Ignora comandi barra multifunzione
Torna a contenuto principale
Ministero della Difesa
Aeronautica Militare
Skip Navigation Links Comunicazione > Notizie > Domenica in prontezza conclusa con un trasporto sanitario urgente
Domenica in prontezza conclusa con un trasporto sanitario urgente
08/07/2018
Ufficio Pubblica Informazione - Roma
S.Ten. Palma Convertini

Nella scorsa notte un uomo in imminente pericolo di vita è stato trasportato da Lamezia Terme a Firenze con un aereo C-130J dell'Aeronautica Militare per il successivo ricovero presso l'Ospedale Careggi.

Sul velivolo, appartenente alla 46a Brigata Aerea di Pisa, è stata imbarcata l'ambulanza con a bordo il paziente e l'equipe medica.

Ripartito dalla città calabrese, verso l'una e trenta della notte il C-130J è atterrato nell'aeroporto di Firenze, da dove il paziente è stato poi trasportato nell'ospedale toscano.

La richiesta di trasporto è pervenuta dalla Prefettura di Cosenza alla Sala Situazioni di Vertice del Comando della Squadra Aerea, la sala operativa dell'Aeronautica Militare che ha tra i propri compiti quello di organizzare e gestire questo genere di trasporti su tutto il territorio nazionale in coordinamento, appunto, con le Prefetture. 

La Sala Situazioni di Vertice ha quindi attivato uno degli assetti che la Forza Armata tiene pronti 24 ore su 24 per questo genere di necessità.

Quello della scorsa notte è stato l'ultimo di cinque interventi che hanno visto impegnati, in totale, 6 velivoli dell'Aeronautica a difesa dello spazio aereo nazionale ed a supporto della collettività. Un altro trasporto sanitario urgente si è infatti concluso nel pomeriggio di ieri, a favore di una bimba di soli quattro mesi. Anche in questo caso è stato attivato un C130J della 46^ Brigata Aerea di Pisa, unico vettore in grado di aviotrasportare il paziente all'interno di un'ambulanza.

Altri due distinti interventi hanno interessato due coppie di F-2000 Eurofighter del 4° Stormo di Grosseto e del 36° Stormo di Gioia del Colle, alzati rapidamente in volo su ordine del CAOC (Combined Air Operation Center) di Torrejon, ente NATO responsabile per la sorveglianza dei cieli. Si è trattato, nello specifico, di due distinti ordini di "scramble" (termine tecnico per indicare il decollo immediato) per una coppia di jet italiani volto a intercettare e controllare due diversi aerei civili che avevano perso il contatto radio con gli enti del traffico aereo.

L'intensa domenica si è infine conclusa con l'attivazione, in tarda serata, di un elicottero HH139A del 15° Stormo di Cervia, su ordine del Rescue Coordination Center (RCC) di Poggio Renatico (FE). L'elicottero è intervenuto supportando, congiuntamente alla Polizia di Stato, il Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico dell'Emilia Romagna nelle ricerche di un uomo di 74 anni disperso nei boschi dell'appennino modenese, nel comune di Sestola.

Missioni di questo tipo necessitano della massima tempestività. Attraverso i suoi Reparti di volo, l'Aeronautica Militare mette a disposizione mezzi ed equipaggi pronti a decollare in qualunque momento e in grado di operare in qualsiasi condizione meteorologica per assicurare il trasporto urgente non solo di persone in imminente pericolo di vita aviotrasportate in ambulanza, proprio come accaduto ieri, ma anche di organi ed equipe mediche per trapianti. Sono migliaia ogni anno le ore di volo effettuate dai velivoli del 31° Stormo di Ciampino, del 14° Stormo di Pratica di Mare e della 46a Brigata Aerea di Pisa, assetti sempre in prima linea in caso di emergenza.

L'Aeronautica Militare garantisce inoltre, 24 ore su 24 e senza soluzione di continuità, la ricerca ed il soccorso degli equipaggi di volo in difficoltà, concorrendo ad attività di pubblica utilità quali la ricerca di dispersi in mare o in montagna, il trasporto sanitario d'urgenza di ammalati in pericolo di vita ed il soccorso di traumatizzati gravi, operando in qualsiasi condizione meteorologica.

Si tratta di interventi con cui le Forze Armate operano al servizio del Paese, attraverso "l'impiego duale" dei propri mezzi e tecnologie, nati  per esigenze prettamente militari, ma utilizzabili a 360° al servizio della collettività.


 


ALTRE DALLA CATEGORIA

Questo sito utilizza cookie tecnici e analitici, anche di terze parti, per migliorare i servizi.

Se vuoi saperne di più clicca qui. Continuando la navigazione accetterai automaticamente l’utilizzo dei cookie.