Ignora comandi barra multifunzione
Torna a contenuto principale
Ministero della Difesa
Aeronautica Militare
Skip Navigation Links Comunicazione > Notizie > Conclusa l'esercitazione "Toxic Trip 2017"
Conclusa l'esercitazione "Toxic Trip 2017"
29/09/2017
3° Stormo - Villafranca
1° M.llo Lorenzo Di Giorgio
Venerdì 29 settembre si è conclusa la 24^ edizione dell'esercitazione multinazionale della NATO "Toxic Trip". L'esercitazione, iniziata lo scorso 20 settembre, si è svolta presso la base di Geilenkirchen (Germania) ed ha visto impegnati circa 260 uomini e donne appartenenti a 11 Paesi aderenti alla NATO. Per l'Aeronautica Militare il 3° Stormo di Villafranca ha svolto i compiti di "Staff", "Team Leader" ed "Incident Controller" provvedendo a coordinare il personale italiano proveniente da diverse basi dell'A.M..

Nell'ambito dell'evento sono stati rischierati sei assetti CBRN in dotazione alle nazioni della NATO (C2 Commander–Recce team- Sibcra Team- Air Craft DECON interna ed esterna- Vehicle DECON-e CCA + COL.PRO). Gli assetti sono stati impiegati per l'esecuzione dell'"AirCraft DECON" (decontaminazione velivoli) interna ed esterna con la esfiltrazione (estrazione e decontaminazione) del pilota. La simulazione è stata effettuata utilizzando il Boing E-3 con compito AWACS (Airborne Warning and Control System).

Il personale partecipante nel corso dell'esercitazione ha avuto modo di addestrarsi simulando attività reali previste in molteplici ambiti della difesa Chimica, Biologica, Radiologica e Nucleare (CBRN), connessi ad operazioni aeree effettuate nell'ambito di uno scenario internazionale.
La difesa "Air CBRN", cioè l'applicazione in contesti aeronautici della tecnologia e dell'expertise in ambito chimico, biologico, radiologico e nucleare, prevede l'insieme delle misure per la gestione dei rischi derivanti da una situazione critica in operazioni aeree, ed anche in situazioni scaturite da possibili incidenti chimici sul territorio.

Le sofisticate tecnologie e i mezzi all'avanguardia impiegati dalla Forza Armata nel settore "Air CBRN" si traducono con l'immediata proiettabilità di uomini e mezzi nelle aree di crisi. Grazie agli studi ingegneristici alla base dei progetti realizzati, le operazioni vengono condotte nel pieno rispetto del risparmio energetico, nonché di quello ambientale utilizzando, durante le dimostrazioni, sostanze ecologicamente compatibili.
Le conoscenze e le capacità sviluppate dalla Forza Armata nel settore CBRN, già certificate dalla NATO, trovano applicazione anche nel supporto alle componenti istituzionali per la protezione del Paese (Ministero della Salute, prefetture, Protezione Civile, Vigili del Fuoco, 118 ecc.) in caso di emergenze territoriali e nazionali secondo la logica del "dual use", peculiarità della Forza Armata ed in particolar modo del 3° Stormo.
ALTRE DALLA CATEGORIA

Questo sito utilizza cookie tecnici e analitici, anche di terze parti, per migliorare i servizi.

Se vuoi saperne di più clicca qui. Continuando la navigazione accetterai automaticamente l’utilizzo dei cookie.