Ignora comandi barra multifunzione
Torna a contenuto principale
Ministero della Difesa
Aeronautica Militare
Skip Navigation Links Comunicazione > Notizie > Archivio > 2014 > Terminato il 59° corso Forward Air Controller
Terminato il 59° corso Forward Air Controller
16/10/2014
Scuola di Aerocooperazione - Guidonia (RM)
Magg. Antonio Caliandro
Una fase dell'esercitazione
Lunedì 13 Ottobre, presso la Scuola di Aerocooperazione di Guidonia (RM), è terminata la fase teorico/pratica del 59° corso per 20 futuri Controllori Aerei Avanzati (FAC - Forward Air Controller).
Scopo del corso è quello di fornire al personale in addestramento, in conformità con la normativa NATO e nazionale in vigore, le nozioni, la dottrina e le tecniche operative sulla gestione tattica di operazioni CAS (Close Air Support – Supporto Aereo Ravvicinato), anche alla luce delle esperienze operative maturate nel settore e le lezioni apprese nei vari Teatri Operativi. Al corso hanno partecipato 15 militari dell’Esercito Italiano, 2 della Marina Militare, 2 dell’Aeronautica Militare e 1 appartenente all’Arma dei Carabinieri.
L’intero iter addestrativo dei FACs, che ha recentemente ottenuto la certificazione NATO, prevede nella prima fase appena conclusa, un iniziale addestramento pratico in sede, mediante specifiche esercitazioni con simulatore, basate sul concetto formativo GFT (Game for Training), che consentono, tramite la realtà virtuale immersiva, di poter creare ambienti diversificati, realistiche ricostruzioni e condizioni operative a difficoltà crescente, con una significativa riduzione di costi globali.
Ulteriori attività addestrative svolte in questa fase sono quelle effettuate a Guidonia e presso il Poligono di Monteromano (VT).
In collaborazione con il Gruppo di Volo a Vela del Comando Aeroporto, tramite l'impiego di velivoli MB 339CD e S208/M e dell'elicottero NH-500E, i futuri FAC hanno svolto attività di ambientamento iniziale e familiarizzazione con le procedure basilari di controllo reale di un assetto di volo. Ulteriore valore aggiunto nel loro addestramento in questa fase è costituito dai voli di familiarizzazione, in cui il FAC apprende e di conseguenza sperimenta anche il punto di vista del pilota.
Presso il Poligono di Monteromano, ove si è svolta anche attività notturna, i frequentatori hanno potuto sperimentare operazioni di supporto aereo ravvicinato condotte anche con gli assetti A-109, AB205, AB206 dell’Aviazione dell’Esercito.
L’intero iter addestrativo prevede, inoltre, ulteriori fasi applicative, in programma nei prossimi mesi presso aree addestrative nazionali, con il coinvolgimento di assetti di volo ISR (Intelligence, Surveillance, Recognition) come il Predator, per la Situation Awareness dell’area di operazioni e di assetti tattici come il velivolo AM-X.

 


La Scuola di Aerocooperazione è l’Istituto militare Interforze di formazione specialistica e valenza tecnico-operativa nel campo dell’interpretazione di immagini telerilevate (aeree e satellitari) ed in quello della cooperazione aeroterrestre e aeronavale. Per la formazione e qualificazione dei Controllori Aerei Avanzati, la Scuola ha recentemente ottenuto anche la certificazione NATO.
I corsi svolti presso la Scuola di Aerocooperazione sono aperti, oltre che al personale militare delle Forze Armate, anche a personale esterno all’Amministrazione della Difesa ed al personale militare della NATO e dei Paesi partecipanti al programma internazionale di Partenariato per la Pace (PfP - Partnership for Peace), previa autorizzazione dello Stato Maggiore Difesa.

 

Una fase dell'esercitazione 

Una fase dell'esercitazione 

ALTRE DALLA CATEGORIA

Questo sito utilizza cookie tecnici e analitici, anche di terze parti, per migliorare i servizi.

Se vuoi saperne di più clicca qui. Continuando la navigazione accetterai automaticamente l’utilizzo dei cookie.