effettuato, in modo autonomo, la fase di rischieramento sul sedime della base ospitante (Host Nation Nisida) portando ed organizzando il materiale reso loro disponibile, osservati dal personale responsabile del progetto. L’attività quotidiana è stata cadenzata da eventi simulati per innescare la gestione di situazioni variabili ed emergenze (es. incendio, evacuazione) che hanno coinvolto singolarmente e collettivamente i partecipanti.

L’insieme delle attività è stato svolto al fine di stimolare e verificare le dinamiche di leadership emergenti, lo sviluppo delle capacità di lavoro di squadra e la capacità di risoluzione dei problemi, nonché di gestione autonoma di attività complesse, attraverso l’interiorizzazione delle dinamiche di un’unità di volo, operando con elevato realismo secondo le procedure standard di Forza Armata. Unica grande differenza: l’utilizzo di barche invece che di aerei.

 

Al termine di ogni giornata di esercitazione, un team di valutatori appositamente costituito con personale specializzato dell’Aeronautica Militare proveniente anche dal Centro di Selezione di Guidonia (RM) e dal Reparto di Formazione Didattica Manageriale (RE.FO.DI.MA.) di Firenze ha analizzato con procedure scientificamente validate le performance individuali e collettive in quattro specifiche aree di osservazione: emotività relazionale, gestionale, cognitiva, innovativa oltre alle dimensioni dell’autocontrollo emotivo e della consapevolezza organizzativa.

Al progetto ha collaborato anche il personale istruttore  Federazione Italiana Vela, del Centro Sportivo dell’A.M. di Vigna di Valle (RM) e del 70° Stormo di Latina.

  

Un momento dell'esercitazione

 

La regata

ALTRE DALLA CATEGORIA

Questo sito utilizza cookie tecnici e analitici, anche di terze parti, per migliorare i servizi.

Se vuoi saperne di più clicca qui. Continuando la navigazione accetterai automaticamente l’utilizzo dei cookie.