Ignora comandi barra multifunzione
Torna a contenuto principale
Ministero della Difesa
Aeronautica Militare
Skip Navigation Links Comunicazione > Notizie > Archivio > 2013 > Il Re.S.I.A. apre i cancelli del Forte Appia Antica
Il Re.S.I.A. apre i cancelli del Forte Appia Antica
15/04/2013
Re.S.I.A. - Roma - Cap. Ramona Galletta
Il Colonnello Sanasi mentre accoglie i visitatori
Domenica 7 Aprile, nell’ambito della manifestazione “Cancelli Aperti”, promossa dall’Ente Parco Regionale Appia Antica, il Reparto Sistemi Informativi Automatizzati (Re.S.I.A.), ha eccezionalmente aperto i cancelli del Forte Appia al pubblico.

 

La visita, realizzata in collaborazione con “Progetto Forti”, ha visto la partecipazione di due gruppi di circa 60 persone tra appassionati e studiosi. Ad accogliere i partecipanti il Comandante del Re.S.I.A., il Colonnello Sandro Sanasi, la dott.ssa Caterina Rossetti dell’Ente Regionale Parco Appia Antica e l’arch. Simone Ferretti, coordinatore del Gruppo Progetto Forti che ha fatto da guida lungo il tragitto. Il primo percorso si è snodato dall’ingresso del sedime di Forte Appia al fossato passando per il ponte levatoio, il corpo di guardia, la piazza d’armi e la mezzacaponiera; mentre il secondo percorso prevedeva la visita della Torre su sepolcro romano, tipo di monumento funerario tra i più frequenti sulla via Appia.

 

Il Forte Appia Antica fu realizzato tra il 1877 e il 1880 nell’ambito del più ampio piano difensivo della nuova Capitale del Regno con lo scopo di controllare direttamente l’accesso all’Urbe dalla via Appia. E’ l’unico forte di Roma che dispone di un ponte levatoio con meccanismo “alla Poncelet”, con contrappesi a vista e catene di sollevamento. In uso all’Aeronautica Militare sin dagli anni ’30, permane oggi in concessione al Ministero Difesa e ricade nel sedime del ReSIA che ne cura la conservazione monumentale e storica.

 

 

 

 

ALTRE DALLA CATEGORIA

Questo sito utilizza cookie tecnici e analitici, anche di terze parti, per migliorare i servizi.

Se vuoi saperne di più clicca qui. Continuando la navigazione accetterai automaticamente l’utilizzo dei cookie.